All posts tagged studenti

Pacchetto office gratuito
Microsoft Office gratis per gli studenti, le studentesse e i docenti
dell’Università degli Studi di Torino, del Politecnico di Torino e all’istituto Europeo di Design (IED)

 

Studenti e docenti sono idonei per Office 365 Education.

Word, Excel, PowerPoint e tutti i programmi Microsoft Office sono disponibili gratuitamente in download.

Non è una versione di valutazione!

 

Per averlo, è sufficiente immettere un  nel form al seguente link.

A questo link puoi trovare la lista completa delle Università italiane a cui Microsoft concede il Download gratuito del Pacchetto Office.

Per conoscere altre risorse, template, strumenti per la scuola, formazioni e certificazioni messi a disposizione da Microsoft visita il sito.

home food

Dall’Università di Genova arrivano le home food, aule-pranzo dove poter riscaldare e mangiare comodamente i pasti portati da casa. “Siamo stanchi di mangiare in corridoio, di non trovare posto per studiare, di mangiare cibo freddo” protestavano a gran voce, qualche settimana fa, gli Spazi-entiti di Torino, gruppo di studenti che al Campus Luigi Einaudi denunciava mancanza di spazi dove poter consumare i baracchini portati da casa. Se Unito non si è mossa, Genova è invece un esempio da imitare.

Il disagio del pranzo è trasversale. A Genova come a Torino gli studenti devono organizzare la propria giornata in università, decidere cosa e dove mangiare, incastrare il pranzo tra una lezione e l’altra. Così, alcuni decidono portare il cibo da casa: baracchini, tupperware e schiscette. Comincia poi la ricerca del posto dove consumare il pasto, rigorosamente freddo.

Paolo Comanducci, rettore di Unige, ha così deciso “di rispondere alle sempre crescenti richieste degli studenti”. Le aule home food sono state dotate di forni a microonde, tavoli e sedie, lavandini per lavarsi le mani e wi-fi libero. E Torino? Nessuna risposta concreta finora, ma l’Università degli Studi dispone oggi di un caso-studio virtuoso a cui prestare attenzione: quello di Genova.

ResiDance party 2018
Venerdì 22 giugno è tempo di ResiDance Party!

Il ResiDance Party è la festa annuale degli studenti delle Residenze universitarie EDISU Piemonte. Anche quest’anno è previsto un ricco calendario di eventi: la premiazione delle finali dei tornei sportivi, mostre, DJ set, grande abbuffata e il food&beverage.

A fare da cornice sarà la Residenza universitaria Olimpia!

Lungo Dora Siena 104 – Torino

Per ogni informazione:

e-mail: inforesidenze@edisu-piemonte.it
Evento Facebook

Vi aspettiamo!

Murazzi Student Zone

È ora. Si riparte. Prepara i libri… Riapre la Murazzi Student Zone!

Inaugurazione mercoledì 6 giugno

Programma della giornata:
Ore 11.00 – 12.00 Conferenza stampa
Ore 12.30 – 18.30 Si torna a studiare!
Ore 19.00 – 22.00 Re-Start Party, con aperitivo e DJ Set!

Segui l’evento su Facebook!

Grazie allo stanziamento di oltre 50mila euro la Murazzi Student Zone tornerà ad essere un un punto di riferimento, un luogo di incontro, di studio e di scambio aperto a giovani e studenti, uno spazio accogliente e piacevole sulle rive del Po.

Dopo il disastro dell’alluvione che nel 2016 danneggiò la struttura rendendola completamente inagibile, il 25 novembre 2017, ad un anno esatto, iniziarono i lavori di ristrutturazione. Oggi sono finalmente terminati. Gli impianti elettrici sono stati rimessi a nuovo, così come l’intonaco, le porte d’accesso e gli arredi interni; i servizi igienici sono stati ripristinati.

La messa a disposizione dell’aula studio si inseriva, e si inserisce tutt’ora, nel proseguimento delle opere di riqualificazione delle arcate dei Murazzi del Po, assai frequentate in special modo dagli studenti universitari.

Segui Murazzi Student Zone su Facebook.

 

Enjoy-the-Difference

COS’ E’ ENJOY THE DIFFERENCE (ETD)?
ENJOY THE DIFFERENCE è un progetto nato nel 2011 dalla collaborazione di un gruppo di studenti e docenti dell’Università di Torino, Comune di Torino – Servizio Passpartout e alcune associazioni.

