All posts tagged torino

È online il nuovo bando Out of Left Field per la Sezione Fotografia di Autofocus 9, il Concorso internazionale di Vanni Occhiali dedicato ai giovani artisti e alla libera creatività.

Dopo la conclusione, nel mese di novembre 2017, delle selezioni per le Sezioni Mostra, Video e Performance, prende avvio il bando per presentare le candidature e concorrere al Premio Fotografia.

Quali sono le nuove possibilità, gli immaginari, le dialettiche, i percorsi che si aprono nell’ambito della riflessione spontanea e urgente che la fotografia sta compiendo su sé stessa, a livello sia consapevole sia no?
Out of left field, proviene da una nuova espressione del linguaggio urban internazionale, e significa: unexpectedly, suddenly and surprisingly.
L’espressione arriva da una terminologia tecnica del baseball.
È un titolo che vuole indicare l’attenzione a tutto ciò che sta accadendo al di là dei territori convenzionali e conosciuti della pratica fotografica.

Sono ammessi al concorso i progetti di artisti (singoli o gruppi) compresi tra i 18 e i 35 anni che risiedano in Italia o in un paese europeo.

Il progetto selezionato verrà presentato con una mostra personale presso il project space Autofocus all’interno dello showroom Vanni a Torino in concomitanza con il Salone del Libro, a maggio 2018, corredato da un catalogo e usufruirà di contributo alla produzione di 500 Euro.

Il bando è scaricabile sulla pagina dedicata del sito di Vanni Occhiali.

L’immagine è parte di Meandro Rosso, di Paolo Bandinu, vincitore della sezione video di Autofocus 8.

Sul reticolo geometrico delle strade torinesi si disegnano percorsi diversi, itinerari a bordo di tram, rotte a piedi, pellegrinaggi in macchina. Poi ci sono i percorsi più fantasiosi, i veri e propri viaggi: quelli in bicicletta. Gli amanti del genere intenderanno bene questo tipo di sentimento: velocità, brezza sulla pelle, riflessi pronti, gambe che vanno su e giù, virate e sobbalzi. A volte Torino non è accogliente con i ciclisti, spesso si mostra ostile, fumosa, fredda. Ma le biciclette superano le barriere imposte e si fanno strada, corrono da un capo all’altro di questa nostra città tagliando sempre in obliquo le rotaie dei tram.

Torino in Bici

Torino in Bici è il portale del Comune di Torino dedicato alla promozione della mobilità dolce, con numerosi consigli e suggerimenti intende mostrare una diversa topografia di Torino, quella tracciata dalle ruote dei velocipedi. La sezione Muoversi in Bici segnala tutti gli strumenti e le possibilità utili al ciclista urbano, componendo un variegato prontuario atto alle sfide della strada cittadina e periferica.

BUNET

Bunet (Bike Urban NEtwork Torino) è forse il più utile e orginale, anche nel nome, degli strumenti presentati. Si tratta di un tool pensato per calcolare e condividere i propri percorsi in bicicletta. Dal punto di partenza a quello di arrivo è possibile scegliere tra un percorso più tranquillo e confortevole ed uno più diretto e veloce. Le caratteristiche del tragitto sono visualizzabili tramite un grafico che esplicita le percentuali di velocità, linearità e sicurezza. Bunet utilizza, come base cartografica, OpenStreetMap (OSM), un progetto collaborativo finalizzato a creare mappe mondiali a contenuto libero, aggiornato quotidianamente da utenti liberi e indipendenti. La mappa utilizzata per il servizio potrebbe, perciò, non essere del tutto completa o aggiornata, ma  è oggetto di costante miglioramento.

Cicloturismo

La sezione Visitare Torino in bicicletta è dedicata invece alla presentazione di ciclopercorsi nel territorio urbano e nella provincia torinese, con la possibilità di accedere ad una guida agli itinerari ciclabili, suddivisi per ambiti territoriali. Ogni percorso offre la possibilità di una conoscenza capillare del territorio e delle sue aree verdi, in un susseguirsi di particolari e scorci inattesi. Ad ogni circuito è associata una scheda descrittiva e un file gpx utilizzabile su navigatori gps e smartphone.

