All posts in News

L’università degli Studi di Torino ha creato una piattaforma rivolta ai futuri studenti per esercitarsi in vista dei test di accesso ai corsi universitari ma anche informazioni orientative se ancora non avete scelto il vostro percorso di studi. La piattaforma Orient@mente é quindi a disposizione al link che segue. Approfittatene per non farvi trovare impreparati.

http://orientamente.unito.it/

Torino Città Universitaria e studyintorino esprimono il loro cordoglio per la scomparsa del Prof. Ezio Pelizzetti, ex rettore dell’Università degli studi di Torino dal 2004 al 2013.

 

 

 

Al via la Summer School 2017 dell’Alta Scuola Politecnica dei Politecnici di Milano e Torino. La scuola si svolgerà dal 24 al 28 luglio per la prima volta a Napoli grazie al contributo dell’Università Federico II. La scuola vedrà la partecipazione, oltre che dei 150 studenti dei Politecnici di Milano e Torino regolarmente iscritti al 13° ciclo ASP, di 15 studenti provenienti dall’ Università Mediterranea di Reggio Calabria e 11 studenti dall’Università del Sannio, preventivamente selezionati dai loro Atenei.

I Politecnici di Milano e Torino cooperano con l’Alta Scuola Politecnica per valorizzare i loro studenti di maggior talento attraverso un’attività formativa di natura multidisciplinare finalizzata alla comprensione della complessità dei processi innovativi e di trasformazione in atto nella società, sulla base della comune cultura politecnica.

Nell’ottica di ampliare le finalità di ASP e allargare la partecipazione all’Alta Scuola Politecnica a studenti di tutto il territorio nazionale, nel 2015 il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha invitato ASP a coinvolgere università del Sud Italia nelle sue attività. Proprio questa collaborazione ha portato alla realizzazione della Summer School 2017 con il contributo dell’Università Federico II che ha concesso gli spazi della Residenza Pozzuoli.

Il corso cui gli studenti avranno l’opportunità di partecipare si intitola DESIGNING FOR DECISION-MAKING, DECISION-MAKING FOR DESIGNING ed è coordinato dal Prof. Marco Trisciuoglio del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino.

Il corso tratterà della gestione dei processi decisionali nella produzione di beni e servizi e dei conflitti che spesso si generano all’interno degli stessi progetti. L’idea di fondo della Summer School 2017 è che progettare il processo decisionale sia una forma evoluta e raffinata di approccio ai problemi, che va perciò esplorata e perseguita soprattutto a partire dalle culture politecniche.

Lo svolgimento di un corso dell’Alta Scuola Politecnica a Napoli, consentirà, di concerto con il Comune, di considerare per cinque giorni il capoluogo campano come una sorta di laboratorio tecnico, aprendo uno sguardo sulla città, interrogandosi su come si prendono le decisioni su determinate aree strategiche, coinvolgendo esperti di altri Paesi quali: Tim Stonor, Direttore di Space Syntax di Londra; Bao Li, Direttore del Dip. di Architectural Design alla Southeast University di Nanchino; Ekim Tan, Direttore dell’Agenzia Play the City di Amsterdam; e Franck Geiling, Direttore del Settore Architettura dell’EPA Euroméditerranée di Marsiglia.

ASP

L’Alta Scuola Politecnica (ASP) è un percorso biennale di eccellenza, parallelo alla Laurea Magistrale, avviato nell’autunno del 2004 dai Politecnici di Milano e di Torino sulla base di un finanziamento triennale del MIUR. Ogni anno ASP seleziona sulla base del merito, tra gli studenti che hanno terminato il percorso di laurea triennale nei tempi previsti, e che si iscrivono a un corso di Laurea Magistrale del Politecnico di Milano o di Torino, 150 giovani di talento (90 al Politecnico di Milano e 60 al Politecnico di Torino). Gli studenti ASP formano una community proveniente da circa 20 paesi diversi; più di un terzo di loro sono donne. La lingua ufficiale di ASP è l’inglese.

 

 

Dal 13 luglio al 27 agosto 2017 è possibile iscriversi on-line per partecipare agli esami di Ammissione per l’accesso ai corsi: – di 1° livello (triennio) – di 2° livello (biennio)

Attenzione! Prima di registrarsi on-line effettuare i seguenti versamenti: € 15,13 da versare sul CCP 1016 intestato a:· AGENZIA DELLE ENTRATE – CENTRO OPERATIVO DI PESCARA – TASSE SCOLASTICHE CAUSALE: ESAME AMMISSIONE A.A. 2017/2018 + [Nome e cognome del candidato] (NO per candidati di nazionalità estera – non italiana) € 50,00 da versare tramite bonifico bancario a:· “Accademia Albertina di Torino” IBAN: IT82Q0623001001000041239789 CARIPARMA Via Giolitti, 1 – TORINO CAUSALE: TASSA ESAME DI AMMISSIONE A.A. 2017/2018 + [Nome e cognome del candidato] (In caso di versamento effettuato da terzi si prega di indicare il nome e cognome del candidato) IMPORTANTE: Si invitano gli utenti ad effettuare registrazione e preiscrizione in un’unica sessione, muniti già di ricevute dei pagamenti. –

Collegarsi al sito www.isidata.net su “Servizio Studenti” selezionare “Accademie”.