L’intendo primario di ETD è coniugare l’esigenza degli studenti di trovare una casa ad un prezzo ragionevole e l’esigenza di promuovere la vita indipendente delle persone con disabilità attraverso soluzioni abitative e arricchimento della rete sociale. Si tratta di una convivenza alla pari della durata di un anno fra studenti universitari e giovani con disabilità motoria o sensoriale, durante la quale non sono presenti attività strutturate o specifici orari da rispettare. Il progetto è rivolto agli studenti dell’Università di Torino e giovani con disabilità e prevede dei nuclei di coabitazione in Torino, formati da gruppi misti.

PERCHE’ ENJOY THE DIFFERENCE?
La sfida è proporre la diversità come occasione:

  • Perchè ognuno ha il diritto di una vita indipendente su base di uguaglianza con gli altri, come sancito dalla Convenzione ONU dei diritti delle persone con disabilità.
  • Perchè il riconoscimento delle differenze sia un punto di partenza, un luogo fertile dove trovare un’occasione di arricchimento.
  • Per crescere, per vivere nuove esperienze, per mettersi alla prova nell’incontro e nella conoscenza dell’altro.

ETD intende promuovere un cambiamento di prospettiva: studenti e ragazzi con disabilità insieme per andare oltre gli stereotipi e i luoghi comuni. Ragazzi disabili con voglia di divertirsi e vivere la propria vita, invece di sofferenza e limite, studenti con senso di responsabilità, idee sul futuro e capacità di inventarsi modi nuovi di partecipare, invece di ragazzi svogliati e passivi che si trascinano da un’aula all’altra.

COME FARE PER PARTECIPARE?
Tutti gli studenti universitari e tutti i giovani con disabilità motoria o sensoriale in cerca di una casa, possono candidarsi per diventare futuri coinquilini!
E’ semplice, basta compilare il form on-line qui: https://www.centrostudidivi.unito.it/progetti/etd

Sicilia Coast to Coast

Ancora una settimana di tempo per iscriversi alla Summer School “Sicilia coast to coast: camminare in territori vulnerabili”.

L’iniziativa porterà, nel periodo dal 19 al 29 agosto 2018, 30 studenti e ricercatori in Sicilia per un suggestivo viaggio a piedi. L’itinerario, da Mazara del Vallo a Palermo, servirà a studiare sul campo i territori segnati dagli incendi, riflettendo su politiche adottate e conseguenze della catastrofe.

Mazara, Selinunte, Salemi, Segesta, Monreale, Palermo. Queste sono solo alcune delle città  che verrano percorse a piedi durante il coast to coast promosso dal Laboratorio del Cammino (Ldc), network di studenti e ricercatori  nato nel 2017 nel quadro dell’attività di didattica e ricerca promossa dal Dipartimento di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio (DIST) del Politecnico di Torino.

Il Laboratorio del Cammino intende il viaggio del pedone come esperienza stimolante, in grado di cogliere i profili e le trame nascoste dei luoghi. Il pedone osserva, attraversa, guarda e ascolta la città “dal basso”, indaga le modalità quotidiane di frequentazione e uso degli spazi.

Per partecipare è necessario inviare entro lunedì 30 aprile 2018 curriculum vitae e lettera di motivazione a:
laboratoriodelcammino@gmail.com.

Soluzioni abitative temporanee, brevi soggiorni

Per chi vuole visitare Torino, per chi ha bisogno di soggiornare in città solo per qualche mese o ancora per chi sta cercando una sistemazione definitiva, è possibile trovare soluzioni temporanee in residenze che accolgono giovani fuori sede, studenti, lavoratori e turisti, a costi accessibili.

Stai organizzando una vacanza? Devi venire a Torino per sostenere un esame? Oppure hai un impegno di lavoro, un’opportunità della vita da prendere al volo. Per tutte queste esigenze la città di Torino ha a disposizione soluzioni abitative temporanee.

Eccone alcune.

 

CASA PER FERIE 

Negli ultimi anni EDISU ha attivato il servizio Casa Per Ferie, che dà la possibilità la possibilità a chi viene a Torino per lavoro o semplicemente in vacanza, di soggiornare comodamente presso le Residenze Universitarie (in camera singola o doppia) a tariffe vantaggiose, secondo la disponibilità dei posti letto al momento della prenotazione.
Le Residenze universitarie previste dal servizio Casa Per Ferie sono ubicate a Torino, nelle immediate vicinanze del centro città e degli Atenei.

Il servizio è rivolto a:

  • docenti, ricercatori, post dottorati e partecipanti ad attività, progetti e iniziative di interscambio culturale e scientifico, promossi dagli atenei piemontesi;
  • studenti partecipanti a Master, Summer School, tirocini, progetti Erasmus;
  • familiari degli studenti;
  • privati, aziende, Enti ed Associazioni.

