All posts tagged covid

Per quanto riguarda le lezioni dei corsi di studio relativi al Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino, il Consiglio di Dipartimento straordinario ha definito che:

  • le lezioni per l’anno accademico 2021/2022 saranno in presenza e la capienza delle aule inizialmente al 50%, ipotizzando di arrivare al 100% compatibilmente con la situazione sanitaria nazionale;
  • contemporaneamente alla lezione, sarà disponibile lo streaming per studentesse e studenti che seguono le lezioni da remoto. La registrazione della lezione sarà invece disponibile a discrezione del/della docente;
  • nel caso di positività al COVID-19, lo studente o la studentessa dovrà tempestivamente comunicarlo via mail alla Direttrice del Dipartimento (daniela.converso@unito.it) oltre a segnalarlo all’ATS di riferimento;
  • per accedere alle aule in ogni caso bisognerà prenotare il proprio posto con il servizio di student booking, essere in possesso di Green pass, indossare la mascherina, igienizzare le mani e garantire il distanziamento.

 

Tamponi gratuiti prima del ritorno in aula anche nelle università. Dal 1 al 15 ottobre, chi vorrà potrà sottoporsi al test per verificare di non essere positivo al virus. La possibilità riguarda il personale universitario docente e non docente, gli studenti, le studentesse, le/gli ospiti e le/gli operatrici/tori delle residenze universitarie che potranno recarsi in una serie di hub (l’elenco è sul sito della Regione Piemonte) senza prenotazione e fare il tampone. Un’ulteriore sicurezza che si aggiunge all’obbligo di Green Pass per entrare nelle strutture universitarie già previsto dalle norme nazionali.

L’iniziativa si aggiunge a quelle già messe in campo dai singoli atenei (il Politecnico ad esempio ha previsto di fare oltre 900 test a settimana) e fa parte della campagna Scuola sicura, già lanciata dalla Regione a metà settembre per l’inizio delle scuole dell’obbligo a cui però hanno aderito appena 6.802 tra personale e studenti/esse.

Il nuovo anno accademico é alle porte e porta un’importante novità per studentesse e studenti universitari la frequenza alle lezioni in presenza a precise regole. Vediamole insieme

Per quanto riguarda l’Università degli studi

  • L’ingresso alle aule sarà permesso solo a chi é in possesso della certificazione verde COVID-19, il c.d. “Green Pass”e previa prenotazione sull’app MyUnito;
  • E’ in ogni caso obbligatorio usare la mascherina, igienizzare le mani e garantire il distanziamento;
  • per accedere ai locali dell’Università bisogna mostrare il proprio QRcode e sedersi nei posti assegnati.

Per quanto riguarda il Politecnico di Torino, vale naturalmente la stessa prescrizione tale per cui

  • dal 1° settembre, tutto il nostro personale e tutti gli studenti potranno accedere ai locali dell’Ateneo solo se in possesso di Green Pass o di “Certificazione di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19” rilasciata secondo i criteri definiti dal Ministero della salute;
  • le verifiche della certificazione saranno effettuate ai varchi di ingresso da personale opportunamente istruito e delegato, utilizzando esclusivamente strumenti  aderenti alla normativa sulla privacy (attualmente l’applicazione VerificaC19).  Nei confronti degli studenti e delle studentesse le verifiche potranno essere effettuate a campione;
  • Il Politecnico, in collaborazione con la Regione Piemonte e l’Università di Torino, si è attivato per promuovere, insieme  all’hub vaccinale, anche un servizio di esecuzione, a prezzi agevolati, dei test antigenici per studenti e operatori degli Atenei.

 

 

Ecco un breve riepilogo delle principali regole per l’accesso all’Università dal prossimo 1° settembre.

  • Dal 1° settembre 2021 al 31 dicembre 2021 le studentesse e gli studenti universitari devono essere in possesso della certificazione verde COVID-19 per la partecipazione alle attività didattiche in presenza;
  • nello stesso periodo, tutto il personale universitario deve essere in possesso ed é tenuto ad esibire la certificazione verde (Green pass) COVID-19;
  • l’obbligo non riguarda il personale docente e tecnico amministrativo oltre a studentesse e studenti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica;
  • la modalità di svolgimento degli esami della prossima sessione autunnale é a discrezione dei/delle docenti. Consultate pertanto le pagine dell’esame di vostro interesse per conoscere la modalità adottata dal/la docente.
  • Se la modalità scelta per lo svolgimento dell’esame sarà in presenza, lo studente o la studentessa potrà chiedere di sostenerlo a distanza nel caso in cui si trovi in una condizione di comprovata fragilità, residenza o domicilio fuori Regione o infine per assenza temporanea dal territorio regionale per motivazioni documentabili.
Admission Tests Test di ammissione

