All posts tagged corsi

Il Politecnico, a seguito della richiesta pervenuta da parte della Famiglia Bertetto-Fasano, bandisce per l’Anno Accademico 2023/2024 una borsa di studio dell’importo di 2.304,15 euro in memoria di Luca Bertetto, già laureato presso il Politecnico al Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale, rivolta a iscritti/e per la seconda volta all’Anno Accademico 2023/2024 al Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale del Politecnico (classi L-9 e L-8).

Per partecipare è necessario aver effettuato la prima immatricolazione al sistema universitario italiano nell’Anno Accademico 2022/2023 a un Corso di Laurea, e aver effettuato l’iscrizione all’Anno Accademico 2023/2024 al Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale del Politecnico di Torino, classi L-9 e L-8. Inoltre, è richiesto il conseguimento di almeno 70 crediti formativi universitari entro il 2 marzo 2024, e aver presentato la domanda di riduzione della contribuzione per l’Anno Accademico 2023/2024 con ISEE/ISEE Parificato essendosi collocati non oltre la fascia di reddito 44.

SCADENZA DOMANDA

25 Marzo 2024

PUBBLICAZIONE ESITI

25 Maggio 2024

A questo link tutte le info

Niente sessione straordinaria a giugno per recuperare il tempo perso causa Covid. Le Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio hanno bocciato l’emendamento  che chiedeva di prorogare al 15 giugno l’anno accademico 2022/2023. L’obiettivo era quello di lasciare più tempo ai/alle laureandi/e che avevano vissuto i disagi del Covid-19 sulla propria carriera, inserendo una sessione straordinaria al 15 giugno ed evitando di pagare le tasse universitarie per un intero anno.

 

È online il bando per la candidatura alla sesta edizione di “Amazon Women in Innovation”, il progetto delle borse di studio finanziato da Amazon e rivolto alle giovani studentesse universitarie iscritte al Politecnico di Torino in materie dell’ambito STEM. La borsa di studio ha una durata di 3 anni e consiste in un finanziamento di €6.000 all’anno a una studentessa dell’Ateneo torinese. Inoltre, Amazon metterà a disposizione della vincitrice una mentor, ossia una manager dell’azienda che possa aiutarla a sviluppare competenze utili per la propria carriera lavorativa: dalle tecniche per creare un curriculum efficace e di interesse per le aziende, ai suggerimenti e consigli per affrontare al meglio un colloquio di lavoro.

Fino al 7 marzo 2024 possono presentare la domanda le studentesse che, entro la scadenza del bando, siano immatricolate per la prima volta nel corso dell’a.a. 2023/2024 al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica oppure al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica (Computer Engineering) presso il Politecnico, abbiano conseguito almeno 20 CFU alla data del 2 marzo 2024 con una media pesata degli esami non inferiore a 24/30 e abbiano presentato, entro la data di scadenza del bando, la richiesta di riduzione della contribuzione studentesca per l’a.a. 2023/2024. Per ulteriori informazioni visitare questa pagina.

Dichiara Claudia De Giorgi, Vice Rettrice per la Qualità il Welfare e le Pari Opportunità del Politecnico di Torino

“Ispirare e accompagnare un maggior numero di giovani donne nel loro percorso di studi e di ricerca nelle discipline STEM è un obiettivo importante in cui sia l’Università che le aziende credono fortemente e vogliono investire   – commenta la professoressa Claudia De Giorgi, Vice Rettrice per la Qualità il Welfare e le Pari Opportunità al Politecnico di Torino – per dare uguali possibilità a tutte le persone di contribuire con il proprio percorso ad un mondo che sta affrontando importanti transizioni in ogni campo, non ultimo quello del digitale. Per questo, come Politecnico di Torino anche quest’anno ci impegniamo nella collaborazione con il progetto Amazon Women in Innovation, per costruire un futuro maggiormente aperto anche alle donne nelle discipline scientifiche”.

 

“Amazon Women in Innovation” si inserisce nel più ampio programma di “Amazon nella Comunità”, attraverso cui l’azienda si impegna a creare valore nelle comunità in cui opera.

