All posts tagged evento

Saranno prevalentemente online gli incontri di benvenuto per le matricole di Unito. Ora più che mai importanti per comprendere come sarà erogata la didattica, come sostenere un esame e altro ancora.

  • Corso di laurea in Scienze della Comunicazione: l’incontro di accoglienza si terrà il 16 settembre 2020 alle 15 online sulla piattaforma Webex;
  • Dipartimento di  Lingue: l’incontro di accoglienza si terrà il 25 settembre 2020 alle 14 online sulla piattaforma Webex;
  • Corso di Laurea in Filosofia: l’incontro di accoglienza si terrà il 17 settembre 2020 alle 10 online sulla piattaforma Webex;
  • Corso di Laurea in Fisica: gli incontri avverranno il 24/09/2020 ore 10-12, il  24/09/2020 ore 14-16, il 25/09/2020 ore 10-12 e il 25/09/2020 ore 14-16 in presenza presso l’ Aula Magna “Tullio Regge” Dip.to di Fisica Via P. Giuria 1 Torino. La prenotazione è obbligatoria e dev’essere effettuata compilando l’apposito form.
  • Corso di laurea in Chimica e tecnologie chimiche: l’incontro di accoglienza si terrà il 24 settembre 2020 ore 11-13 online sulla piattaforma Webex
  • Corso di laurea in Scienza e tecnologia dei materiali: l’incontro si svolgerà in presenza in data 8 ottobre 2020 ore 14 presso l’Aula 18 – Centro dell’Innovazione Via Quarello 15/A TO
  • Corso di laurea in Storia: l’incontro avverrà online il 17 settembre alle ore 11 sulla piattaforma Webex
  • Corso di laurea in Lettere: l’incontro avverrà online il 16 settembre alle ore 15 sulla piattaforma Webex
  • Corso di laurea in DAMS:  l’incontro avverrà online il 16 settembre alle ore 15 sulla piattaforma Webex

Si è chiusa la prima edizione dello “Spring Seed Grant”, iniziativa lanciata da Fondazione Telethon per aiutare le associazioni di pazienti a investire al meglio i propri fondi in progetti di ricerca sulle patologie di proprio interesse, spesso molto rare e poco studiate. Tra i sette progetti finanziati, che beneficeranno di 50 mila euro ciascuno, c’è anche una ricerca del Politecnico di Torino, coordinata da Marco Agostino Deriu, docente di Bioingegneria Industriale del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale, che si occuperà della paralisi spastica ascendente ereditaria a esordio infantile (IAHSP), una patologia molto rara e poco conosciuta, caratterizzata da grave spasticità agli arti fin dall’infanzia. L’iniziativa di Telethon intende creare legami di collaborazione con le associazioni dei pazienti, per combattere insieme le patologie: in questo il team del Politecnico sarà supportato dall’Associazione Help Olly.

Lo scopo del progetto presentato dal Politecnico è costruire un modello dell’Alsina – la proteina difettosa che origina la IAHSP – per arrivare a una migliore comprensione della patologia a livello molecolare e per sviluppare possibili strategie terapeutiche mirate.

La ricerca del Politecnico è stata scelta tra 56 progetti candidati, premiando l’interesse della comunità scientifica nel trovare nuove soluzioni contro la IAHSP: “I ricercatori hanno evidenziato come questa patologia è correlata alla mutazione del gene Als2 – spiega Deriu – I geni sono i manuali che le nostre cellule usano per costruire le proteine, ingranaggi fondamentali per il funzionamento del corpo umano. Gli errori nelle istruzioni si traducono in una costruzione non corretta di questi ingranaggi, in un loro malfunzionamento e quindi in una condizione patologica. Lo scopo di questo progetto è quello di osservare gli effetti alla scala più bassa possibile, quella molecolare, per capire come localmente queste alterazioni influiscono sul comportamento della proteina alle scale superiori”. L’obiettivo del team è quello di ottenere un modello per capire come sarebbe la proteina espressa da Als2 in condizioni normali e come le mutazioni allontanano la proteina dal suo comportamento fisiologico. Per ottenere questo risultato, saranno effettuati studi computazionali per comprendere le migliori strategie per ottenere un quadro realistico della proteina attraverso procedure sperimentali. Inoltre, i modelli ottenuti saranno utilizzati per testare, tra i farmaci esistenti, potenziali candidati in grado di ripristinare le funzioni fisiologiche, alterate nelle proteine mutate.