Tra poco avranno luogo diversi test di ammissione per corsi di laurea ad accesso programmato dell’Università di Torino. I test saranno in presenza rispettando una serie di prescrizioni a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Ecco le date dei prossimi test

Ricorda che dovrai portare con te:

  • Certificazione Verde COVID-19 valida o l’esito di un tampone negativo nelle ultime 48 ore
  • Mascherina di tipo FFP2
  • Autocertificazione compilata (non sostituisce la Certificazione Verde) per:
    – Medicina Veterinaria
    – Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria
    – Medicine and Surgery (Medicina e Chirurgia in lingua inglese)
    – Professioni Sanitarie

– Scienze della Formazione Primaria

Corsi di Laurea Magistrale del Dipartimento di Management 

 

  1. Documento di identità valido inserito in fase di iscrizione al test.

Evita gli assembramenti e mantieni le distanze interpersonali, anche nelle aree esterne alla sede del test e igienizza con cura le mani, utilizzando gli appositi dispenser che troverai nell’area concorsuale

Segui con attenzione le indicazioni che fornirà il personale di vigilanza.

Ricorda: in aula non potrai tenere con te borse, zaini, libri, penne, matite, materiale di cancelleria -o qualsiasi altro strumento per la scrittura-, manuali, testi scolastici, riproduzioni anche parziali di essi, appunti manoscritti, fogli in bianco e materiale didattico e/o di consultazione, telefoni cellulari, palmari, smartphone, smartwatch, tablet, auricolari o altri strumenti simili, etc.

 

Potrai portare con te bevande, ma non sarà possibile consumare alimenti (a eccezione di necessità comprovata da certificazioni mediche).

Da oggi, lunedì 15 marzo, il Piemonte diventa zona rossa per almeno due settimane, con restrizioni al massimo livello dal 15 al 28 marzo, e in anticipo di due settimane rispetto al lockdown nazionale deciso dal governo dal 3 al 5 aprile.

Per quanto riguarda le aule studio Edisu, saranno perciò tutte chiuse da lunedì fino almeno a domenica 28 marzo compreso.

Controllate la pagina internet dedicata all’emergenza Covid sul sito di Edisu Piemonte per ogni aggiornamento.

Lezioni in presenza per il secondo semestre da febbraio, vediamo come 

Politecnico e Università di Torino si stanno muovendo verso il ritorno in aula di studentesse e studenti per il nuovo semestre alle porte. Infatti da febbraio si tornerà in aula, in presenza, ma le nuove iscrizioni avranno la precedenza.

Dad si, o Dad no, questo è il dilemma. Al Politecnico si andrà almeno un giorno in presenza, e priorità alle matricole all’Università di Torino. Il Ministro dell’Istruzione Gaetano Manfredi parla di un 50 per cento di lezioni dal vivo: “Il sistema universitario italiano, in questo momento di estrema difficoltà, ha avuto una straordinaria reazione. Nel 2020 abbiamo avuto un numero di laureati e di esami sostenuti che è perfettamente in linea con il 2019 e in alcuni casi anche superiore come numero” dice Manfredi, partecipando in videoconferenza all’inaugurazione del nuovo anno accademico dell’Università di Camerino. 

Per il secondo semestre ci si aspetta una media di 3 mila – 5 mila studentesse e studenti, ogni giorno, presenti al Politecnico, spiega il Rettore Saracco: “Ci troviamo in una situazione non semplice: sarà il semestre più critico perché ci saranno ancora le difficoltà della pandemia, ma la capacità di sopportazione è molto diminuita”. Una scelta non facile ed un piano d’azione sicuramente da costruire. Il Politecnico amplia i suoi spazi, infatti si stanno ultimando le aule R di via Boggio, ideali per la situazione emergenziale. Nel piano del Politecnico il 30 per cento dell’aula sarà occupata nel pieno rispetto dei criteri di sicurezza. La didattica si terrà nella sede centrale, al Castello del Valentino, a Mirafiori e al Lingotto. Il rettore Saracco continua: “Dobbiamo aprire più sale studio del solito, finanziate sia da noi, UniTo ed EDISU – Servono sale studio diffuse in città”.

L’Università di Torino punta invece sulla nuove matricole e il Rettore Geuna parla di una priorità data alla didattica esperienziale, che nell’Ateneo torinese è particolarmente significativa e differenziata per ogni disciplina. Si tratta di laboratori dove la presenza di studentesse e studenti è di fondamentale importa, occorre quindi una giusta pianificazione delle lezioni. In presenza si, rispettando sempre le direttive sanitarie contro il Covid 19, ma non ci si dimentichi della Dad, la tanto criticata didattica a distanza, che in questi mesi ha permesso a molte e molti di seguire le lezioni e sostenere gli esami, anche durante il difficile momento di pandemia che stiamo vivendo, sarebbe auspicabile, magari, una compresenza dei due metodi di far didattica: a distanza e in presenza. 

