All posts tagged cultura

Ipertesi

Si chiama Ipertesi la singolare iniziativa di Fondazione Merz: un ciclo di appuntamenti che ha portato e porterà ancora, in questa nuova edizione, laureandi e neolaureati nelle ampie sale della Fondazione. Studenti e studentesse, dell’Accademia Albertina o dell’Università degli Studi di Torino, avranno la possibilità di presentare pubblicamente il percorso di ricerca e gli studi alla base delle loro tesi di laurea. Accompagnati da docenti ed esperti del settore, le giovani voci coinvolte proporranno riflessioni, approfondimenti e gli eventuali risultati dei lavori svolti. Gli ambiti di ricerca, come il luogo esige, verteranno sui temi propri della storia dell’arte e sulle declinazioni dei linguaggi espressivi contemporanei.

Ipertesi, promosso dal Dipartimento Educazione della Merz, è un’occasione di accesso profondo all’arte, guidato dalla voce inaudita delle nuove leve accademiche, all’interno di spazi particolari: quelli della Fondazione Merz, centro d’arte contemporanea nato dall’ex centrale termica delle Officine Lancia. La Fondazione alterna le esposizioni dedicate a Mario e Marisa Merz a grandi progetti di artisti internazionali. Al momento è visitabile la mostra di Petrit Halilaj, vincitore della seconda edizione del Mario Merz Prize.

Programma

  • 13 novembre 2018 ore 17. Davide Ballario, in dialogo con Luca Beatrice e Maria Teresa Roberto, presenterà Alberto Garutti – Monografia e Interviste.
    La tesi nasce dalla volontà di delineare un ritratto il più possibile completo e comprensivo della figura di Alberto Garutti, nelle sue vesti di artista e di docente. All’analisi di ciascuno di questi ruoli è dedicata una parte della ricerca che racconta il lavoro di uno degli artisti italiani tra i più rilevanti sul piano nazionale e internazionale e cerca le ragioni del successo dei suoi corsi di Pittura e Arti Visive, testimoniato da un grande numero di artisti che si sono formati sotto la sua direzione.
  • 5 dicembre 2018 ore 17. Anna Pezzoli in dialogo con Francesca Comisso e Maria Teresa Roberto.
Settimanissima

Cominicia la Settimanissima, i giorni torinesi in cui la città si fa più densa e viva di eventi. Due parole d’ordine: Arte Contemporanea, quella di Artissima, giunta alla sua venticinquesima edizione, ma anche Musica Elettronica, quella di C2C18, il più importante festival in Italia e tra i più apprezzati in Europa, dedicato all’avanguardia musicale e al nuovo pop.

Fare un compendio sintetico e al contempo esaustivo di tutti gli eventi in programma è difficile perchè i giorni della Settimanissima sono pochi e gli eventi sono tanti. Proponiamo qui, una selezione di eventi e inaugurazioni, da oggi 31 ottobre, sino a domenica 4 novembre, giorno in cui si chiuderanno tutte le issime di Torino.

31 ottobre

Mucho Mas
corso Brescia 89, Torino
Decor by Thom K at NESXT
dalle ore 16 alle 19.30

VIA PISA 53
Athanasius Kircher
dalle ore 16 alle 24

Cripta 747
via Quittengo 41 BIS, Torino
Andrew Wagner, Gernot Wieland: Open Studio
dalle ore 18:30 alle 21:30

Paratissima Art Fair
Caserma La Marmora – Via Asti, Torino
dalle ore 18 alle 24

1 novembre

Galleria Franco Noero
C-CUT – Homo Ab Homine Natus
Piazza Carignano 2, Torino
dalle ore 09.30 alle 21.30

Flashback
Pala Alpitour – Corso Sebastopoli 123, Torino
dalle ore 11 alle 20

Wild Mazzini
Where, When, How many? – Exhibition about migrations
Via Giuseppe Mazzini 33, Torino
dalle ore 14 alle 22

DAMA
Via Bligny 2, Torino
dalle ore 18 alle 22

The Others Art Fair
Ex Ospedale Maria Adelaide –  Lungo Dora 87, Torino
dalle ore 20 alle 24.30