Ecco l’elenco dei percorsi:

Corona delle Delizie

Il percorso Corona delle Delizie circoscrive una pista di 112 km dedicata alle due ruote. L’anello unisce ciclopiste, ciclostrade e strade rurali che collegano le Residenze Reali e i Parchi metropolitani, toccando i più bei paesaggi fluviali, agricoli e storici dei comuni del circuito. Grazie all’app Corona in Bici, scaricabile da Play Store o App Store, è possibile scoprire le bellezze del territorio in sella a una bici, muniti solo del proprio cellulare. L’App sfrutta la geolocalizzazione dando la possibilità di orientarsi lungo il tracciato, calcolando anche le distanza alla meta dal punto in cui ci si trova. È possibile inoltre la condivisione e l’interazione tramite social network.

 

Come ogni prima domenica del mese, anche il 7 gennaio 2018 torna l’appuntamento con l’iniziativa del Mibact (Ministero dei beni, delle attività culturali e del turismo) che rende gratuita la visita di monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali statali in tutta Italia.

L’iniziativa, prevista dal decreto Franceschini, in vigore dal 1° luglio 2014, in tutte le sue edizioni ha visto la partecipazione di oltre 10 milioni di visitatori negli oltre 450 musei statali, promuovendo la (ri)scoperta del patrimonio culturale nazionale.

Nella provincia di Torino non si pagherà il biglietto per:

Complesso monumentale del Castello ducale, del giardino e parco di Aglié
piazza del Castello, 1 – Agliè
Orario: Castello e Giardino: Martedì-Domenica 8.30-19.30
Parco: attualmente chiuso al pubblico
Chiusura settimanale: Lunedì;
Orario biglietteria: Martedì-Domenica 8.30-18.00;
Prenotazione: Facoltativa
(Telefono: +39 0124 330102 ; Fax: +39 0124 330279; Email: pm-pie.aglie@beniculturali.it)

Ecomuseo Sogno di luce “Alessandro Cruto”
Via Matteotti, 2 – Alpignano
Orario: giovedì e prima domenica del mese: 15.00-18.00.
Prenotazione: nessuna.

Museo archeologico Caburrum
Via Saluzzo, SNC – Cavour
Orario: sabato e domenica 15-18.
Prenotazione: nessuna.

Città romana – Area archeologica di Industria
Corso Industria – Monteu da Po
Orario: 9.00 – tramonto
Chiusura settimanale:
Prenotazione: nessuna.

Abbazia di Fruttuaria
Piazza Cardinale delle Lanze, 1 – San Benigno Canavese
Orario: Prima e terza domenica del mese 15.00-17.00.
Prenotazione: facoltativa.
(Telefono: +39 0119880487 (Ass. Amici di Fruttuaria); Email: no.ma@libero.it)

Musei reali di Torino, presso Palazzo Reale, piazzetta Reale 1, è disponibile una biglietteria unica (con orario 9.00/18.00) per i seguenti siti:
Armeria Reale
Orario: 9.00/19.00 (ultimo ingresso ore 18.00).
Piazza Castello 191 – tel. 011543889
Galleria Sabauda
Orario: 9.00/19.00 (ultimo ingresso ore 18.00).
Via XX Settembre, 86 – tel. 0115641729 – 0115641731
Museo di Antichità (Archeologico)
Orario 9.00/19.00 (ultimo ingresso ore 18.00).
La domenica è visitabile solo la Manica Nuova con l’esposizione Archeologia a Torino piazzetta Reale 1 – Piazza Castello – tel. 0115212251 – 0115211106
Palazzo Reale
Orario 9.00/19.00 (ultimo ingresso ore 18.00).
Piazzetta Reale 1 – Piazza Castello – tel. 0114361455
Giardini Reali
Orario: 09.00/19.00
Ingresso dal Palazzo Reale.
Ingresso gratuito anche negli altri giorni.