Consulta il regolamento del servizio.

Per verificare la disponibilità e prenotare il tuo soggiorno contatta:

ospitalita@edisu-piemonte.it
Telefono: + 39 011 6531063 – 1042
Fax: + 39 011 6531161


LUOGHI COMUNI

Luoghi Comuni è una Residenza Temporanea a Porta Palazzo, nel cuore della città, che offre ospitalità e soluzioni abitative a prezzi calmierati, da 1 giorno a 18 mesi.

 

In particolare, il servizio si rivolge a:

  • Lavoratori e personale in formazione provenienti da fuori Torino, per i quali la Residenza Temporanea costituisce una sistemazione abitativa per il periodo di permanenza in città oppure una soluzione transitoria durante la ricerca un alloggio adeguato alle proprie esigenze.
  • Persone che si recano a Torino per visitare o utilizzare i servizi della città e alle quali la Residenza Temporanea offre una soluzione residenziale a costi contenuti, una molteplicità di servizi e attività e l’opportunità di conoscere l’area di Porta Palazzo.
  • Persone in situazione di stress abitativo, ossia che hanno necessità di  una nuova soluzione abitativa (a causa di una separazione, di uno sfratto per finita locazione, del cambio di impiego o riduzione del reddito, ecc.) e che, in attesa di trovarla, possono utilizzare la Residenza Temporanea come ponte tra la vecchia e la nuova casa.
  • Persone in emergenza abitativa, che necessitano di una sistemazione abitativa in tempi brevi, in attesa che gliene venga fornita una stabile dalle istituzioni locali.

È possibile scegliere tra monolocali e bilocali, arredati, moderni, completi di bagno e cucina.

I canoni della Residenza Temporanea sono inferiori a quelli di mercato; le spese per le utenze risulteranno molto contenute grazie all’adozione di soluzioni impiantistiche innovative, così da limitare il peso complessivo delle spese abitative.

Visita il sito web per conoscere meglio le tipologie di alloggi, le tariffe e i servizi offerti.

La residenza si trova in Via Clemente Damiano Priocca 3 – Torino.
Contatti per maggiori info e booking:
Email: portapalazzo@luoghicomuni.org
Telefono: 0110881132
Fax: 0110881180


DORHO – Don Orione Housing

Dorho, uno sviluppo del progetto Sis.Te.R. – Sistemazione Temporanea Residenziale, è un servizio di co-housing nel centro di Torino per dare una risposta a chi cerca una soluzione abitativa temporanea.

Disponibili 40 camere arredate e di varia grandezza, dedicate a piccoli nucleo famigliari, studenti o singoli. E’ fornita di spazi comuni per i servizi di lavanderia, cucina, sala studio, ricreazione e cappella.

Nasce da un’idea della Caritas diocesana di Torino in collaborazione con la Cooperativa Synergica ed il Comune di Torino.

La residenza si trova in Corso Principe Oddone 22 – Torino

Contatti per maggiorni info e booking:
Email: dorho.torino.@gmail.com
Telefono: 388 32 54 331


Il portale Torino Giovani presenta l’elenco di altre possibili soluzioni abitative temporanee e degli ostelli presenti a Torino.

international student Studenti internazionali Unito

Se sei in possesso di un titolo di studio ottenuto all’estero e vuoi iscriverti per la prima volta ad un corso di laurea dell’Università degli Studi di Torino devi presentare una domanda di ammissione preliminare tramite l’application on line Apply@UniTo entro e non oltre il 30 aprile 2018.

L’application deve essere compilata personalmente e i dati inseriti e i documenti allegati devono corrispondere a verità.

A partire dalle immatricolazioni per l’a.a. 2017-2018, l’Università degli Studi di Torino ritiene idonei per l’immatricolazione ai corsi di laurea di primo livello solamente i titoli esteri ottenuti al termine di un periodo scolastico di almeno 12 anni, che siano stati ottenuti frequentando almeno due anni di corso del sistema estero.

Ulteriori informazioni sono disponibili alla sezione Internazionalità del portale di UniTo.


Per avere maggiori dettagli e controllare la documentazione richiesta per l’iscrizione si consiglia di recarsi all’Infopoint dell’Ateneo.

Indirizzo: Palazzo degli Stemmi, Via Po, 29 – 10124 Torino
Telefono: (+39) 011 6703020-3021
L’Infopoint è aperto secondo i seguenti orari:
lunedì e venerdì: dalle 9.00 alle 16.30
martedì-mercoledì-giovedì: dalle 9.00 alle 19.00


Inoltre, l’Università mette a disposizione uno sportello per studenti internazionali in possesso di titolo estero.