BREAKING NEWS: Torino sarà la sede dell’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale (I3A).

Obiettivo dell’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale (I3A) – uno dei tasselli principali della strategia definita dal Ministero per lo sviluppo economico (MISE) in ambito AI – è quello di creare una struttura di ricerca e trasferimento tecnologico capace di attrarre talenti dal “mercato” internazionale e, contemporaneamente, diventare un punto di riferimento per lo sviluppo dell’AI in Italia, in connessione con i principali trend tecnologici (tra cui 5G, Industria 4.0, Cybersecurity).
I settori principalmente coinvolti saranno quelli della manifattura e robotica, IoT, sanità, mobilità, agrifoood ed energia, Pubblica amministrazione, cultura e digital humanities, aerospazio.
Che l’Intelligenza Artificiale sia una delle frontiere del futuro è fuor di dubbio. Su di essa si stanno progettando tecnologie di avanguardia che potranno migliorare concretamente la vita di ognuno di noi. Sviluppi per alcuni aspetti anche difficili da immaginare, ma molto più vicini e concreti di quanto possiamo pensare.

Devi scrivere la tesi di laurea o preparare gli esami per la sessione di settembre ma non sai dove andare? La risposta é nel nuovo campus universitario diffuso che prevede oltre 900 posti per studiare all’aperto in diversi Punti Verdi estivi del Comune di Torino, in sicurezza e in un ambiente che oltre ai servizi mette a disposizione anche momenti di cultura e intrattenimento. Il Campus universitario diffuso é un progetto sperimentale della  Città di Torino ed Edisu Piemonte con il contributo della Fondazione per Cultura.

Dove? Come? e Quando? Ecco tutte le indicazioni e dateci sotto con lo studio

  • Il Campus Diffuso inizierà lunedì 10 agosto e terminerà mercoledì 30 settembre 2020 con aperture diverse tra i vari punti verdi; 
  • tutte le aule studio hanno il WI-FI disponibile, il distributore dell’acqua, igienizzante mani e sono attrezzate per studiare comodamente
  • le aule studio all’aperto sono 7 distribuiti su tutto il territorio cittadino:

IMBARCHINO 2020

A cura dell’Associazione Banda Larga – C/O Imbarchino Viale Umberto Cagni 37, Parco Del Valentino

Orario 9:30 – 18:00 Posti: 42 Apertura: il 1 settembre 2020 fino al 30 settembre 2020      

Qui le coordinate per raggiungerlo

 

IL CORTILE DELLA FELICITA’

A cura dell’Associazione Nessuno – Via Lombroso 16

Orario 9:00 – 18:00 Posti: 50 Apertura: il 10 agosto 2020 fino al 30 settembre 2020

Qui le coordinate per raggiungerlo

 

ZOE COMMUNITY FEST 2020

A cura dell’Associazione Comala – C.so Ferrucci, 65/A

Orario 9:30 – 22:30 Posti: 300 Apertura: il 24 agosto 2020 fino al 30 settembre 2020

Qui le coordinate per raggiungerlo

 

ESTATE A SUD

A cura della Fondazione Mirafiori in partenariato con l’Associazione Il Laboratorio CPM

Orario 09:00 – 16:00 Posti: 30  Apertura: dal 10 agosto 2020 fino al 24 agosto presso la sede di Via Panetti, 1

Orario 11:00 – 17:00 Posti: fino a 40 Apertura (lun- ven): dal 24 agosto 2020 fino al 2 ottobre presso la sede di Strada delle Cacce 36 C/O Cpg Torino

Qui le coordinate per raggiungerlo

 