2 novembre

Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli
Giuseppe Chiari | La Luce (Torino)
Lingotto – Via Nizza 230/103, Torino
dalle 10.30 alle 19.30

Artissima
Oval Lingotto Fiere – via Giacomo Mattè Trucco 70, Torino
dalle ore 12 alle 20

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo
OccupySandretto | 4 nuove mostre
Via Modane 16, Torino
dalle ore 19 alle 21

3 novembre

Notte della Arti Contemporanee 2018
TAG Torino Art Galleries

Alberto Peola Arte Contemporanea
Select Haystacks, 1989-ongoing
Via della Rocca 29, Torino
dalle ore 18 alle 24

Photo & Contemporary
Optical Word
Via dei Mille 36, Torino
dalle 18 alle 24

In-Arco
Movimento, Luce e Creatività Infantile – Bruno Munari, Enrico Prampolini
Piazza Vittorio Veneto 3, Torino
dalle ore 18.30

Norma Mangione
Meisenfloo
Piazza Solferino 2 , Torino
Dalle ore 19 alle 24

Gagliardi e Domke
FABIO VIALE | Fifteen
Via Cervino 16, Torino
dalle 20 alle 24

Guido Costa Projects
cosa in sè
Via Giuseppe Mazzini, 24
dalle 21

PAV – Parco Arte Vivente
Weed Party III / Il Partito delle Erbacce
Via Giordano Bruno 31, Torino
Dalle 18 alle 23

4 novembre

Club Palazzo
C2C18 • Club Palazzo • Block Party at Balôn
Balon – Via Vittorio Andreis 14, Torino
dalle ore 11 alle 21

 

Critica, Hangar Lab

Sabato 6 ottobre i direttori di circuiti regionali multidisciplinari dello spettacolo dal vivo, critici e giornalisti, studenti e docenti, operatori e artisti si riuniranno per l’incontro “LA CRITICA? FACCIAMOCI UN PENSIERO”.
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di discutere sull’avvicinamento delle attività culturali del territorio (e di coloro che ne scrivono a titolo specifico) alle attitudini e alle prospettive dei giovani, universitari e non, nell’ottica dell’inserimento lavorativo e produttivo in questi contesti.

L’evento è realizzato e promosso dalla Fondazione Piemonte dal Vivo e Hangar Piemonte nell’ambito di Hangar Lab – Le professioni della cultura, in collaborazione con ANCT – Associazione Nazionale dei Critici di Teatro e il Corso di Laurea in DAMS dell’Università degli Studi di Torino.

L’appuntamento è dalle ore 9.30 alle ore 12.30 presso l’Auditorium Quazza, a Palazzo Nuovo, in via Sant’Ottavio 20, Torino.​


Programma dell’evento

Sabato 6 ottobre ore 9.30 – 12.30

Auditorium Quazza, Palazzo Nuovo –  via Sant’Ottavio 20, Torino

9:30 accreditamento partecipanti

10:00 Saluti istituzionali

Matteo Negrindirettore Fondazione Piemonte dal Vivo
Armando PetriniDAMS Torino
Valeria Dinamoproject manager Hangar Piemonte

Intervengono

Valeria Ciabattonidirettrice CEDAC – Circuito multidisciplinare della regione Sardegna
Giulio Baffi, presidente ANCT – Associazione Nazionale Critici Teatrali
Armando Petrini, DAMS Torino
Enrico Pastore, critico freelance
Pasquale VitaCoordinatore Circuito Regionale Multidisciplinare –  ATER Associazione Teatrale Emilia Romagna

moderatore Davide Lorenzo Palla, attore e direttore artistico Tournée da bar

Segue dibattito

Interviste a cura di Maura Sesia, giornalista e collaboratrice di Repubblica


Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

info: progetti@piemontedalvivo.it

Cinema a Palazzo Reale

Cinema a Palazzo Reale animerà, anche quest’anno, le sere estive dei mesi più roventi dell’anno. Dal 17 luglio al 1 settembre, avrà luogo la settima edizione: con 41 serate di cinema all’aperto in programmazione, la rassegna esplorerà diverse tematiche del grande cinema d’autore.

