Posts by Luca Cipriani

Il Politecnico di Torino, al fine di favorire l’equilibrio di genere nei propri Corsi di Laurea, bandisce 100 borse di studio dell’importo di 2000 euro ciascuna per gli immatricolati/e per l’a.a. 2022/23: 99 per le studentesse di Ingegneria e 1 per gli studenti di Architettura secondo i criteri indicati nel bando.

Per partecipare i candidati/e devono essere iscritti/e per la prima volta al sistema universitario italiano o estero per l’a.a. 2022/23 a uno dei Corsi di Laurea dell’area Ingegneria o Architettura presenti nel bando.

Sono richiesti un punteggio uguale o maggiore a 60 nelle graduatorie di ammissione (TIL) e l’immatricolazione con tipologia di impegno a tempo pieno (no iscrizione con impegno a tempo parziale).

Scadenza presentazione della domanda: 21 ottobre 2022
Pubblicazione esiti entro il 21 gennaio 2023

Il bando completo è scaricabile a questo link

Dallo scorso 12 luglio, gli Istituti Tecnici Superiori sono stati coinvolti da una significativa riforma a undici anni dalla loro istituzione. Diverse sono le novità e in particolare:

Le tecnologie quantistiche permettono oggi di realizzare canali di comunicazione più sicuri e calcolatori molto più potenti di quelli tradizionali. Si tratta di un innovativo campo di ricerca che, dopo decenni di sviluppo teorico, inizia a vedere le prime applicazioni di carattere industriale e promette di portare grandi cambiamenti nel mercato dei servizi informatici e digitali, con ricadute sui settori industriali che potranno farne utilizzo, dalla medicina alla logistica, fino all’energia e alla difesa.

L’Italia, grazie alle opportunità offerte dal Pnrr e i progetti di ricerca finanziati dallo European Quantum Communication Infrastructure, è all’avanguardia sia nelle proposte industriali per lo sviluppo di prodotti per la comunicazione quantistica, sia nello sviluppo di infrastrutture di comunicazione sul territorio nazionale che apriranno nuove ed importanti opportunità lavorative.

Dopo aver appena concluso la prima edizione del primo corso di perfezionamento in Quantum Communications and Computing, pensato per avvicinare professionals e altri specialisti tecnici alle opportunità offerte dalle tecnologie quantistiche in ambito di computing, comunicazione e sicurezza informatica, la scuola di Master e formazione permanente del Politecnico – grazie alla collaborazione con l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica-INRiM e Fondazione Links – farà partire ad ottobre un master specialistico di II livello per specializzare neolaureati e profili junior interessati a divenire i futuri quantum specialist nelle imprese che si collocano come early-adopter di soluzioni quantum.

Il Master integrerà gli aspetti di ricerca e di applicazione industriali, finora poco o nulla rappresentati in questo tipo di offerta formativa in Italia, necessari per arrivare ad avere applicazioni quali un computer quantistico connesso ad una Quantum Internet, capace di simulare, ad esempio, la sintesi di una molecola in pochi minuti. La comprensione dei principi di base della tecnologia e dei relativi investimenti e benefici permetterà ai futuri specialisti di poter formulare scenari su ambiti e dinamiche temporali di impiego delle tecnologie quantistiche per attività di comunicazione e di computing. Queste competenze avranno applicazioni in una varietà di settori che include i servizi finanziari, il software, le telecomunicazioni, l’aerospazio, la difesa.

Il Master partirà nel mese di ottobre (con iscrizioni aperte da maggio sul sito della Scuola Master e Formazione permanente del Politecnico) e rappresenta un percorso che prevede 420 ore di didattica frontale distribuite in nove mesi, tra lezioni in aula ed esercitazioni in laboratori fisici e l’alternarsi nella docenza di professori del Politecnico di Torino e responsabili di programmi di ricerca sul Quantum di INRiM e Fondazione Links. Il Master si rivolge a laureati nelle discipline di ingegneria informatica, elettronica e delle telecomunicazioni, fisica, scienza dei materiali e matematica, e intende formarli sugli elementi di calcolo, comunicazione e crittografia, dove l’applicazione della fisica quantistica è chiamata nei prossimi anni a produrre una vera e propria rivoluzione tecnologica.

A partire da settembre 2022, sarà pubblicato un bando per la richiesta di rimborso delle spese di acquisto dell’abbonamento annuale o plurimensile ai servizi di trasporto GTT.

Agli/alle studenti di UniTo sarà rimborsata una quota dell’abbonamento, che dovrà essere acquistato esclusivamente sul sito e-commerce della GTT.

L’assegnazione del rimborso seguirà l’ordine dell’ISEE, fino all’esaurimento dei fondi assegnati (€3.000.000).