GREEN DOT

A Cura dell’Associazione Spiriti Indipendenti – Viale Cagni Parco del Valentino

Orario 9:00 – 18:00 Posti: 150 Apertura: dal 10 agosto 2020 fino al 15 agosto 2020

Qui le coordinate per raggiungerlo

 

ESTATE IN CIRCOLO 2020

A cura dell’Associazione L’Arteficio – Giardino Pubblico fronte Via Giulio 14/A

Orario 9:00 – 16:30 Posti: 200 Apertura: dal 2 settembre 2020 fino al 27 settembre 2020

Qui le coordinate per raggiungerlo

 

SUN OF A BEACH VOL II

A cura dell’Associazione Spazi Musicali – Via Cigna 211

Orario 9:00 – 16:00 Posti: 100 Apertura: dal 1 settembre 2020 fino al 30 settembre 2020

Qui le coordinate per raggiungerlo

 

NAVIGA LA MAPPA DEL CAMPUS UNIVERSITARIO DIFFUSO:

 

Vuoi diventare sviluppatrice o sviluppatore di app piuttosto che uno specialista della sicurezza nei sistemi di comunicazione? La Fondazione ITS – ICT ha pubblicato il bando per l’anno 2020/2021. Quali sono le caratteristiche dei corsi ITS?

  • Gratuiti
  • biennali della durata di 1800 ore di cui 600 di stage in azienda;
  • ammissione con una prova di selezione a cui iscriversi entro il 14 settembre;
  • l’ITS rilascia un diploma di specializzazione tecnica superiore, utile al riconoscimento di CFU per l’iscrizione alle lauree professionalizzanti del Politecnico di Torino;
  • La sede é a Torino in Via Durandi 10;
  • i corsi previsti per l’anno 2020/2021 sono:

 

  • Web e Mobile App Developer
    Tecnico superiore per i metodi e le tecnologie per lo sviluppo di sistemi software.
  • Backend System Integrator
    Tecnico superiore per i metodi e le tecnologie per lo sviluppo di sistemi software.
  • ICT Security Specialist
    Tecnico superiore per le architetture e le infrastrutture per i sistemi di comunicazione.
  • Cloud Expert
    Tecnico superiore per le architetture e le infrastrutture per i sistemi di comunicazione.
  • Digital Strategist
    Tecnico superiore per l’organizzazione e la fruizione dell’informazione e della conoscenza.

 

Venerdì 10 luglio é stato firmato l’accordo di cooperazione interuniversitaria tra i tre atenei per attività tecnico-scientifiche e formative.

L’accordo facilita forme permanenti di collaborazione scientifica, anche mediante progetti integrati di ricerca tra docenti e ricercatori dei tre Atenei. Da un punto di vista didattico, si offre l’opportunità ai rispettivi studenti di frequentare singoli corsi di insegnamento attivati presso gli altri Atenei, sostenere i relativi esami e ottenere il riconoscimento dei crediti coerenti con il corso di studio.

Gli Atenei si impegnano inoltre, laddove siano presenti curricoli e titoli affini, a favorirne il reciproco riconoscimento.
La Convenzione facilita inoltre, secondo modi e tempi da stabilirsi di volta in volta, l’accesso reciproco di studenti e docenti alle diverse strutture didattiche e di supporto, come biblioteche e laboratori.

Potranno essere inoltre attivati curricoli joint-degree finalizzati al conseguimento dei gradi accademici, corsi interuniversitari di perfezionamento, di specializzazione e dottorati di ricerca.

22 “punti estivi” ospiteranno gli eventi di Torino a Cielo Aperto, il ricco cartellone di iniziative diffuse su tutto il territorio che si pone l’obiettivo di invitare i cittadini a riappropriarsi degli spazi pubblici e dei parchi cittadini dopo il lockdown dovuto all’emergenza sanitaria determinata dal Covid-19.