Distretto Cinema, realtà nata con lo scopo di valorizzare e promuovere l’arte cinematografica, ha curato il fitto programma di proiezioni che si snoda su cinque principali direttrici: Quelle Prime Volte, sezione dedicata agli esordi di grandi registi divenuti leggenda; Amore e altra amenità, gioie e struggimenti delle pellicola d’amore; Il coraggio di essere donna, cinque ritratti intensi, risoluti e sofferti di donne; Proibitissimo, ideato da Irene Dionisio e curato da Viola Invernizzi, è il racconto, fatto di pellicole diverse, della censura in Italia; e infine Tentazioni noir: trench, pistole e femme fatale.

Il prezzo intero dei biglietti è di 6 euro, ma ridotto a 5 per gli Universitari.

Consulta qui il programma delle proiezioni!

Un sabato sera alternativo con la Notte dei Musei

Sarà un sabato sera alternativo, quello di domani, sabato 19 maggio 2018, in cui torna la Notte dei Musei, prezioso appuntamento per gli amanti della cultura. Numerosi musei cittadini  apriranno i propri cancelli in orario serale e notturno al prezzo di un euro. L’iniziativa, alla sua 14esima edizione, intende promuovere il patrimonio culturale e museale del territorio, divulgandolo a pubblici nuovi e sempre diversi.

I  musei aperti

  • Palazzo Carignano. Aperto dalle 18.00 alle 21.00. La biglietteria chiude alle 20.
  • Villa della Regina. Aperta dalle 18.00 alle 21.00. La biglietteria chiude alle 20.
  • Musei Reali: Giardini Reali, Armeria Reale, Biblioteca Reale, Sale Chiablese, Galleria Sabauda, Palazzo Reale, Museo di Antichità, Cappella della Sindone. Aperti dalle 20.00 alle 23.00). La biglietteria chiude alle 22.
  • Fondazione Torino Musei: GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica (a partire dalle 18.00), MAO Museo d’Arte Orientale (a partire dalle 19.00), con ingresso a tariffa speciale fino alle 23.00 di 1 euro per le collezioni permanenti. Le mostre temporanee saranno a tariffa ordinaria. I musei chiuderanno alle 23.00, con ultimo ingresso alle 22.00.
  • Museo Nazionale del Cinema: dalle 20 alle 23, ingresso a 3,50 euro.
  • Planetario di Torino: visitabile dalle 18 alle 24 (ultimo ingresso alle 23), visita gratuita.
  • Palazzo degli Istituti Anatomici : Museo di Anatomia Umana “Luigi Rolando”, Museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso”, Museo della Frutta “Garnier Valletti”. Visita gratuita durante tutto l’orario consueto giornaliero (10 – 18) e nel prolungamento serale fino alle 24. Dalle 21 alle 24 sono disponibili visite guidate.

Buona visita!

photo by Yayawol
#Prendinota Reload: 5 concerti con l’Orchestra Rai

#Prendinota, l’abbonamento dedicato agli studenti UniTo, PoliTo e del Conservatorio, torna con la nuova formula #Prendinota Reload, promozione che sarà attiva dal 15 marzo e comprenderà cinque concerti dell’Orchestra Sinfonica Rai al prezzo complessivo di 15€. Ogni studente può acquistare fino a due carnet.

Per accedere alla promozione, valida fino al 28 marzo, è necessario recarsi alla biglietteria dell’Auditorium Rai “A. Toscanini” di Via Rossini 15, in queste fasce orarie:

  • martedì e mercoledì (10-14) 
  • giovedì e il venerdì (15-19)

mostrando la smart-card o altro documento attestante lo stato di iscrizione all’Università o al Conservatorio.