Palazzo Carignano
Via Accademia delle Scienze, 5 – Torino
Orario: Martedì-Domenica 10.00-18.00 (ultimo ingresso 17.00).
Chiusura settimanale: Lunedì.
Orario biglietteria: Martedì-Domenica 10.00-17.00;
Non è compreso l’ingresso al museo del risorgimento.
Prenotazione: facoltativa.
(Telefono: +39 011 5641791; Email: pm-pie.palazzocarignano@beniculturali.it)

Villa della Regina
Strada Comunale Santa Margherita, 79 – Torino
Orario: Martedì-Sabato, 10.00-17.00 (ultimo ingresso 16.00).
Domenica e festivi, 10.00-18.00 (ultimo ingresso 17.00).
Chiusura settimanale: Lunedì.
Orario biglietteria: Martedì-Sabato 10.00-16.00; Domenica e festivi 10.00-17.00;
Prenotazione: Facoltativa.
(Telefono: +39 011 8194484; Email: pm-pie.villadellaregina@beniculturali.it)

Ricordiamo che alcuni luoghi sono visitabili su prenotazione. Pertanto, si raccomanda di consultare sempre le schede di dettaglio.

Sul sito del Mibact è possibile consultare l’elenco completo dei siti coinvolti dall’iniziativa in tutte le regioni italiane.

 

Scuola per la Buona Politica di Torino (SBPT) presenta il suo nuovo ciclo di 5 appuntamenti per il 2018, tutti tenuti presso il Circolo dei Lettori. Topic di quest’anno: le disuguaglianze.

In Italia negli ultimi dieci anni le persone in condizioni di povertà sono raddoppiate, mentre il numero dei super-ricchi è aumentato. Sono dati in linea con quelli che riguardano le diseguaglianze globali di reddito e di ricchezza, cresciute quasi ovunque a partire dagli anni Settanta, quando – come scrive Stiglitz – “le regole del gioco sono state cambiate a vantaggio di quelli in alto e a svantaggio di quelli in basso”. Ma non è tutto. L’esplosione delle diseguaglianze economiche e sociali si è accompagnata alla produzione di un diritto “diseguale”, che discrimina in particolare i poveri e i migranti, destinatari di leggi e provvedimenti di ispirazione razzista.

Che ne è dell’art. 3 della Costituzione, che vieta ogni forma di discriminazione, legata a “sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali”? E del suo celebre secondo comma, che impone alla Repubblica di “rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”? Che cosa fa – o potrebbe fare – la politica per dare attuazione a questi articoli? È ancora realistico perseguire
l’obiettivo della piena occupazione o serve una qualche versione di reddito di cittadinanza per garantire a tutti dignità e diritti? Lo si è chiesto a filosofi, giuristi, sociologi, economisti che, anche quest’anno, aiuteranno a far riflettere su uno dei problemi più drammatici del nostro tempo.

Il primo oratore ad intervenire sarà Luigi Ferrajoli, con una conferenza dal titolo “Contro le discriminazioni e le diseguaglianze”mercoledì 10 gennaio 2018 (dalle ore 18 alle 20).

SBPT nasce nel 2007 e viene promossa da un gruppo di docenti di filosofia politica del Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino. Ispirata al modello dell’omonima Scuola nata a Roma nel 2006, non si propone compiti di “alta formazione”, bensì di auto-educazione alla cittadinanza democratica. L’obiettivo del progetto è infatti quello di rivitalizzare l’opinione pubblica, andando a richiamare l’attenzione del cittadino e stimolando una visione critica e consapevole su questioni rilevanti all’interno della società civile e della società politica. Per queste ragioni gli incontri possono offrire spunti di riflessione non solo a studenti e docenti, ma a tutti i cittadini.

