All posts tagged unito

Come ogni anno, febbraio l’Università di Torino lo dedica alle giornate di Orientamento presso il Campus Luigi Einaudi (CLE) in Lungo Dora Siena, 100/A . Da lunedì 18 a venerdì 22 febbraio avrà luogo il fitto calendario di appuntamenti.

 

https://www.unito.it/sites/default/files/calendario_giornate_orientamento_2019.pdf

Poster competition - Mobilità sostenibile, innovazione tecnica

Gianmaria Ajani, Rettore dell’Università degli Studi di Torino e Guido Saracco, Rettore del Politecnico di Torino, hanno firmato un protocollo d’intesa, della durata di 5 anni, con la finalità di valorizzare e potenziare il proprio patrimonio di competenze per lo sviluppo socio economico del territorio e del Paese.

Sull’esempio della costituzione del Competence Center piemontese, che vede già avviata un’intensa e fattiva collaborazione, i due Atenei lavoreranno insieme in modo ancora più sinergico con il sistema produttivo, per massimizzare l’impatto sociale della propria azione e accrescere e potenziare le attività di servizio allo sviluppo sostenibile del territorio.

 

Nell’attuale quadro caratterizzato da una crisi economica non ancora superata e da dinamiche sociali particolarmente complesse, diventa compito fondamentale delle due istituzioni universitarie torinesi offrire il proprio contributo concreto allo sviluppo socio-economico e culturale e potenziare il proprio ruolo propulsivo per sviluppo sostenibile del territorio e del Paese.

 

Capacità di fare sistema, cooperazione reciproca in ragione della complementarietà delle rispettive aree di competenza, potranno realizzarsi congiuntamente nell’ambito di aree a guida universitaria o politecnica. Dal Parco della Salute, della Scienza e dell’Innovazione, al Coordinamento interateneo scienze umane, sociali e politecniche, dall’Energy Center ai Progetti di Economia circolare.

 

A partire da un processo che parte dalla formazione e dalla ricerca interdisciplinare e arriva allo sviluppo di beni e servizi, Unito e Polito identificano quale modello di riferimento condiviso per l’attuazione degli obiettivi comuni, l’individuazione congiunta delle competenze necessarie e della governance per le iniziative di prossima attuazione, proponendosi come polo integrato di riferimento per ciò che riguarda la diffusione di competenze in settori tecnologici ed industriali in ambito manifatturiero e sociale propri del territorio piemontese.

Gli studenti e le studentesse di Unito hanno tempo fino al 31 gennaio 2019 per effettuare on line:

  • la scelta dell’impegno (full time/part time)
  • la presentazione del piano carriera.

Buona scelta

 

 

Dagli Stati Uniti di Donald Trump alla Cina di Xi Jinping, passando per la Russia di Vladimir Putin, la politica contemporanea appare sempre più dominata da uomini soli al comando. Ma questa narrazione, ormai ampiamente stereotipata, rischia forse di nascondere la realtà delle cose, mistificando gli effettivi rapporti di forza. Secondo un’altra interpretazione, infatti, il momento storico cui stiamo assistendo, più che vedere il trionfo di forti leadership politiche, starebbe invece registrando un potere crescente da parte degli apparati burocratici: si tratta dello Stato Profondo.

Prendendo le mosse da uno degli ultimi numeri di “Limes”, Dario Fabbri, esperto di geopolitica e politica internazionale, terrà un intervento sul Deep State americano. E se Trump fosse ostaggio di un potere burocratico ipertrofico?

Se ne parla il 20 dicembre (alle 15:00) alla Fondazione Luigi Einaudi (via Principe Amedeo 34 a Torino) in occasione della conferenza “Deep State. Il lato nascosto dell’America di Trump” organizzata dagli SSSTudenti, l’associazione degli Studenti SSST, in collaborazione con Altrimenti e la Fondazione Einaudi.

 

https://ssst.campusnet.unito.it/do/avvisi.pl/Show?_id=xw4y

#justthewomaniam

Sono aperte da oltre un mese le iscrizioni alla prossima edizione di Just the woman I am che avrà luogo il 3 marzo 2019. Un appuntamento importante per sostenere la ricerca e la parità di genere allo stesso tempo.