Indirizzo: vicolo Benevello 3A (I piano) – 10124 Torino 
Telefono: (+39) 011 6704498-4499
Fax: (+39) 011 6704494
Lo sportello studenti internazionali è aperto secondo i seguenti orari:
da lunedì a venerdì 9.00 – 11.00
martedì, mercoledì e giovedì anche 13.30 – 15.00
Avvertenza: gli utenti possono accedere allo sportello previo ritiro di biglietto con numero progressivo in distribuzione presso il Totem presente nell’atrio di ingresso. Si precisa che la distribuzione del biglietto è limitata a 50 persone per giornata.

 

L’iniziativa del Senato degli Studenti dell’Università degli Studi di Torino in collaborazione con l’Associazione Abbonamento Musei ha permesso di distribuire oltre 3.000 tessere Abbonamento Musei scontate agli studenti universitari.

Grande successo per l’iniziativa voluta dal Senato degli Studenti in collaborazione con l’Associazione Abbonamento Musei: dal 19 al 26 marzo oltre 3000 speciali coupon sconto della tessera Abbonamento Musei Torino Piemonte sono stati consegnati agli studenti iscritti all’Università degli Studi di Torino.  

 La distribuzione delle tessere si è articolata tra tutte le Facoltà e i poli di studio dell’Università di Torino. Centinaia di studenti di Agraria, Economia, Fisica, Giurisprudenza e Scienze Umanistiche si sono messi pazientemente in coda per ore per accaparrarsi uno dei Voucher Abbonamento Musei, alla tariffa scontata di €11,50  per l’acquisto di un nuovo abbonamento.

 Una volta ritirato il voucher gli studenti dovranno caricare o rinnovare l’abbonamento direttamente sulla loro Smart Card universitaria o sulla Pyou card, entro 3 mesi dall’erogazione, in uno dei punti vendita della rete Abbonamento Musei.

 L’originale iniziativa ha posto ancora una volta al centro dell’attenzione la cultura e la valorizzazione del territorio, grazie alla tessera che permette di accedere al ricco patrimonio artistico torinese e piemontese. Sono infatti oltre 200 le realtà culturali visitabili per 365 giorni dal momento della sottoscrizione: un prodotto scelto già da oltre 130.000 abbonati a cui si sono aggiunti questi giovani studenti universitari.

Progetto "Fuori Corso"

L’iniziativa, pensata dal alcuni docenti dell’Università degli Studi di Torino mira a contrastare la dispersione universitaria attraverso il “recupero” degli studenti fuori corso, così che possano “rimettersi in carreggiata” e concludere la propria carriera accademica.

Mail, telefonate e raccomandate con ricevuta di ritorno: queste le modalità, del tutto inedite, con cui l’Ateteo torinese, partendo dal Dipartimento di Giurisprudenza, ha tentato di contattare oltre un migliaio di studenti fuori corso. Di questi, circa la metà sono stati rintracciati e invitati ad un colloquio individuale in cui sono stati presentati strumenti e servizi a loro dedicati.

E i risultati non hanno tardato ad arrivare: almeno 146 ragazzi hanno ripreso a frequentare le lezioni e un terzo di questi ha sostenuto esami con successo.

In particolare, per l’a.a. 2017-2018, il Dipartimento di Giurisprudenza ha predisposto soluzioni utili per venire incontro agli studenti fuori corso che abbiano necessità di sostenere gli ultimi esami al fine di conseguire il titolo finale in breve tempo:

  • Insegnamenti a distanza (online): una modalità di insegnamento che consente di fruire di una didattica interattiva e personalizzata, che viene incontro agli studenti lavoratori che non possono frequentare le lezioni in aula.
  • Tutor didattico: gli studenti fuori corso possono richiedere il supporto di un tutor didattico; in ragione del numero di studenti aderenti al progetto, UniTo valuterà la possibilità di rendere disponibili tutor dedicati incaricati della somministrazione di materiali didattici creati ad hoc (slide, dispense, registrazioni audio-video, faq, wiki, forum) e dell’erogazione di esercitazioni settimanali di autovalutazione.
  • Percorsi personalizzati: qualora gli esami ancora da sostenere non fossero indicati nell’elenco dell’offerta formativa 2017-2018, è prevista la possibilità di concordare percorsi personalizzati, anche tramite l’eventuale riconoscimento di equipollenze.

 

12Next