Ciascuna borsa di studio, rivolta a sette studentesse provenienti dai sette atenei coinvolti, ha una durata di 3 anni e consiste in un finanziamento di €6.000 all’anno.

Gli atenei coinvolti, oltre al Politecnico di Torino, sono l’Università degli Studi di Cagliari, il Politecnico di Milano, l’Università Federico II di Napoli, l’Università degli Studi di Palermo, l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e, da quest’anno, anche l’Università degli Studi di Catania.

Tutte le Università sceglieranno le vincitrici in base a parametri di merito e di reddito, come specificato nei bandi di gara.

Le precedenti edizioni di “Amazon Women in Innovation”

Nato nel 2018, per il sesto anno consecutivo, “Amazon Women in Innovation” mira a supportare e incentivare le giovani studentesse universitarie appassionate di materie STEM, fornendo loro un incentivo economico e un supporto strategico per affacciarsi in modo brillante e preparato al mondo lavorativo. Ad oggi, il programma ha premiato diciannove giovani meritevoli attraverso l’erogazione di 19 rispettive borse di studio, ciascuna del valore di €6.000 all’anno. Grazie alla sesta edizione, altre sette studentesse potranno accedere a questa opportunità, un’occasione durante il percorso di studi per porre le basi per la propria carriera lavorativa.

Si terrà venerdì 12 e sabato 13 aprile il prossimo Salone dell’Orientamento del Politecnico di Torino. Il Salone dell’Orientamento si terrà in presenza nel complesso delle Aule R di via Borsellino, con stand allestiti per presentare i corsi di laurea triennale e un ricco programma di incontri tematici e lezioni aperte.

In attesa di conoscere il dettaglio del programma delle due giornate del Salone, il Politecnico di Torino ha attivato da febbraio a maggio 2024 una virtual class di orientamento a cui è possibile collegarsi liberamente per incontrare il corpo docente e porre domande relative all’offerta didattica dei seguenti corsi di studio:

  • Corso di laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio
  • Corso di laurea in Civil and Environmental Engineering
  • Corso di laurea magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio
  • Corso di laurea magistrale in Georesources and Geoenergy Engineering
  • Corso di laurea magistrale in Agritech Engineering.

Dal 21 febbraio 2024, sarà attiva la procedura per richiedere un rimborso per l’iscrizione ad attività sportive. Tale contributo
è riservato agli studenti e alle studentesse vincitori di borsa di studio EDISU per l’a.a. 2023/24 e l’importo massimo  assegnabile ad ogni richiedente avente diritto è di € 100,00.

Al momento della compilazione e trasmissione della domanda online dovrai allegare alla procedura la ricevuta di pagamento
a te intestata. Saranno accettate ricevute di pagamenti effettuati a partire dal 1° settembre 2023 ed entro la scadenza di
presentazione della domanda.

In caso di attività erogata dal CUS Torino potrai invece richiedere che il pagamento, fino ad un massimo di € 100, venga
corrisposto direttamente al CUS Torino. In questo caso dovrai allegare in domanda l’iscrizione al corso del CUS Torino a te
intestata ed effettuata a partire dal 1° settembre 2023 ed entro la scadenza di presentazione della domanda.

La domanda di contributo può essere presentata dal 21 FEBBRAIO 2024 al 28 MARZO 2024 ore 12.

L’esito provvisorio della richiesta di rimborso verrà pubblicato il 9 aprile 2024 e, se necessario, potrai presentare reclamo
entro il 16 aprile 2024 ore 12; l’esito definitivo verrà pubblicato in data 23 aprile 2024 sul tuo sportello online.

Polito | Info

Giovedì 8 febbraio 2024 il Politecnico di Torino organizza l’OPEN DAY online.
Saranno previsti due differenti webinar:

  • Ore 14,00: Discorso di Benvenuto tenuto dalla Vice Rettrice per la Didattica e dalla Referente del Rettore per l’Orientamento del Politecnico di Torino
  • Ore 15,00: Modalità di ammissione per studenti con titolo italiano a.a. 2024/25 tenuto dallo staff dell’Ufficio Promozione Orientamento e Accesso

I webinar saranno fruibili in streaming dalla pagina web di seguito indicata con possibilità di intervenire attraverso una chat appositamente abilitata:

https://www.polito.it/didattica/iscriversi-studiare-laurearsi/orientarsi-nella-scelta/polito-open-days.

