All posts tagged università di torino

Niente sessione straordinaria a giugno per recuperare il tempo perso causa Covid. Le Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio hanno bocciato l’emendamento  che chiedeva di prorogare al 15 giugno l’anno accademico 2022/2023. L’obiettivo era quello di lasciare più tempo ai/alle laureandi/e che avevano vissuto i disagi del Covid-19 sulla propria carriera, inserendo una sessione straordinaria al 15 giugno ed evitando di pagare le tasse universitarie per un intero anno.

 

Domenica 3 marzo 2024  prenderà il vai l’undicesima edizione di JUST THE WOMAN I AM.

Una novità per l’edizione 2024: la partenza sarà da piazza Vittorio Veneto e l’arrivo in piazza San Carlo.  Sempre presso la suggestiva piazza San Carlo di Torino verrà allestito il Villaggio della Prevenzione e del Benessere nelle giornate dell’12 e 3 marzo. Il Villaggio è un’occasione di incontro, dialogo e festa tra il mondo accademico, l’eccellenza sanitaria italiana, i cittadini e le scuole. Un evento nell’evento che accoglierà stand dedicati alle visite preventive gratuite, al counseling e alla presentazione delle associazioni no profit, a convegni e webinar divulgativi. Il villaggio verrà realizzato grazie al supporto dell’Università degli Studi di Torino, del Politecnico di Torino, della Fondazione Collegio Universitario Einaudi, dell’Edisu Piemonte, dell’ASL Città di Torino, dell’A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino e delle numerose associazioni che ormai da anni aderiscono alla manifestazione.
JTWIA è cresciuta edizione dopo edizione e continua ad evolversi ogni anno! Un cammino che l’ha portata a essere più sostenibile, innovativa ed eco friendly. Ha arricchito la piattaforma della comunicazione, riproponendo il tradizionale Spazio Incontri in piazza con una nuova veste: una suggestiva cupola trasparente in piazza San Carlo. Inoltre è ormai un evento diffuso su scala globale. Tutto questo senza mai tradire gli ideali che la contraddistinguono: la prevenzione gratuita, i corretti stili di vita, l’inclusione e la parità di genere. Da sempre JTWIA si svolge rigorosamente nella prima settimana di marzo, in concomitanza della Giornata Internazionale della Donna.

R101 è la radio ufficiale dell’edizione 2024. Sarà presente a Torino con i suoi talent per intrattenere i presenti con la sua musica e un occhio di riguardo a solidarietà e inclusione, cifre distintive dell’emittente.

L’ultima edizione ha battuto tutti i record: nel 2023 sono stati oltre 22mila gli iscritti alla corsa-camminata non competitiva di 5 chilometri. La donazione per partecipare a JTWIA è a offerta libera a partire da 20 euro a persona. Sarà possibile partecipare all’evento sia in Presenza, con partenza alle ore 16.00 dalla splendida piazza Vittorio Veneto a Torino, oppure in modalità Virtual, scegliendo in autonomia il luogo di svolgimento, il proprio percorso di 5 km e condividendo l’esperienza sui Social. La modalità Virtual si conferma anche per l’edizione 2024, come ulteriore possibilità per i Singoli iscritti e per i Gruppi JTWIA di tutto il mondo di partecipare “distanti ma uniti”. I Team JTWIA sono, da sempre, il cuore pulsante della manifestazione, il modo migliore per sostenere la ricerca universitaria e per vivere più intensamente l’esperienza di JTWIA fin dal primo passo, quello dell’iscrizione, con la possibilità di personalizzare il retro della maglietta con un logo a scelta senza costi aggiuntivi con un minimo di 20 iscritti. Ogni partecipante all’evento potrà scegliere la modalità di iscrizione (in Presenza/Virtual, Singola/in Gruppo) sulla pagina dedicata del sito https://jtwia.org/iscrizioni/ e potrà ricevere Kit di Iscrizione e Welcome Bag direttamente a casa (con la maggiorazione di 3 euro per il servizio di consegna) oppure optare per l’acquisto del kit iscrizione presso i punti di ritiro diffusi sul territorio torinese, grazie alla partnership con DECATHLON ITALIA.