A questo link http://www .torinodonna.it/ 

Tutte le info

Violenza di genere
Università degli Studi di Torino e Politecnico di Torino contro la Violenza di Genere
I due Atenei partecipano attivamente al processo di sensibilizzazione dell’opinione pubblica per eliminare la violenza contro le donne e, in una prospettiva più ampia, contro ogni forma di violenza di genere.
Nel mese di novembre sono due le ricorrenze internazionali che portano, in particolare, l’attenzione su queste tematiche:
  • 20 novembre, Transgender Day of Remembrance
  • 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Convegno “Ri-conoscere per cambiare”

In occasione del Transgender Day of Remembrance e della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, i Comitati Unici di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni (CUG) degli Atenei, in collaborazione con il CIRSDe, invitano la popolazione studentesca, il personale e la cittadinanza al convegno Ri-conoscere per cambiare

L’iniziativa è in programma venerdì 23 novembre 2018 presso il Campus Luigi Einaudi (Lungo Dora Siena 100, Torino).

Il convegno è aperto a studenti studentessepersonale cittadinanza.

La giornata è suddivisa in due momenti:

  • dalle 9 alle 13 presso l’Aula Magna
    Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (in collaborazione con il Telefono Rosa Torino)
  • dalle 14.30 alle 17.30 presso l’Aula D3
    Transgender Day of Remembrance

Per partecipare occorre registrarsi compilando il seguente modulo.

Lezioni universitarie dell’Università degli Studi
Nelle settimane dal 19 al 30 novembre 2018, oltre 50 componenti del personale docente e ricercatore dell’Università di Torino dedicano una lezione o anche soltanto pochi minuti al tema “L’Università degli Studi di Torino contro la Violenza di Genere”, analizzato secondo la propria prospettiva disciplinare.
Consulta il calendario delle lezioni che chiunque può frequentare, nelle varie sedi universitarie, a seconda dei propri interessi.

 

 

Bando erasmus Unito
Online il Bando Erasmus 2019-2020 dell’Università degli Studi di Torino
Bando

Puoi presentare la domanda di candidatura a partire da martedì 20 novembre 2018 esclusivamente in forma telematica, autenticandoti con le tue credenziali alla MyUniTO di Ateneo e selezionando dal menu “Iscrizioni” la voce “Domanda Erasmus per studio”.
Scadenza per la presentazione delle domande: giovedì 13 dicembre 2018 alle ore 13.

Troverai maggiori dettagli e informazioni in queste due pagine del portale di Ateneo:

Contatti utili:

Sezione Mobilità e Didattica internazionale – Direzione Attività Istituzionali, Programmazione, Qualità e Valutazione
Telefono: (+39) 011 6704425
Fax: (+39) 011 2361017
Email: internationalexchange@unito.it
Scienza e vergogna

Oggi, giovedì 17 novembre, alle ore 17, in occasione dell’80° anniversario della promulgazione delle leggi razziali in Italia, nel quadro del progetto 1938-2018inaugura la mostra

Scienza e vergogna. L’Università di Torino e le leggi razziali
Palazzo del Rettorato, via Po 17 – Torino

La mostra rimarrà aperta fino a giovedì 28 febbraio 2019.
Sarà aperta con ingresso gratuito dal lunedì al venerdì, ore 10-18.

All’interno del ciclo di eventi, mostre e conferenze, “1938-2018.A 80 anni dalle leggi razziali”, il cui Capo fila è il Museo Diffuso della Resistenza, l’Università degli Studi di Torino organizza la mostra Scienza e vergogna. L’Università di Torino e le leggi razziali presso la sala Athenaeum della biblioteca storica “Arturo Graf” nel Palazzo del Rettorato (ingressi da via Po 17 e da via Verdi 8) a Torino.

La mostra esprime la consapevolezza del drammatico rapporto che l’Ateneo torinese ebbe con questo momento cruciale della storia del nostro paese.

Il progetto della mostra, a cura di Giacomo Giacobini, Silvano Montaldo ed Enrico Pasini del Sistema Museale di Ateneo, e con la collaborazione di Paola Novaria, dell’Archivio Storico, riflette l’ambiguità del rapporto dell’Università di Torino con questo aspetto del passato. L’Università di oggi si identifica con le vittime, l’Università di allora, che è la stessa di oggi dal punto di vista istituzionale, è giustificatrice ed esecutrice, cooperando in modo essenziale a definire il quadro scientifico, o pseudo-scientifico, che prepara le leggi; amministrativamente esegue con zelo l’azione di cacciare i discriminati e accoglie coloro che ne prendono il posto. Inoltre, attraverso il suo corpo studentesco e docente sostiene la propaganda e la mobilitazione razzista, aggiungendo un surplus di odio nei confronti delle vittime.