Le informazioni sull’iniziativa e sulle modalità per fare richiesta saranno pubblicate sul portale unito.it nei prossimi mesi.

Questa iniziativa rientra tra gli interventi di UniTo a supporto della mobilità sostenibile.

 

Sono aperte fino al 9 settembre 2022 le iscrizioni alla prova di ammissione alla Scuola di Studi Superiori Ferdinando Rossi, la scuola di eccellenza che affianca e integra il percorso formativo degli studenti iscritti al 1° anno di tutti i Corsi di Studio UniTo.
La #SSST propone percorsi di alta qualificazione multidisciplinari e , offrendo agli studenti che rispettano i criteri di frequenza e profitto richiesti:
✅ posto gratuito nelle residenze universitarie convenzionate
✅ rimborso delle tasse universitarie
✅ contributo per lo studio.
Info e bando sul sito della Scuola www.ssst.unito.it

Per l’Anno Accademico 2022-23 sono disponibili 30 posti:

  • 15 posti per la Classe accademica di Governo e Scienze Naturali

  • 15 posti per la Classe accedemica di Governo e Scienze Umane


Per maggiori informazioni sui requisiti di ammissione e sulle modalità di partecipazione alla selezione consultare il bando:

SSST Bando di ammissione al I anno – a.a. 2022-2023open_in_new

La selezione avviene attraverso un concorso, le prove scritte e orali si svolgeranno il 19 e 20 settembre 2022.

Calendario delle prove di ammissione:

  • prova scritta: lunedì 19 settembre 2022 – ore 8:00
  • prova scritta di lingua inglese: lunedì 19 settembre 2022 – ore 14:00
  • prova orale: martedì 20 settembre 2022 – ore 9:00

L’esame di ammissione sarà svolto in presenza.
Tuttavia, qualora la situazione legata all’attuale emergenza sanitaria lo rendesse necessario, verrà adottata una modalità di svolgimento del test di ammissione a distanza, attraverso l’utilizzo di strumenti informatici. Eventuali nuove modalità saranno pubblicate appena disponibili sul sito della Scuola.

IMPORTANTE: PROVA DI LINGUA INGLESE
In virtù degli obiettivi formativi del percorso di studi della SSST, in sede di selezione si procederà all’accertamento del livello B1 di conoscenza della lingua inglese.
I candidati già in possesso di una certificazione attestante il livello B1 (o di livello superiore) dovranno esibirla in originale la mattina della prova scritta prima dell’espletamento della prima prova. La conformità della certificazione comporterà l’esonero dalla prova di lingua inglese. I candidati sprovvisti della certificazione dovranno sostenere la prova di inglese.

Si è concluso il primo corso, della durata di tre anni, della laurea professionalizzante in “Tecnologie per l’industria manifatturiera” progettato per la creazione di figure tecniche di alto profilo professionale che possano essere operative rapidamente nel settore della produzione di realtà manifatturiere.

 

Il Politecnico di Torino è stato il primo ateneo in Italia ad istituire un corso di primo livello ispirato al modello tedesco dando immediata attuazione al DM 6/2019 che prevede l’avvio, in via sperimentale, di nuovi percorsi di laurea a orientamento professionale.

 

Il 20 luglio si laureano così i primi 8 studenti, che possono vantare una formazione in grado di rispondere alle esigenze delle aziende, soprattutto PMI, interessate a figure professionali più multidisciplinari, formate alla soluzione di problemi complessi tramite metodologie learning by doing e learning by thinking; in cui le conoscenze vengono trasmesse principalmente con attività pratiche di laboratorio e attività progettuali riducendo il numero di ore dedicate alle lezioni frontali tradizionali.

La peculiarità di questo percorso formativo è infatti il rapporto con le realtà aziendali fin dal primo anno di corso e che nell’ultimo anno assume una connotazione fortemente orientata ad affrontare casi ed esperienze reali del mondo del lavoro.

“Oggi festeggiamo la conclusione di un percorso sperimentale in cui l’Ateneo ha creduto fortemente fin da subito – commenta il professor Carlo Rafele, coordinatore del Collegio di Ingegneria Gestionale – soprattutto perché lo ha ritenuto particolarmente adatto alla realtà produttiva del territorio e i risultati ci hanno dato ragione: la maggior parte degli studenti ha già concrete prospettive di lavoro, soprattutto grazie ai contatti avviati durante i tirocini e i project work che sono previsti fin dal primo anno”

E’ stato pubblicato il bando per il servizi abitativo e le borse di studio 2022/2023 dall’Edisu Piemonte che trovate qui. Dalle ore 9,30 del 21 luglio sarà possibile effettuare la richiesta online dei benefici.