Venerdì 12 e sabato 13 aprile si terrà il consueto Salone dell’orientamento in presenza, presso la Cittadella Politecnica di Torino, all’interno del padiglione delle aule R in Via Borsellino n. 53. Sarà possibile visitare gli stand dei Corsi di laurea e partecipare alle lezioni tematiche e ai laboratori. Il programma della manifestazione, e la registrazione all’evento saranno pubblicate nella pagina web dedicata https://www.polito.it/didattica/iscriversi-studiare-laurearsi/orientarsi-nella-scelta/polito-open-days.

admissions tests

Sono aperte le iscrizioni per il TIL Test al Politecnico di Torino. 3 sono i tipi di Test, vale a dire TIL-I (Ingegneria), TIL-D (Design) e TIL-P (Pianificazione). 

NOVITA’

  • non sono previsti Bandi specifici per i/le candidati/e non comunitari/e residenti all’estero richiedenti visto
  • TIL esclusivamente in presenza
  • innalzamento soglia minima a 30/100 per i TIL-I, TIL-D, TIL-P
  • I/le candidati/e che intendono partecipare al TIL-I devono indicare nella sezione “Scegli il percorso” fino a 5 scelte tra i corsi di laurea dell’area dell’Ingegneria, incluso il corso di laurea professionalizzante in Tecnologie per l’industria manifatturiera, in ordine di preferenza.

Il TIL si svolge in presenza presso i laboratori informatici della sede centrale del Politecnico di Torino. Per iscriverti ad un TIL dovrai registrarti alla piattaforma Apply@PoliTO.

La prova consiste nel rispondere a 42 quesiti in h. 1.30, i quesiti sono suddivisi in 4 sezioni relative a 4 diverse aree disciplinari. Il numero di quesiti e il tempo a disposizione per ogni sezione sono così ripartiti:

  • 16 quesiti di Matematica in 36 minuti
  • 10 quesiti di Comprensione del testo e Logica in 20 minuti
  • 10 quesiti di Fisica in 22 minuti
  • 6 quesiti di Conoscenze tecniche di base in 12 minuti

L’accesso ai corsi di laurea a numero programmato locale per l’a.a. 2024/25 prevede il superamento di soglie minime e di garanzia, così come dettagliato di seguito.

La soglia minima per l’inserimento in graduatoria è stabilita in 30/100.

La soglia di garanzia per l’accesso ai corsi di laurea è stabilita in 60/100; tale punteggio consente al/alla candidato/a di immatricolarsi al corso di laurea di prima preferenza.

Domenica 3 marzo 2024  prenderà il vai l’undicesima edizione di JUST THE WOMAN I AM.

Una novità per l’edizione 2024: la partenza sarà da piazza Vittorio Veneto e l’arrivo in piazza San Carlo.  Sempre presso la suggestiva piazza San Carlo di Torino verrà allestito il Villaggio della Prevenzione e del Benessere nelle giornate dell’12 e 3 marzo. Il Villaggio è un’occasione di incontro, dialogo e festa tra il mondo accademico, l’eccellenza sanitaria italiana, i cittadini e le scuole. Un evento nell’evento che accoglierà stand dedicati alle visite preventive gratuite, al counseling e alla presentazione delle associazioni no profit, a convegni e webinar divulgativi. Il villaggio verrà realizzato grazie al supporto dell’Università degli Studi di Torino, del Politecnico di Torino, della Fondazione Collegio Universitario Einaudi, dell’Edisu Piemonte, dell’ASL Città di Torino, dell’A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino e delle numerose associazioni che ormai da anni aderiscono alla manifestazione.
JTWIA è cresciuta edizione dopo edizione e continua ad evolversi ogni anno! Un cammino che l’ha portata a essere più sostenibile, innovativa ed eco friendly. Ha arricchito la piattaforma della comunicazione, riproponendo il tradizionale Spazio Incontri in piazza con una nuova veste: una suggestiva cupola trasparente in piazza San Carlo. Inoltre è ormai un evento diffuso su scala globale. Tutto questo senza mai tradire gli ideali che la contraddistinguono: la prevenzione gratuita, i corretti stili di vita, l’inclusione e la parità di genere. Da sempre JTWIA si svolge rigorosamente nella prima settimana di marzo, in concomitanza della Giornata Internazionale della Donna.