Requisiti di accesso: – Per essere ammessi ad un corso di 1° livello occorre essere in possesso di un diploma di Scuola Secondaria Superiore o di altro titolo conseguito all’estero riconosciuto idoneo dall’Accademia nel rispetto degli accordi internazionali. – Per essere ammessi ad un corso di 2° livello occorre essere in possesso di un diploma di primo livello o altra Università (vedi accessi ai bienni da offerta formativa pubblicati sul sito dell’Istituzione) Modalità consegna copia della documentazione rilasciata dalle Ambasciate agli studenti Extra U.E. e Studenti Stranieri facenti parte dell’Unione Europea Studenti Stranieri(Extra U.E.): solo dal 04/09 al 08/09/2017 consegna presso l’Accademia Albertina – Via Accademia Albertina, 6 – TORINO dalle ore 10,00 alle ore 13,00 presso la Segreteria Didattica della documentazione rilasciata dalle Ambasciate o Consolati (Originale della “Domanda di Preiscrizione”, Dichiarazione di Valore in Loco, Traduzione Legalizzata del Titolo di Studio, Fotocopia del Passaporto e Foto Autenticata), copia del permesso di soggiorno, codice fiscale (da richiedere presso una qualunque sede dell’ Agenzia dell’Entrate). Studenti Stranieri facenti parte dell’Unione Europea: solo dal 04/09 al 08/09/2017 consegna presso l’Accademia Albertina – Via Accademia Albertina, 6 – TORINO dalle ore 10,00 alle ore 13,00 presso la Segreteria Didattica di Fotocopia Legalizzata del titolo di studio conseguito con traduzione legalizzata presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese di provenienza, e con Dichiarazione di valore in loco, fotocopia di un documento di identità in corso di validità. Saranno ammessi agli esami di ammissione solo i candidati che avranno perfezionato l’iscrizione nei termini e nelle modalità previste.

Gli studenti Ammessi dovranno iscriversi on-line dal 18/09 al 30/09/2017: – Collegarsi al sito www.isidata.net su “Servizio Studenti” selezionare “Accademie” e “Selezionare il punto 3” e seguire la procedura indicata.

Scadono giovedì 10 agosto 2017 le iscrizioni ai test per i corsi di laurea ad accesso programmato all’anno accademico 2017/2018 con graduatoria locale: si potrà compilare la domanda di partecipazione ai concorsi di ammissione solo on line sul sito www.unito.it, dove saranno consultabili i singoli bandi dei corsi a numero programmato e le informazioni relative alle prove di ammissione.

L’elenco dei corsi è alla pagina “Corsi di studio”, le istruzioni sulle modalità di iscrizione sono alla pagina “Corsi ad accesso programmato con graduatoria locale”. Per tali corsi di laurea le immatricolazioni inizieranno dal 22 settembre 2017.

Per conoscere le date dei test e le modalità di svolgimento delle prove di ammissione per Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria, Medicina Veterinaria bisogna consultare il sito del MIUR, alla voce “Calendario delle prove di ammissione e Modalità e contenuti delle prove di ammissione”. Per tali corsi le immatricolazioni inizieranno dal 3 ottobre 2017. Le modalità sono disponibili alla pagina “Corsi ad accesso programmato con graduatoria nazionale”.

Dal 1 settembre al 5 ottobre 2017 è possibile compilare on line le domande di immatricolazione 2017/2018 per i corsi di laurea di primo livello e laurea magistrale a ciclo Unico ad accesso libero. Tutti i corsi ad accesso libero prevedono un test di accertamento dei requisiti minimi (TARM) obbligatorio. Per alcuni corsi ad accesso libero il sostenimento del TARM è vincolante per potersi immatricolare. Le informazioni di dettaglio sul TARM sono alla pagina “Immatricolazione corsi ad accesso libero”.

Per tutti gli studenti, iscritti a qualsiasi corso di studio, le tasse di iscrizione agli anni successivi al primo devono essere versate entro il termine del 5 ottobre 2017. Il versamento effettuato oltre tale termine è gravato dal pagamento della prevista indennità di mora. Il pagamento della tassa costituisce iscrizione al nuovo anno accademico.