Ricorda che oltre allo SPID dovrai avere l’ISEE valido per il diritto allo studio universitario per il richiedente benefici, riferito ai redditi percepiti nell’anno 2020 ed al patrimonio posseduto al 31/12/2020. L’ISEE non dovrà superare € 23.626,00

 

Cos’è la borsa di studio?

È una somma di denaro, erogata in due rate, attribuita per concorso pubblico alle studentesse e agli studenti universitari, iscritti a tempo pieno o a tempo parziale agli Atenei piemontesi, in possesso dei requisiti economici e di merito indicati nel bando.

Cos’è il servizio abitativo?

Il servizio abitativo consiste nella fruizione di un posto letto, assegnato da Edisu e non scelto dalle studentesse e dagli studenti, presso una delle residenze universitarie a Torino o in alcune città del Piemonte in cui hanno sede dei corsi universitari.
I requisiti per richiedere la borsa di studio e il servizio abitativo sono i medesimi. Sono invece differenti le scadenze di presentazione della domanda e le date di pubblicazione delle graduatorie.

SCADENZE

BORSA DI STUDIO E SERVIZIO: 2 settembre 2022 ore 12
ABITATIVO BORSA DI STUDIO:  30 settembre 2022 ore 12

Sta per chiudersi un anno accademico e il nuovo è già alle porte, in una situazione più serena sul piano della pandemia, ma comunque ancora molto fluida.
Sono di recente approvazione da parte dell’Ateneo alcune linee guida relative allo svolgimento della didattica per l’a.a. 2022-2023 che possono essere utili per avere un primo quadro di riferimento rispetto a come potrà essere organizzata l’attività di studio il prossimo anno.

Una prima importante decisione che riguarda la didattica è il fatto che si svolgerà in presenza, per favorire la partecipazione attiva in aula e una piena vita di relazione in università.

  • Le attività a distanza e lo streaming saranno possibili solo per i recuperi delle lezioni, per una percentuale limitata rispetto alle ore complessive erogate (max 20% del totale delle ore).
  • Sono tuttavia escluse dalle attività a distanza e dallo streaming le attività di laboratorio e tutte le altre attività esperienziali.
  • Dall’inizio di ottobre, fatte salve differenti disposizioni ministeriali, anche gli esami torneranno a svolgersi esclusivamente in presenza, con la sola eccezione per gli studenti e le studentesse che autodichiarano, in relazione al Covid-19, fragilità personale o positività.

Prenderà il via nelle prossime settimane tutta l’attività di informazione per ciò che riguarda le immatricolazioni e le iscrizioni, verranno segnalate di volta in volta tutte le scadenze previste.

 

Sono in arrivo i bagni neutri al Politecnico di Torino. Le toilettes genderless potrebbero essere tra le prime di questo tipo a fare la comparsa nelle università italiane: i bagni neutri sono per esempio già stati inaugurati, proprio lo scorso giugno, all’Ateneo di Pisa. In autunno lo studio di fattibilità potrebbe essere già pronto: gli studenti del collettivo Alter.Polis che avevano avanzato la proposta per migliorare gli spazi universitari, avevano chiesto di aggiungere i bagni senza alcuna distinzione tra i sessi a quelli già esistenti, ma dal Senato Accademico spiegano che non è escluso che si intervenga su quelli già presenti.

In autunno lo studio di fattibilità potrebbe essere già pronto: gli studenti del collettivo Alter.Polis che avevano avanzato la proposta per migliorare gli spazi universitari, avevano chiesto di aggiungere i bagni senza alcuna distinzione tra i sessi a quelli già esistenti, ma dal Senato Accademico spiegano che non è escluso che si intervenga su quelli già presenti.

 

 

Dal MUR è stato comunicato oggi, sabato 2 luglio, che il Ministro dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, ha firmato il decreto n. 1111 che definisce, in via provvisoria, i posti disponibili per l’accesso al corso di laurea magistrale a ciclo unico in medicina e chirurgia per l’anno accademico 2022/2023.

Il potenziale formativo inserito dalle università in banca dati è di 14.740 posti per i candidati dei paesi UE e non UE residenti in Italia, a fronte dei 14.020 dello scorso anno, e di 1.136 per i candidati dei Paesi non UE residenti all’estero. Il decreto attribuisce i posti agli atenei in via provvisoria, in attesa della definizione dell’accordo che sarà assunto nell’ambito della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano.

Oltre al decreto per medicina e chirurgia, sono stati pubblicati anche gli altri decreti ministeriali (n. 1115 e 1112) che definiscono i posti disponibili, sempre provvisori, per i corsi di laurea magistrale in odontoiatria e protesi dentaria e medicina veterinaria.
In merito al primo, il potenziale formativo espresso dalle università in banca dati è di 1.330 posti, mentre per il corso di laurea magistrale in medicina veterinaria i posti sono 1.040.

123411Next