R101 è la radio ufficiale dell’edizione 2024. Sarà presente a Torino con i suoi talent per intrattenere i presenti con la sua musica e un occhio di riguardo a solidarietà e inclusione, cifre distintive dell’emittente.

L’ultima edizione ha battuto tutti i record: nel 2023 sono stati oltre 22mila gli iscritti alla corsa-camminata non competitiva di 5 chilometri. La donazione per partecipare a JTWIA è a offerta libera a partire da 20 euro a persona. Sarà possibile partecipare all’evento sia in Presenza, con partenza alle ore 16.00 dalla splendida piazza Vittorio Veneto a Torino, oppure in modalità Virtual, scegliendo in autonomia il luogo di svolgimento, il proprio percorso di 5 km e condividendo l’esperienza sui Social. La modalità Virtual si conferma anche per l’edizione 2024, come ulteriore possibilità per i Singoli iscritti e per i Gruppi JTWIA di tutto il mondo di partecipare “distanti ma uniti”. I Team JTWIA sono, da sempre, il cuore pulsante della manifestazione, il modo migliore per sostenere la ricerca universitaria e per vivere più intensamente l’esperienza di JTWIA fin dal primo passo, quello dell’iscrizione, con la possibilità di personalizzare il retro della maglietta con un logo a scelta senza costi aggiuntivi con un minimo di 20 iscritti. Ogni partecipante all’evento potrà scegliere la modalità di iscrizione (in Presenza/Virtual, Singola/in Gruppo) sulla pagina dedicata del sito https://jtwia.org/iscrizioni/ e potrà ricevere Kit di Iscrizione e Welcome Bag direttamente a casa (con la maggiorazione di 3 euro per il servizio di consegna) oppure optare per l’acquisto del kit iscrizione presso i punti di ritiro diffusi sul territorio torinese, grazie alla partnership con DECATHLON ITALIA.

Dall’edizione 2024 il Gruppo Gattinoni è sostenitore principale della manifestazione. Ma tanti sono i partner sostenitori di JTWIA: Lauretana, Decathlon, ITT, Boella e Sorrisi, Nova Coop, Iveco Group, Larc, Yogi Tea, Mercatino, Iren, Pastiglie Leone, Fantolino, Tecnocasa, Battaglio, ESCP, il Comitato Organizzatore dei Giochi di Torino 2025 e la stessa R101.

Infine agli Istituti Scolastici è dedicato il programma del Villaggio della Prevenzione di venerdì 1 marzo. Supportato dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, il progetto approfondirà, tra le altre, due delle tematiche più vicine alla Generazione Z: le dipendenze e i disturbi del comportamento alimentare. I ragazzi e i docenti delle Scuole Secondarie di I e II Grado possono accedere a un vero e proprio percorso didattico “a misura di studente” che li vede protagonisti in dibattiti e incontri (https://jtwia.org/scuole/).

Dal 15 gennaio al 30 giugno 2024 è attiva la procedura online per presentare istanza di rimborso tassa regionale per il diritto allo studio universitario a.a. 2023/2024.

Cos’è la tassa regionale
E’ un contributo che gli studenti sono tenuti a pagare, ai sensi del D. Lgs 68/2012 e della legge regionale del 1 agosto 1996 n. 53, al momento dell’immatricolazione o iscrizione ad ogni anno accademico per i corsi di laurea, laurea specialistica a ciclo unico, laurea magistrale, dottorati e scuole di specializzazione.

Come si paga

La versi direttamente alla tua università all’atto dell’iscrizione.
Per sapere come fare consulta il sito web del tuo ateneo o rivolgiti agli uffici che se ne occupano.