 

Ylenia Covalea

Fonte Torino.repubblica.it

Seguici su Instagram e Facebook

La campagna di vaccinazione anti Sars-CoV-2 partirà giovedì 10 febbraio 2021 per proseguire fino al giorno 23 febbraio 2021. Hai tempo per prenotarti fino al 6 febbraio 2021 👉🏾 https://bit.ly/3ixTHlh
💉 La vaccinazione è rivolta a studentesse e studenti di:
• Medicina e Chirurgia (Polo di Torino);
• Professioni Sanitarie;
• Odontoiatria e Protesi Dentaria;
• Biotecnologie Mediche (coorti 2019/2020 e 2020/2021);
• Biotecnologie Molecolari (coorti 2019/2020 e 2020/2021);
• Biotecnologie (triennale, coorte 2018/2019).
🩺 Dove?
• Presidio Molinette (Reparto Chirurgia Maxillo-Facciale)
• Presidio CTO (15° piano)
• Presidio O.I.R.M. — S.ANNA (Reparto Week Surgery , S. Anna)
💊 Per informazioni e modalità di prenotazione: https://bit.ly/3ixTHlh
❕Prima di accedere alla vaccinazione va letta l’informativa che hai ricevuto via mail, la quale andrà stampata, compilata e consegnata in ambulatorio.
📩 Per informazioni o dubbi manda una mail a vaccmed.unito@gmail.com
Via libera alla sperimentazione dei test salivari Covid sviluppati dall’Università di Torino
🔬 Partirà la sperimentazione dei test salivari prodotti dall’Università di Torino, si tratta di test per riscontrare il Covid meno invasivi rispetto al classico tampone naso faringeo, infatti il prelievo della saliva viene eseguito con una pipetta. I test verranno utilizzati all’hotspot dell’Allianz Stadium di Corso Scirea.
“Questa iniziativa è una ulteriore conferma della relazione virtuosa tra l’Università, la Regione e territorio”: così di esprime il Rettore dell’Università di Torino, Stefano Geuna.
Immatricolazioni e Covid, sono scese drasticamente oppure la situazione è stabile? Vediamo l’andamento delle nostre università sul territorio piemontese. Il Piemonte è tra le regioni italiane più colpite dalla pandemia, ma pare che questo non abbia influito sulla volontà di studentesse e studenti di iscriversi all’università.

Uno studio condotto da IRES Piemonte ci permette di avere uno sguardo ampio rispetto la situazione degli atenei piemontesi, vediamo cos’è emerso. Sembra che le immatricolazioni per quest’anno, complessivamente, non abbiano risentito troppo degli effetti negativi del Covid19, le università piemontesi si sono preparate alla didattica a distanza che è tornata ad essere una realtà, in modo da permettere a tutte e tutti di proseguire il percorso universitario, a dispetto della difficile situazione che stiamo vivendo. Politecnico di Torino e UniTO hanno investito fondi per la distribuzione gratuita agli studenti e alle studentesse, in comodato d’uso, di computer portatili, tablet, router e sim, a sostegno come intervento diritto per favorire la fruizione della didattica a distanza.

Arriviamo a parlare di percentuali, il Piemonte Orientale ha visto un incremento del 3,5 per cento delle iscrizioni, incremento sostanziale si è registrato nelle facoltà in ambito medico, esse contano 577 immatricolazioni rispetto alle 399 dell’anno precedente, in totale, sono 3.926 gli studenti e le studentesse che frequentano UPO, l’Università del Piemonte Orientale. In tutto il resto della regione i dati rispecchiano una situazione pressoché stabile. Secondo il dossier di IRES che analizza la situazione geografica, calano studenti e studentesse residenti sul territorio piemontese, a fronte di un aumento dei fuorisede, in particolare coloro che provengono da oltre Ticino.

 

 

L’Università degli Studi di Torino vanta oltre 13 mila studenti e studentesse che alzano la soglia delle iscrizioni al 6 per cento, grazie anche ai vincitori e alle vincitrici delle graduatorie dei test di Medicina. Calano di poco le iscrizioni tra coloro che risiedono in Piemonte (-2 per cento) e nel Sud Italia, aumentano i fuorisede (6 per cento) insieme ad una crescita di studenti e studentesse internazionali (3 per cento), aumentano del 48 percento , invece, i provenienti dalla Lombardia.

 

Meno iscrizioni a Giurisprudenza, Economia, Statistica per le Organizzazioni e Scienze Politiche, studenti e studentesse preferiscono i corsi teledidattici: Amministrazione Aziendale e Scienze dell’Amministrazione. Cala drasticamente, invece, la percentuale di immatricolazioni a Scienze Gastronomiche, con il 22 per cento di iscrizioni totali in meno.

 

Studio IRES Piemonte | Fonte Corriere Torino

 

Ylenia Covalea


 

12Next