Ecco il calendario dei prossimi appuntamenti:

  • 1° febbraio
    Circolo dei Lettori – ore 18-20
    Enrico Gargiulo, “Allerta siam razzisti”;
  • 8 marzo
    Circolo dei Lettori – ore 18-20
    Maurizio Franzini, “La diseguaglianza economica, oggi”;
  • 5 aprile
    Circolo dei Lettori – ore 18-20
    Maria Vittoria Ballestrero, “Reddito senza lavoro, lavoro senza reddito”;
  • 3 maggio
    Circolo dei Lettori – ore 18-20
    Chiara Saraceno, “Vecchi e nuovi poveri”.

Per maggiori informazioni: segreteria@sbptorino.org

Hai dubbi e/o difficoltà su come poter redigere al meglio il tuo curriculum vitae? Cosa non può mancare in una buona lettera di presentazione? Come viene analizzato un profilo professionale? Il servizio Job Placement del Polo di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Torino anche quest’anno ha attivato un Laboratorio ad hoc rivolto a studenti e laureati del Dipartimento di StudiUm in cui si approfondiranno queste tematiche.

Gli incontri si svolgeranno presso la Saletta Graf – 1° piano Loggiato del Rettorato, in Via Verdi 8, dalle 10.00 alle 12.00. Ecco le date:

  • 18 gennaio 2018
  • 15 febbraio 2018
  • 15 marzo 2018
  • 19 aprile 2018
  • 17 maggio 2018

Per iscriversi è sufficiente inviare un mail a jp.scienzeumanistiche@unito.it specificando nome, cognome, corso di laurea e data a cui si è interessati. Sono disponibili 20 posti per ogni sessione.

 

 

Dopo il successo dell’ultima edizione, che ha registrato oltre 20 mila iscrizioni e più di 80 mila presenze in piazza San Carlo, anche quest’anno Torino Donna ripresenta Just The Woman I Am, l’evento sportivo in rosa che il 4 marzo 2018 giunge ormai alla sua quinta edizione.

A sostegno della ricerca universitaria, la corsa non competitiva e camminata di 6 km per le vie del centro città non rappresenta solo un evento sportivo, ma anche di cultura, benessere e socialità, che proprio in occasione della festa dell’8 marzo mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’eliminazione della violenza di genere.

È già possibile iscriversi. Per sapere come fare e avere maggiori informazioni visita il sito dell’evento.

Guarda com’è andata l’edizione 2017.

«Offriamo i nostri cantieri come laboratori di attività formative e palestre di esperienza sul campo per ingegneri e architetti che guardano al mondo. La nostra ambizione è però anche che quest’opera possa generare valore aggiunto per il territori al di qua e al di là delle Alpi».

*Mario Virano, direttore generale di TELT.

La sezione transfrontaliera della nuova linea ferroviaria Torino-Lione diventano oggetto di una partnership tecnico-scientifica tra Politecnico di Torino e TELT (Tunnel Euralpin Lyon-Turin). L’accordo prevede l’avvio di progetti di ricerca, consulenze tecniche, master, dottorati e tesi di laurea in tutti i campi di attività relativi alla realizzazione dell’opera.

L’intesa è stata sottoscritta venerdì 15 dicembre dal rettore del Politecnico, Marco Gilli, e dal direttore generale di TELT, Mario Virano. Sono intervenuti il referente del progetto, il vice rettore Bernardino Chiaia, il direttore del Master in Tunnelling e Tunnel Boring Machine, Daniele Peila e il direttore ingegneria di TELT, Lorenzo Brino.

L’obiettivo è quello sfruttare le opportunità di studio e innovazione di una delle più grandi opere che si stanno realizzando in Europa. Il tunnel di base del Moncenisio, ultima in ordine di tempo, è in grado di capitalizzare tutte le buone pratiche dell’esperienza internazionale e può essere, dunque, un formidabile laboratorio formativo e applicativo per tutti i settori dell’ingegneria: strutturale, geotecnica, ambientale, energetica, di cantiere, urbanistica e gestionale.