L’elenco completo delle scadenze amministrative (pagamento tasse, trasferimenti, carico didattico) dell’anno accademico 2017-2018 e tutte le informazioni relative a iscrizioni e immatricolazioni sono reperibili alla pagina web “Immatricolazioni e iscrizioni”.

Trasformare un’idea in un’impresa innovativa in tre settimane, con il supporto dei maggiori esperti delle più importanti università e aziende tecnologiche internazionali, sotto la stretta osservazione di rappresentanti di Venture capital e Fondi di investimento.

È l’obiettivo dei 600 partecipanti a EIA Turin 2017, la European Innovation Academy ospitata dal Politecnico di Torino dal 10 al 28 luglio alla sua seconda edizione italiana. Grazie a un accordo siglato tra il Politecnico ed EIA e al coinvolgimento di tutto il sistema territoriale cittadino e regionale, dal 2016 Torino è infatti la sede di questo StartUp Extreme Accelerator di grande prestigio internazionale. EIA Turin 2017 ha ricevuto il supporto di FCA e Intesa Sanpaolo ed è stata accolta con entusiasmo dalla Città, dall’Università degli Studi di Torino e dal mondo delle imprese, degli incubatori e della formazione, con il sostegno, in particolare, della Camera di Commercio, Industria e Artigianato di Torino.

Per venti giorni gli spazi del Lingotto del Politecnico di Torino si trasformeranno in un laboratorio creativo dove si confronteranno giovani di talento di tutto il mondo: ingegneri, studenti di marketing ed economia, provenienti dalle più prestigiose università del mondo, ma anche persone che già lavorano in azienda e vogliono sfruttare l’occasione dell’Academy per “accelerare” l’innovazione. Gli innovatori di EIA incontreranno mentor e investitori provenienti dalla Silicon Valley e dal territorio regionale e nazionale: nomi di primo piano del mondo universitario e imprenditoriale che metteranno a disposizione la loro esperienza come strumento e leva per la promozione dell’imprenditorialità a base tecnologica. Fra i mentor coinvolti ci sono Ravi Belani (Alchemist, Stanford University), Ken Singer (UC Berkeley), Martin Omander (Google), Danny Lange (Unity), Klaus Busse (FCA).

I partecipanti all’Academy provengono dalle migliori università internazionali: UC Berkeley, Tsinghua University, Utc Sorbonne Paris, University of Texas a Austin; numerosa anche la rappresentanza torinese, con 50 studenti del Politecnico di Torino su tutti i livelli di studio e ragazzi provenienti da Università di Torino, Università di Trento, SAFM – Scuola di Alta Formazione al Management e IUSTO.

EIA porterà a Torino le metodologie nate nella Silicon Valley per trasformare idee e tecnologie in start up, attraverso mentoring e tutoraggio imprenditoriale. I partecipanti, suddivisi in piccoli gruppi multidisciplinari, dovranno sviluppare un business partendo da un’idea iniziale. Nella prima settimana i giovani innovatori individueranno l’idea e i prodotti, nella seconda sarà creato il prodotto di base e nella terza sarà effettuato il test di mercato per verificarne l’appetibilità per i consumatori. Gli studenti saranno quotidianamente monitorati e supportati dagli esperti di settore. Al mattino si terranno gli incontri con i mentor, invece il pomeriggio sarà dedicato al lavoro di gruppo.

Gli ambiti su cui si lavorerà sono mobility, food e design: tre grandi filoni, che rappresentano esempi dell’eccellenza della cultura imprenditoriale italiana, all’interno dei quali dovranno rientrare i progetti selezionati come idee da trasformare in impresa. Ambiti che siamo abituati a considerare come molto legati alla tradizione, ma che in realtà hanno un grande potenziale di innovazione. Le migliori idee sviluppate durante l’evento saranno finanziate da Venture Capitalist internazionali e sostenute nell’ingresso sul mercato.

Ma EIA è un’opportunità anche per le aziende. Grazie ad un accordo siglato con la Camera di commercio di Torino, nell’ambito delle attività di Alps Enterprise Europe Network, sono due le opportunità offerte alle imprese piemontesi nell’edizione di quest’anno:

–      la partecipazione gratuita per 50 manager di aziende innovative già strutturate, con più di 6 anni di attività, ad una giornata di alta formazione, l’Executive Innovation Day, in programma il 14 luglio

–      l’accesso gratuito a 5 start up (ciascuna con 3 partecipanti) a tre sessioni nell’ambito del programma di Keynote Session.

Ottima la risposta a queste proposte da parte delle aziende locali, con la partecipazione di realtà di altissimo livello, con competenze innovative e high tech applicate in diversi settori (automotive, ambiente, chimica, energia, aerospazio, logistica, biometria, data management, ecc.). Le imprese ammesse sono state selezionate dalla Camera di commercio e dagli stessi esperti di EIA sulla base di diversi criteri, come il tasso di innovazione, il potenziale di crescita, il possesso di brevetti o prodotti high tech fortemente innovativi, la propensione all’internazionalizzazione, l’aggiudicazione di bandi europei.