Dall’edizione 2024 il Gruppo Gattinoni è sostenitore principale della manifestazione. Ma tanti sono i partner sostenitori di JTWIA: Lauretana, Decathlon, ITT, Boella e Sorrisi, Nova Coop, Iveco Group, Larc, Yogi Tea, Mercatino, Iren, Pastiglie Leone, Fantolino, Tecnocasa, Battaglio, ESCP, il Comitato Organizzatore dei Giochi di Torino 2025 e la stessa R101.

Infine agli Istituti Scolastici è dedicato il programma del Villaggio della Prevenzione di venerdì 1 marzo. Supportato dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, il progetto approfondirà, tra le altre, due delle tematiche più vicine alla Generazione Z: le dipendenze e i disturbi del comportamento alimentare. I ragazzi e i docenti delle Scuole Secondarie di I e II Grado possono accedere a un vero e proprio percorso didattico “a misura di studente” che li vede protagonisti in dibattiti e incontri (https://jtwia.org/scuole/).

Dal 15 gennaio al 30 giugno 2024 è attiva la procedura online per presentare istanza di rimborso tassa regionale per il diritto allo studio universitario a.a. 2023/2024.

Cos’è la tassa regionale
E’ un contributo che gli studenti sono tenuti a pagare, ai sensi del D. Lgs 68/2012 e della legge regionale del 1 agosto 1996 n. 53, al momento dell’immatricolazione o iscrizione ad ogni anno accademico per i corsi di laurea, laurea specialistica a ciclo unico, laurea magistrale, dottorati e scuole di specializzazione.

Come si paga

La versi direttamente alla tua università all’atto dell’iscrizione.
Per sapere come fare consulta il sito web del tuo ateneo o rivolgiti agli uffici che se ne occupano.

Il rimborso della tassa che hai versato

Puoi chiedere il rimborso esclusivamente della quota della tassa regionale per il diritto allo studio universitario (EURO140,00), non invece gli eventuali importi aggiuntivi come le spese di bollo virtuale o altri oneri.
Gli studenti che hanno versato esclusivamente l’importo di 16,00 EURO non devono compilare la richiesta di rimborso.

IMPORTANTE

La domanda di rimborso non va presentata per le/i borsiste/i vincitrici/tori o idonei poichè nel loro caso il rimborso della tassa regionale avviene d’uffcio.

Attraverso questa Call for ideas, il Politecnico di Torino si rivolge alla propria comunità con l’obiettivo di implementare azioni di adattamento climatico dei Campus e della comunità stessa. Oltre infatti alle azioni di mitigazione già intraprese nell’ambito del proprio percorso di decarbonizzazione, l’Ateneo considera cruciale individuare e adottare quanto prima misure di adattamento al clima che cambia da applicare ai propri Campus. Gli effetti del cambiamento climatico sono già visibili ed è importante prevedere azioni che migliorino e rafforzino la resilienza e la capacità di adattamento ai rischi legati al clima e ai disastri naturali, come richiamato dal target 13.1 dell’Agenda 2030.

La call promuove la raccolta di idee dalla comunità politecnica per far fronte ai rischi e ai cambiamenti posti dalla crisi climatica per il nostro contesto (e.g. siccità, allagamenti, estremi di precipitazione, ondate di calore, peggioramento del comfort, etc.).

Leggi qui il “Regolamento per partecipare” 

Scarica qui la “Allegato A – Scheda proposta da compilare ed allegare durante la procedura di Submission

Dal prossimo 1° dicembre 2023 Edisu Piemonte attiverà l’App denominata “Campus Piemonte Id”, utilizzabile quale titolo di accesso alle mense gestite da Edisu in un primo momento, nonché per l’identificazione di studentesse e studenti e per l’utilizzo degli ulteriori servizi forniti dall’Ente in una seconda fase.

Da tale data dovranno obbligatoriamente munirsi dell’App “Campus Piemonte Id” le studentesse e gli studenti iscritti al primo anno, interessati ai servizi offerti da Edisu Piemonte, mentre quelli iscritti agli anni successivi potranno – solo per alcuni mesi, ovvero fino al termine del periodo sperimentale – continuare ad utilizzare, se lo riterranno, la smart card di cui siano già in possesso.