 

Programma dei concerti

Mercoledì 28 marzo 2018, 20.00

KAZUKI YAMADA direttore | BERNARDA BOBRO soprano I | SABINA VON WALTHER soprano II | PETER SONN tenore | CORO MAGHINI | CLAUDIO CHIAVAZZA maestro del coro | Musiche di Felix Mendelssohn Bartholdy


Venerdì 13 aprile 2018, 20.00

MARK ELDER direttore | STEPHEN HOUGH pianoforte | Musiche di Antonín Dvořák, Sergej Rachmaninov, Edward Elgar


Giovedi 26 aprile 2018, 20.30

PIETRO MIANITI direttore | CARLO ROMANO oboe | LUCA MILANI clarinetto | ETTORE BONGIOVANNI corno | ANDREA CORSI fagotto | Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart, Benjamin Britten, Leonard Bernstein


Venerdì 18 maggio 2018, 20.00

JAMES CONLON direttore | Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart, Camille Saint-Saëns, Richard Strauss


Sabato 26 maggio 2018, 20.00

JAMES CONLON direttore | ERIK TOMAS TOMASSON baritono (L’Olandese) | KWANGCHUL YOUN basso (Daland) | AMBER WAGNER soprano (Senta) | SARAH MURPHY mezzosoprano (Mary) | RODRICK DIXON tenore (Erik) | MATTHEW PLENK tenore (timoniere di Daland) | CORO MAGHINI | CORO FILARMONICO SLOVACCO | Musiche di Richard Wagner

 

Bruno Fert - fotografia di un interno di tenda di migrante

Inaugura oggi, giovedì 15 febbraio alle 18, presso l’Alliance française di Torino (Via Saluzzo 60) la mostra di Bruno FertPercorsi interiori. Fotografie e raccolta di testimonianze”.  Fert, fotoreporter francese, darà voce alle piccole storie di uomini e donne in fuga dalla povertà e dalla guerra con un progetto fotografico realizzato in collaborazione con Medici Senza Frontiere. Fert narra l’epopea dei migranti, fotografa gli interni delle tende e delle strutture temporanee in cui hanno trovato riparo. Sono ritratti di uomini e donne, dei luoghi in cui vivono: abitazioni fatte di pochi oggetti, portati nei campi profughi in Grecia e in Francia come ricordi di vite passate.

Ho deciso di incontrare i migranti che attraversano il Mediterraneo per cercare rifugio in Europa, fotografando gli interni dei loro rifugi a un punto del loro viaggio, nei villaggi – o “giungle” – sia in Francia che in Grecia e ho raccolto le loro storie grazie alla collaborazione con MSF”, spiega Fert. “Abitare è qualcosa che abbiamo tutti in comune. I rifugi temporanei dei migranti riflettono le loro personalità come le nostre case parlano di noi. Vorrei che il pubblico si relazionasse con questo comune denominatore, per mettersi nella casa di qualcun altro osservando dove vive”. 

All’inaugurazione interverrà François Dumont, direttore Comunicazione & Advocacy di MSF, per presentare l’impegno dell’organizzazione sul tema della migrazione e condividere le testimonianze delle persone assistite lungo tutta la rotta migratoria, dai paesi di origine fino ai confini europei. Il Gruppo di Torino di Medici Senza Frontiere offrirà inoltre una prova dei visori a 360 gradi della Milionidipassi Experience, esperienza immersiva degli estenuanti viaggi dei migranti per terra e per mare, e delle terribili condizioni dei campi profughi.

«Vogliamo mettere il pubblico nei panni delle persone che sono costrette a mettersi in viaggio, spesso mettendo a rischio la propria vita con l’auspicio che questa esperienza possa coinvolgere il pubblico in una rinnovata vicinanza verso le tante persone vulnerabili che incontriamo ogni giorno anche nelle nostre città», spiega François Dumont di MSF.

La mostra è visitabile dal 15 al 22 febbraio nei seguenti orari:

  • lunedì-giovedì: 12.00-20.00
  • venerdì: 12.00-18.00
  • sabato: 9.00-13.00
Hangar Lab - le professioni del futuro
Quali sono le figure professionali richieste oggi dall’impresa culturale e quali competenze devono avere? Nuove specializzazioni legate al mondo della musica, del cinema, del teatro e delle performing art in generale, che rappresentano una opportunità per coloro che desiderano lavorare nel settore, ma oggi ancora poco conosciute da chi intraprende un percorso di studi.
Hangar Lab – laboratorio promosso dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo in collaborazione con il DAMS dell’Università di Torino- organizza un ciclo di dieci appuntamenti gratuiti. Ad ogni incontro un diverso protagonista, un diverso esponente delle professioni culturali condividerà la propria esperienza e il proprio percorso.
L’impresa culturale, o meglio la (quasi) Impresa, riprendendo il titolo del nuovo testo curato da Hangar, conta oggi 1,5 milioni di occupati e un giro d’affari di quasi 90 miliardi di euro (il 6% del PIL nazionale dati Symbola-Unioncamere 2017). Numeri, questi, che possono continuare a crescere e offrire ulteriori sbocchi lavorativi in particolare per i giovani: principali innovatori del sistema culturale.
Gli incontri si svolgeranno presso il Laboratorio Multimediale “Guido Quazza” di Palazzo Nuovo, in via Sant’Ottavio. I primi tre appuntamenti sono in programma a febbraio.

Mercoledì 14 febbraio (ore 11) ospite Matteo Negrin, direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo. Progettista e manager della cultura, è esperto nello sviluppo di dispositivi innovativi per il coinvolgimento di nuovi pubblici nella produzione e fruizione del prodotto culturale.

Mercoledì 21 febbraio (ore 11) ospite Gianluca Gozzi, ideatore e direttore artistico del festival TODAYS della Città di Torino. Produttore di numerosi eventi e concerti indipendenti internazionali, è stato anche ideatore, fondatore e fac totum prima di sPAZIO211 e poi del club BLAH BLAH.

Mercoledì 28 febbraio (ore 11) ospite Olga Gambari, curatore indipendente e giornalista. Collabora con La Repubblica e con Flash Art. È direttore artistico del progetto artesera.it e del festival sulla produzione indipendente nesxt.org.

 
Castello di Valentino

Il Castello del Valentino, nell’ambito del sito seriale UNESCO delle Residenze Sabaude dal 1997, è ormai da un ventennio al centro dell’attenzione del Politecnico di Torino come polo di primo interesse in un programma di valorizzazione che lo riconsegni non solo alla comunità accademica, ma all’intera città.
L’incontro, oggi. mercoledì 7 febbraio, alle ore 14.30, con successivo sopralluogo, rappresenta un primo momento di riflessione sugli importanti passi compiuti e su quanto rimanga ancora da intraprendere, richiamando gli attori coinvolti negli ultimi decenni nel processo di valorizzazione.
Sarà inoltre presentato il restauro della Cappella del Castello del Valentino.

Interverranno:

Politecnico di Torino
Marco Gilli, Rettore Politecnico di Torino
Costanza Roggero, Referente Scientifico per i Restauri del
Paolo Mellano, Direttore Dipartimento Architettura e Design (DAD)
Patrizia Lombardi, Direttore Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio (DIST)

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo
Valerio Corino, Funzionario Soprintendenza per il Castello del Valentino
Giuse Scalva, già Funzionario Soprintendenza per il Castello del Valentino
Laura Moro, già Funzionario Soprintendenza per il Castello del Valentino
Maria Carla Visconti, già Funzionario Soprintendenza per il Castello del Valentino
Stefania Ratto, Funzionario archeologo

Ore 15.30: Sopralluogo alle aree del Castello oggetto di intervento

Qui la locandina dell’evento.

In occasione dello spettacolo “Sei personaggi in cerca d’autore” per la regia di Luca De Fusco, in scena al Teatro Astra dal 24 al 28 gennaio 2018, viene proposta l’edizione televisiva del dramma di Luigi Pirandello. Selezionata dall’Archivio Rai e interpretata dalla Compagnia dei Giovani di Giorgio De Lullo, è andata in onda nel 1965.

La registrazione è preceduta da una testimonianza di Romolo Valli intervistato da Mario Raimondo su quanto sia stata fondamentale la realizzazione televisiva per ricreare il rapporto palcoscenico/platea deserta presente nel testo di Pirandello.

La proiezione si terrà lunedì 22 gennaio, alle ore 17, presso la Mediateca Rai, in via Verdi 31, Torino.
Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria: 011 8104858 – mediateca.torino@rai.it

Qui la locandina dell’evento.

12Next