 

All’inaugurazione della mostra interverranno:
– Fabio Levi – Presentazione del “Progetto 1938-2018. A 80 anni dalle leggi razziali”
– Alberto Piazza – Conferenza inaugurale
– Silvano Montaldo – Presentazione della mostra
A seguire, visita all’esposizione.

 

All’interno del progetto sono state ricostruite le biografie dei 58 espulsi dall’Università che potete trovare nel sito.

Autori delle biografie: Francesco Campobello, Marco Galloni, Pierangelo Gentile, Livia Giacardi, Giacomo Giacobini, Edoardo Greppi, Erika Luciano, Gianluigi Mangiapane, Marta Margotti, Walter Meliga, Elisa Mongiano, Silvano Montaldo, Eloisa Mura, Paola Novaria, Enrico Pasini, Andrea Pellizzari, Luigi Provero, Aldo Sandulli, Giangiorgio Satragni.


Possibilità di visite guidate: maggiori informazioni qui.

Qui l’evento Facebook della mostra.

 

#justthewomaniam
Aperte le iscrizioni per #JustTheWomanIAm!

Domenica 3 marzo 2019 tornerà in Piazza San Carlo JUST THE WOMAN I AM, evento di sport, cultura, benessere e socialità a sostegno della ricerca universitaria sul cancro organizzato dal Sistema Universitario torinese.

Giunto alla sua sesta edizione, la manifestazione ha riscosso una grande successo e grande risonanza su tutto il territorio nazionale. Formazione e ricerca universitaria, attività fisica e alimentazione sono le parole chiave di Just the Woman I Am.

La parità di genere è uno dei temi portanti di questa manifestazione, ma non è l’unico!

Lo sport universitario è ancora una volta in prima linea con lo scopo di comunicare i propri valori formativi, di strumento di prevenzione e salvaguardia della salute dell’individuo e soprattutto, grazie alla propria componente aggregativa, di sensibilizzare l’opinione pubblica diventando veicolo di cultura a sostegno dell’eliminazione della violenza di genere.

Per sostenere concretamente la ricerca universitaria ci si potrà iscrivere alla corsa/camminata di 6 km; l’importante non sarà il risultato ma esserci. Ma il 3 marzo non sarà solo corsa, un fitto programma di eventi, non esclusivamente sportivi, è previsto in Piazza.

Le iscrizioni sono aperte da lunedì 12 novembre; puoi trovare tutte le informazioni su www.torinodonna.it.
Inoltre, come ogni anno, si potrà personalizzare la propria pettorina entro il 10 febbraio 2019.

Info e iscrizioni www.torinodonna.it/iscrizioni


FOLLOW US
Facebookfacebook.com/torinodonna
Instagram@torinodonna #sceglidinonmancare, #torinodonna, #ognidonnavale
Twittertwitter.com/TorinoDonna

Challenge Conservazione del cibo e sostenibilità
Cara studentessa/laureata, caro studente/laureato di ogni area disciplinare, pensi di sapere come ridurre lo spreco alimentare proveniente dalle abitazioni? Vuoi contribuire alla progettazione di un nuovo scenario domestico flessibile e sostenibile, legato alla preparazione e alla conservazione degli alimenti? QUESTA È LA CHALLENGE CHE FA PER TE!

Il food waste definito anche “spreco alimentare” derivante dalla grande disponibilità di cibo nelle abitazioni, non è un problema solo di risorse economiche che si sperperano, ma incide notevolmente anche su risorse naturali e risorse energetiche utilizzate in tutti i processi della catena alimentare. Il food waste sta diventando un fenomeno sempre più emergente e le soluzioni in campo sono pressochè inesistenti.

Questa challenge intende indagare nuove e più efficienti modalità di conservazione dei cibi pensate ad hoc per ogni alimento e valutarne l’impatto sulle abitudini domestiche.

Il frigorifero è parte integrante di un paradigma fondato sulla velocità di preparazione e sul consumo dei pasti che favorisce la diffusione di alimenti precotti facendo emergere il relativo problema dello smaltimento dei packaging. Quali scenari potrebbe aprire l’introduzione di nuovi metodi di conservazione degli alimenti?


Conservazione del cibo e sostenibilità.
Dinamiche sociali e comportamenti digitali relativi alla conservazione e all’utilizzo del cibo. Una giornata con il frigorifero. In collaborazione con Fablab e Kynerion.
La call è aperta a tutti i laureati, studenti magistrali e dottorandi del Politecnico e dell’Università di Torino.
Il termine delle iscrizioni è prorogato a Lunedì 29 ottobre 2018 ore 12:00.