Il rimborso della tassa che hai versato

Puoi chiedere il rimborso esclusivamente della quota della tassa regionale per il diritto allo studio universitario (EURO140,00), non invece gli eventuali importi aggiuntivi come le spese di bollo virtuale o altri oneri.
Gli studenti che hanno versato esclusivamente l’importo di 16,00 EURO non devono compilare la richiesta di rimborso.

IMPORTANTE

La domanda di rimborso non va presentata per le/i borsiste/i vincitrici/tori o idonei poichè nel loro caso il rimborso della tassa regionale avviene d’uffcio.

La presenza delle donne nei settori STEM (acronimo che sta per Science, Technology, Engineering and Mathematics) è una questione importante e dibattuta da molti anni. Nonostante i progressi fatti negli ultimi decenni, le donne continuano ad essere sottorappresentate in questi campi, sia in termini di occupazione che di partecipazione agli studi: due aspetti strettamente legati fra loro.

Diverse sono le iniziative, anche a livello degli atenei locali, per colmare il divario di genere nel settore STEM.

Ecco perché 8 anni fa è stata istituita una Giornata Internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza, voluta dall’ONU, che ogni 11 febbraio fa il punto su una questione che più che mai andrebbe normalizzata, ossia il pregiudizio: ciò che ha ostacolato storicamente le donne, un fatto culturale e non biologico.

Secondo gli ultimi dati diffusi dall’UNESCO, il 28% dei ricercatori in tutto il mondo è donna. Solo il 30% di tutte le studentesse sceglie i campi legati alle discipline STEM nell’istruzione superiore. A livello globale, l’iscrizione delle studentesse è particolarmente bassa nei settori delle ICT (3%), delle scienze naturali, della matematica e della statistica (5%) e dell’ingegneria delle costruzioni (8%).

In Italia i numeri parlano chiaro: su 100 donne laureate, solo 17 hanno un titolo in discipline STEMcontro 35 uomini (Istat, 2021).

A livello locale, i due principali atenei torinesi sono da tempo impegnati nelle politiche di inclusione e di valorizzazione delle differenze.

POLITECNICO DI TORINO

Tra le iniziative più significative, segnala:

  • Congedo di maternità retribuito: PoliTo è fra i pochi atenei italiani che lo offrono, sostenendo le neo-mamme in questo importante periodo.
  • Gruppi di ricerca sulle questioni di genere (GReG PoliTo): potete unirvi ai nostri gruppi di ricerca dedicati all’esplorazione e alla risoluzione delle questioni di genere nei settori STEM.
  • Programmi di mentorship per fornirvi una guida e un supporto da parte di docenti e professionisti esperti nel vostro campo.
  • Politiche a favore della famiglia, con orari flessibili, baby parking e la possibilità di lasciare i figlie e le figlie di età compresa tra 1 e 3 anni all’asilo nido interno. Questo aiuta a gestire le vostre responsabilità sia al lavoro che a casa.
  • Il progetto WeAreHERe con un desk informativo settimanale, gestito da studentesse borsiste, per discutere di dubbi o domande.
  • Incontri PoliWo (PoliTo for Women) di discussione bimestrali con docenti dell’ateneo sui temi della parità di genere e diversity, che offrono l’opportunità di fare rete e di acquisire preziose conoscenze da professioniste esperte.

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO

L’Ateneo torinese ha messo in piedi il progetto #tuit4STEM – Turin University Interdisciplinary Team for STEM education. L’obiettivo del progetto é di aprire i laboratori didattici nell’ambito delle STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) dell’Università di Torino ai ragazzi e alle ragazze dell’ultimo anno delle scuole secondarie di secondo grado.

Il progetto presenta alcune future prospettive professionali e promuove una maggiore presenza femminile nel settore STEM.

Inoltre, propone percorsi formativi con attività hands on e veri esperimenti ad alta tecnologia sotto la guida di personale esperto, una caccia al tesoro online, dei giochi educativi in scatola, un concorso e una mostra fotografica e l’allestimento di uno spettacolo teatrale sulle vite di scienziate e scienziati che si sono distinti nel campo della farmacologia, medicina e biologia per coinvolgere anche la società.

 

123423Next