La ricarica del borsellino elettronico a mezzo della nuova App potrà essere effettuata via internet utilizzando PagoPA, la piattaforma digitale che consente di effettuare pagamenti nei confronti della Pubblica Amministrazione. In tal caso, l’istituto di credito intermediario potrebbe addebitare una commissione aggiuntiva. La ricarica dell’App – dal 1°dicembre 2023 fino al termine del periodo sperimentale – potrà comunque essere effettuata senza il pagamento di alcuna commissione utilizzando le colonnine per la ricarica, presenti in ogni mensa gestita da Edisu Piemonte, o i POS presenti nelle mense stesse o presso gli esercizi convenzionati.

Nel 1999, con la risoluzione n. 54/134, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne e ha invitato governi, istituzioni e organizzazioni, nell’ambito delle rispettive competenze, a organizzare in tale data iniziative destinate a informare l’opinione pubblica sul problema della violenza contro le donne.

Quali sono gli appuntamenti in programma per questa giornata da parte degli Atenei torinesi?

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO

Per tutto il mese di novembre, Unito Nel mese di novembre,  dedica una lezione o anche soltanto pochi minuti al tema “L’Università di Torino contro la Violenza di Genere”, analizzato secondo la propria prospettiva disciplinare. E’ pertanto stato previsto un calendario distribuito per discipline e materie che affronta da diversi punti di vista la tematica di genere e del contrasto alla violenza verso le donne.

https://www.unito.it/ateneo/organizzazione/organi-di-ateneo/comitato-unico-di-garanzia/progetti-e-attivita/giornata

POLITECNICO DI TORINO

Il Politecnico di Torino ha messo in campo una serie di eventi fino al 30 novembre sotto il titolo di “Fill in the gaps“. Dal 23 al 30 novembre il Politecnico vuole farsi parte attiva nei processi culturali e sociali che interessano la sua comunità, scegliendo di dedicare una settimana ai temi dell’inclusione, diversity e parità di genere, anche in concomitanza con due giornate internazionali: quella del 25 novembreGiornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, e del 3 dicembreGiornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità.

Daimom è il Master della Scuola Holden della durata due anni, e al centro c’è l’idea che narrare non sia solo un gesto artistico, ma anche un mestiere possibile e un modo per guardare il mondo.

Tre percorsi tra cui scegliere: CartografieMeridianiBussole.

Daimon è rivolto a persone tra i 18 e i 30 anni. Per iscriversi al Master non bisogna sostenere un esame, ma  ci sarà ugualmente una selezione: Il criterio sarà, appunto, il Daimon, finalizzato a conoscere chi sei e cosa immagini, aspettative e motivazioni.

Le selezioni si fanno alla Holden, vale a dire in Piazza Borgo Dora, 49. Sarà l’occasione per visitare la Scuola, conoscere la Didattica durante un colloquio,  incontrare le altre persone che sono lì per la selezione e che potrebbero diventare futuri compagni e compagne di classe. In attesa delle date della prossima campagna iscrizioni, puoi contattare la Scuola Holden e chiedere un colloquio informativo

Si trovano vicino alle aulee S e al Bar le i servizi igienici genderless del Politecnico di Torino.  Poco più di un anno fa, a luglio 2022, l’ateneo si era impegnato per valutare la fattibilità, soprattutto strutturale, e da qualche giorno il primo bagno “genderless”, quindi senza distinzione di genere uomo-donna è realtà tra i corridoi dell’ateneo torinese.

A richiederlo, con una mozione che l’anno scorso fu approvata dal Senato Accademico, erano stati gli studenti e le studentesse del collettivo Alter.Polis parlando di «passo verso l’inclusione» e di «cambiamento di mentalità, lontana dalla logica del binarismo attualmente utilizzato nella gestione degli spazi sanitari pubblici e vicina ad una concezione più inclusiva e pragmatica».

IUSTO (Istituto Universitario Salesiano Torino Rebaudengo) – aggregato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma – propone, in collaborazione con IUSVE (Istituto Universitario Salesiano Venezia), il primo corso di laurea triennale in Relazioni pubbliche e Comunicazione delle Organizzazioni del Piemonte.

Il corso si caratterizza per un approccio didattico innovativo, in cui i docenti uniscono una solida formazione accademica a una vasta esperienza professionale. Gli studenti affrontano le principali materie teoriche del percorso di scienze della comunicazione (filosofia e psicologia della comunicazione, semiotica, sociologia e storia dei media, etc.), le discipline fondamentali del management (economia aziendale, marketing, organizzazione e HR, etc.) e gli insegnamenti caratterizzanti il percorso di formazione professionale della comunicazione di impresa (corporate communication, public relations, media relations, event management, sponsorizzazioni, public affairs, web content management, social media management, brand management e pubblicità, comunicazione pubblica e politica, comunicazione culturale, ambientale e sportiva, comunicazione interna, etc.).