Oltre a collaborazioni su specifici progetti di ricerca, alla creazione di bandi e programmi, sono già state avviate le prime visite ai cantieri. Per i 12 studenti del Master in Tunnelling and Tunnel Boring Machine, (provenienti  da Colombia, Corea del Sud, Grecia, India, Italia, Malesia e Romania),  è infatti prevista una lezione sul campo al cantiere francese della Torino-Lione.  In quella giornata il cantiere diventerà anche il set per la registrazione di una video-lezione che resterà nel patrimonio di conoscenze del Politecnico e potrà essere riproposta in altri corsi.

Chiudono il 18 gennaio 2018 le iscrizioni per il nuovo master in Analisi Dati per la Business Intelligence e Data Science, promosso dall’Università di Torino, in collaborazione con il centro di ricerca Metis, che si rivolge a tutti coloro in possesso di qualsiasi Laurea del Vecchio e del Nuovo Ordinamento (I e II livello).

Il master si propone di formare professionisti nell’analisi dei dati, in grado di lavorare con la statistica e di produrre report comprensibili a partire da una conoscenza approfondita dei dati e della loro struttura, che andranno a rispondere alle esigenze di tutti quegli enti, servizi e aziende, sempre più numerose, che quotidianamente possiedono e necessitano di elaborare grandi masse di dati informatici. Pertanto, si approfondiranno metodologie di Data Quality e Data Management, di Analisi Statistica dei Dati, di Modellazione (Analytics), Segmentazione e Scoring da un punto di vista operativo, con l’utilizzo di software statistico proprietario (SAS®) e open source (Knime, R, Python). Altri punti focus saranno Data Mining, Machine Learning e algoritmi di classificazione (Cluster Analysis, Decision Tree) e di sintesi dell’informazione statistica (Factor Analysis) .

Inizierà nel mese di febbraio 2018 e avrà durata annuale. I corsi, che si svolgeranno nell’intera giornata del lunedì e il martedì mattina, prevedono oltre 300 ore di lezioni frontali e altre 400 di tirocinio.

Coloro che perfezioneranno l’iscrizione entro il 19 dicembre 2017 potranno beneficiare di una riduzione di 330 euro sulla quota da versare. Le selezioni avverrano nel mese di gennaio 2018.

Per saperne di più visita il sito dedicato.

Sì terrà questa sera il 103° appuntamento del ciclo “Mercoledì di Nexa”, organizzati dal Centro di ricerca Nexa su Internet e Società del Dipartimento di Automatica e Informatica del Politecnico di Torino ogni secondo mercoledì del mese dalle ore 18 in via Boggio 65/A, Torino.

Nella moderna società dell’informazione, o della disinformazione, tra fake news, hate speech, propaganda e istigazione in che modo è possibile gestire la libertà di espressione? Si può tracciare un perimetro di tolleranza senza per forza dover sconfinare nella censura?

A dare una risposta a questi interrogativi sarà Monica A. Senor, fellow del centro Nexa e avvocato specializzato nel diritto penale delle nuove tecnologie. A seguire, un intervento della dott.ssa Daria Santucci, international communications strategist impegnata presso l’European Training Foundation.

Qui la locandina dell’evento.

Non riesci a partecipare? Guarda il live streaming.

Per gli studenti iscritti all’Università di Torino il termine ultimo per il pagamento della seconda rata del contributo onnicomprensivo è previsto per le ore 16 del 22 dicembre 2017. Per provvedere è sufficiente accedere alla propria area riservata Myunito e scaricare il modulo MAV disponibile nella sezione tasse.

Esclusivamente per gli studenti che intendono iscriversi al primo anno delle lauree magistrali e che perfezionano l’iscrizione ai corsi dopo il 10 dicembre, la scadenza per il pagamento della retta slitta al 15 gennaio 2018, ore 16.

Ricordiamo che da quest’anno sono sono cambiate le norme per le contribuzioni studentesche. Per maggiori informazioni consultare il Regolamento Tasse e Contributi A.A. 2017-2018.

123410Next