Il progetto presenta 22 ‘punti estivi’ realizzati da associazioni culturali con il contributo della Città di Torino

Gli appuntamenti saranno organizzati nel pieno rispetto delle nuove prescrizioni dettate dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per garantire al pubblico di assistere in sicurezza e con assoluta tranquillità a tutte le iniziative.

Spazi esterni, giardini, aree intorno a musei e oratori, parchi, piazze, terrazze e cortili saranno, all’interno del programma di ‘Torino a Cielo Aperto, il palcoscenico ideale per spettacoli, musica, cinema, teatro, laboratori, talk, incontri, wellness, performance, listening session, tour guidati, cene interculturali, yoga al tramonto e passeggiate nel parco, sperimentazioni, walkscape, educational, cabaret, animazione, visual art, sonorizzazioni, workshop, scuola dj, narrazioni e seminari. Luoghi in cui si potrà nuovamente assaporare il gusto dello stare insieme, fisicamente distanti ma socialmente vicini per trascorrere un’estate di svago in città.

Il Due Punti Festival si tratta di nove eventi ad accesso libero in cui le cittadine e i cittadini incontrano i ricercatori universitari in un contesto informale per affrontare tematiche ambientali, sociali e culturali che ruotano intorno alla produzione e al consumo di cibo: i molti significati che la parola sostenibilità può assumere, le profonde ricadute che il global heating sta generando sulle filiere agroalimentari e forestali, il modo contemporaneo di concepire la relazione con gli ecosistemi di cui siamo parte.

L’iniziativa si apre con una prima fase, chiamata Due Punti ON AIR: a partire martedì 16 giugno 2020, ogni due settimane, sulla pagina Facebook @DuePuntiFestival è possibile partecipare a degustazioni, giocare, intervenire in diretta per porre domande a autori, ricercatori e produttori, entrare tra le pieghe della realtà attraverso immagini ad elevato ingrandimento, commentare consigli di lettura e film.

Una seconda fase off-line avrà inizio nella primavera del 2021 e si svilupperà all’interno del Campus AgroVet di Grugliasco e del Complesso Aldo Moro di Torino.

 

Giugno è il mese del Pride, vale a dire il mese tradizionalmente dedicato a celebrare l’orgoglio della comunità LGBTQI sotto le insegne della bandiera arcobaleno dei diversi orientamenti sessuali e di identità di genere.

Il ciclo di celebrazioni in Italia avrebbe dovuto quest’anno prendere il via il 30 maggio a Piacenza come apripista degli eventi: marce e parate che dovevano culminare il nella Giornata mondiale del Pride, il 28 giugno. Tuttavia nel pieno dell’epidemia coi suoi divieti di assembramento, nelle scorse settimane gli appuntamenti, anche negli altri Paesi, sono stati via via cancellati.

Questo non vuol dire tuttavia che il Pride non verrà celebrato nel 2020. Infatti, oltre 800 coordinamenti delle storiche marce arcobaleno di diverse città hanno deciso di unire le forze per dare vita al primo Global Pride, parata virtuale per celebrare l’orgoglio LGBTQI.  L’evento si terrà il prossimo 27 giugno come un’onda rainbow in streaming, che partirà dal sud-est asiatico e dall’Oceania e si sposterà assieme al fuso orario dei numerosi Paesi aderenti all’iniziativa, passando per l’Europa e arrivando in America, per una durata di 24 ore.

Torino non farà eccezione, poiché il Coordinamento Torino Pride ha organizzato per il 20 giugno un flash mob “virtuale”.

Si tratta letteralmente di una doppietta quella che oggi lunedì 8 giugno e domani caratterizzeranno i creative days online dello IED. Si inizia infatti con il workshop in Design della Comunicazione mentre domani sarà la volta del Fashion Design.

Sono entrambe occasione rivolte a studentesse e studenti delle classi IV e IV delle scuole secondarie di secondo grado attraverso le quali avvicinarsi e “toccare con mano” l’offerta formativa dell’Istituto Europeo di Design.

L’orario per entrambi gli appuntamenti é 16.30 – 17.30 ed é necessario iscriversi qui

 

Prev1234567Next