Un elemento distintivo del programma è l’attenzione specifica rivolta ai contesti digitali, preparando gli studenti ad affrontare le sfide dell’era digitale e ad utilizzare in modo professionale ed etico le opportunità che essa offre. Il tutoraggio didattico, i laboratori (business writing, public speaking, grafica, video, web, storytelling, management, etc.) e l’insegnamento intensivo dell’inglese per tutta la durata del percorso di laurea sono aspetti chiave del programma formativo. Inoltre, l’esperienza di tirocinio permette agli studenti di acquisire una preziosa esperienza sul campo. Il corso si concentra sullo sviluppo di competenze e abilità spendibili nei settori del marketing, della comunicazione di impresa (privata, pubblica e del terzo settore), nonché delle human resources e del giornalismo.

Abbiamo progettato questo corso di laurea in Relazioni Pubbliche e Comunicazione delle Organizzazioni”, ha commentato la direttrice accademica di IUSTO, Claudia Chiavarino, “capitalizzando l’esperienza dello IUSVE nel settore della comunicazione e approfondendo l’analisi delle esigenze specifiche del nostro territorio. Vogliamo che gli studenti acquisiscano conoscenze scientifiche sugli aspetti concettuali e strategici della comunicazione, ma anche che applichino queste competenze in progetti pratici, stage e laboratori. La nostra missione”, ha proseguito Chiavarino, “è formare professionisti della comunicazione altamente qualificati, con competenze che rispondono alle esigenze delle organizzazioni e che offrono dunque un’opportunità di impiego a breve termine. Allo stesso tempo, riteniamo fondamentale che i nostri studenti sviluppino un senso critico che consenta loro di valutare in modo autonomo gli stili comunicativi eticamente sostenibili, considerando le sfide attuali del settore”.

Per tutti coloro che stanno valutando di iscriversi al nuovo corso di laurea, IUSTO organizza un open day il 4 ottobre alle ore 17.30 presso la sede dell’università (Piazza Conti di Rebaudengo 22 a Torino) con un incontro – moderato dal prof. Claudio Tarditi, Responsabile Area Comunicazione di IUSTO – su “La corporate communication nelle multinazionali e la sfida del digitale” con la partecipazione del Public Relations & Communication Director di STELLANTIS Italia Claudio D’Amico e del prof. Fabrizio Vignati, docente di Public relations presso IUSTO. Per partecipare è necessario inviare una mail a info@ius.to.

La domanda di iscrizione al colloquio di ammissione deve essere presentata online sul sito dell’università entro il 5 ottobre alle ore 12.00.

L’Istituto Universitario Salesiano Torino (IUSTO), con sede in Piazza Conti di Rebaudengo 22, è aggregato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma. Fa parte della rete IUS (Istituzioni Salesiane di Istruzione Superiore), che conta una rete di 95 istituzioni nel mondo. Si occupa di formazione accademica e ricerca nei settori disciplinari delle scienze psicologiche, dell’educazione e della comunicazione, con una particolare attenzione agli ambiti di frontiera delle professioni di cura e valorizzando la dimensione etico-sociale.

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono scuole ad alta specializzazione tecnologica, nate per rispondere alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche.

Gli ITS offrono percorsi gratuiti biennali post diploma o qualifica. I percorsi biennali hanno una durata totale di 1800 ore (di cui circa 600 ore di stage in azienda) e sono rivolti a residenti in Italia, in possesso di diploma quinquennale di scuola secondaria superiore, con priorità di accesso per under 35.
Per essere ammessi al corso sono previste prove di selezione in base ai posti disponibili.
Per il biennio 2022-2024 il termine ultimo per le iscrizioni è stato il 19 dicembre 2022. Per il biennio successivo riapriranno indicativamente a settembre 2023
Consulta le informazioni sul sito della Fondazione ITS Biotecnologie Piemonte.

Due nuovi corsi sono stati aggiunti quest’anno nelle sede di Torino e vale a dire Meccatronica medicale 4.0Product & Sales Specialist in ambito chimico-biotecnologico e biomedicale

 

123426Next