La candidatura dovrà pervenire tramite Apply (http://apply.polito.it).
Per sottoporre la tua candidatura clicca su “Registrazione” e compila una breve anagrafica per creare un account, tieni a portata il codice fiscale e la carta d’identità.

Una volta ricevute le credenziali di accesso segui questa procedura:
– Clicca su Scegli percorso, Aggiungi iscrizione, LABORATORI, CLab Workshop
– Continua la procedura sulla voce “Laboratori” nella barra laterale, fino a selezionare la challenge CLab corrente.
– Gli allegati richiesti sono CV, lettera di motivazione e un allegato a scelta per presentarsi al meglio.

Gli studenti selezionati accederanno al colloquio con modalità che verranno comunicate il 29.

La challenge si svolgerà , dal 5 al 8 novembre 2018 presso il CLab, Cortile del Rettorato dell’Università di Torino in via Verdi n°8, il 9 novembre in sede da definire e presso il FabLab sito in via Egeo n°16, dal 12 al 16 novembre.

I pitch finali verranno presentati il 19 novembre nuovamente presso l’aula Clab.(Via Verdi 8)
Per informazioni visita il sito.

Per ulteriori chiarimenti scrivi a: clabtorino@gmail.com
O contattaci al: 0116702028-2029-2063


Ma cos’è il “C.Lab – Torino” – Contamination Lab?
C.Lab è il primo Contamination Lab Interateneo Italiano


Uno spazio dedicato a studenti e dottorandi del Politecnico e dell’Università di Torino per sperimentare nuovi modelli di apprendimento e sviluppare progetti innovativi.  C.Lab TORINO – Contamination Lab Torino, promosso e finanziato dal MIUR: il primo e unico in Italia ad essere frutto della collaborazione di due Atenei.

Un luogo di incontro tra studenti universitari e dottorandi di discipline diverse, in cui la contaminazione e l’incrocio di conoscenze e punti di vista diversi permette di sperimentare nuovi modelli di apprendimento e di sviluppare progetti di innovazione a vocazione imprenditoriale e sociale, in stretto raccordo con il territorio. È questa l’idea che si ispira i Contamination Lab, spazi realizzati all’interno delle università per offrire agli studenti “un ambiente stimolante per lo sviluppo di progetti di innovazione a vocazione imprenditoriale”, come spiegano le linee guida del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che promuove questa iniziativa.

C.Lab TORINO offrirà a studenti di Università e Politecnico un ambiente informale e creativo dove seguire un percorso formativo extracurriculare innovativo, per creare nuove competenze e proporre soluzioni innovative alle sfide emergenti dal territorio e dai mercati.

C.Lab TORINO è progettato per realizzare soluzioni alle sfide che la società, le imprese e gli enti lanceranno ai 100.000 studenti della “Torino Città Universitaria”. Attraverso la contaminazione tra le diverse competenze, gli studenti e i dottorandi destinatari del progetto acquisiranno strumenti utili per affrontare il mercato del lavoro in un’ottica imprenditoriale, realizzando soluzioni innovative, con la possibilità di avviare nuove start-up.

Dal punto di vista formativo, il C.Lab TORINO propone Laboratori attivati da “sfide” tematiche basate su tre principali linee di azione: proposte di studenti e dottorandi, in una logica bottom-up; proposte degli Atenei, orientate a temi rilevanti per lo sviluppo dei territori; proposte di imprese, enti pubblici e privati, per affrontare temi di particolare criticità.

Il progetto C.Lab TORINO rientra nella prospettiva dell’Enterpreneurship Education, con l’obiettivo di creare valore sociale e promuovere la cultura imprenditoriale, l’innovazione e la sostenibilità.

Il C.Lab TORINO intende apportare un importante contributo allo sviluppo della città e del territorio, potenziando l’azione degli Atenei torinesi a favore dei cittadini e della realtà locale.

Le premesse di questa collaborazione tra i due Atenei sono l’incentivo ad avviare efficaci relazioni tra i principali attori del territorio, per la condivisione di conoscenze e competenze finalizzate a raggiungere una maggiore competitività sul mercato nazionale ed internazionale.

Con un finanziamento complessivo di circa 900.000 euro (di cui 300.000 euro – pari all’intero importo richiesto- ottenuti dal MIUR, e quasi 600.000 cofinanziati da Politecnico e Università), C.Lab TORINO si colloca tra i 16 progetti vincitori selezionati fra 68 candidature provenienti dagli Atenei di tutta Italia. 

123411Next