Il Presidente di EIA Alar Kolk ha commentato: “Europe can grow only through innovation, it’s our duty to experiment with unique ideas to restructure our economies. EIA accelerator provides unprecedented opportunity to anyone who is willing to take the challenge to change the world and bring new products and services to global market in record 15 days. Make no mistake, it’s gonna be hard – many failures on road. The journey will test our brightest minds and willingness to build the future”.

“Poter ospitare per la seconda volta nel nostro campus un evento così prestigioso come la European Innovation Academy è una grande opportunità per accrescere ulteriormente la nostra capacità di proporre innovazione e di creare impresa, dando una dimensione nuova alla modalità classica con la quale questi temi si affrontano in un’università. Riteniamo, quindi, che si tratti di un’ottima occasione per i nostri studenti, ma anche per l’intero sistema territoriale, qualificando Torino come una realtà di primo piano a livello internazionale per lo sviluppo dell’imprenditorialità e del trasferimento tecnologico”, ha aggiunto il Rettore del Politecnico Marco Gilli.

“Siamo molto felici di essere Partner di questa iniziativa. Il nostro Gruppo sta ormai da tempo percorrendo una strada che guarda all’innovazione: multicanalità, digitalizzazione, big data, oltre all’Innovation Center creato qui a Torino. Crediamo fermamente che uno dei modi per rispondere alle nuove sfide a livello globale, sia quello di favorire una relazione virtuosa tra il mondo accademico e quello produttivo. È necessario porre le condizioni affinché le nuove generazioni possano sviluppare le loro idee e  mettere a disposizione del mercato le loro capacità innovative. Per questo motivo, oltre ad appoggiare iniziative come questa, abbiamo avviato ormai da anni un programma per favorire la nascita di Start up e supportare le imprese nell’esplorazione di tecnologie e nuove soluzioni”, ha commentato Enrico Bagnasco, responsabile Direzione Sistemi Informativi Intesa Sanpaolo.

“Fiat Chrysler Automobiles – ha spiegato Gilberto Ceresa, responsabile dell’Information & Communication Technologies per le regioni EMEA e LATAM di FCA – ha deciso di collaborare con la ‘European Innovation Academy’ anche per questa seconda edizione 2017 perché riteniamo che lo sviluppo di un ecosistema innovativo (che la European Innovation Academy può favorire) rappresenti una bella opportunità per l’evoluzione di alcune competenze e professionalità di cui l’industria Automotive ha bisogno. In particolare, l’evoluzione del concetto di Mobility e l’Industry 4.0, che in FCA rappresentano ormai delle realtà tecnologiche in parte consolidate, possono essere temi di stimolo all’imprenditorialità e allo sviluppo di nuove idee e soluzioni”.

“Come Camera di commercio di Torino sfruttiamo la presenza di EIA a Torino per offrire opportunità concrete in particolare alle nostre aziende – ha aggiunto Vincenzo Ilotte, Presidente dell’ente camerale torinese – Rispetto all’anno scorso, poi, abbiamo voluto aggiungere un tassello in più: oltre alla partecipazione gratuita alle keynote sessions offerta a 5 start up, in questa edizione, con l’Executive Innovation Day, abbiamo voluto proporre un appuntamento nuovo espressamente dedicato alle aziende già strutturate, con almeno 6 anni di attività alle spalle, che vivono il delicato passaggio di consolidamento e di crescita della propria idea innovativa. L’obiettivo per noi è che queste pmi, pur essendo già strutturate, imparino ad innovare con la stessa velocità delle start up e che accelerino così anche la propria crescita sui mercati internazionali”.

 

 

 

 

Oggi, giovedì 13 luglio 2017, è possibile iscriversi ai seguenti corsi di studio delle PROFESSIONI SANITARIE di UNITO per l’Anno Accademico 2017/2018 :

Dietistica, Educazione professionale, Fisioterapia, Infermieristica, Infermieristica pediatrica, Igene dentale, Logopedia, Ortottica, Assistenza oftalmogica ed Ostetricia.

Per avere maggiori informazioni su ogni corso nel dettaglio clicca sul seguente link :

https://www.unito.it/didattica/offerta-formativa/corsi-di-studio dove sono disponibili informazioni sul bando del concorso di ammissioneinformazioni generali sul test e indicazioni sulla consultazione delle graduatorie di merito che saranno rese pubbliche dopo lo svolgimento di ogni prova.

repubblica.it – Una maxirete wifi con 1200 punti d’accesso: è quella che da oggi viene messa a disposizione di tutti gli utenti in possesso di credenziali “Spid” (il Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale) che così potranno accedere alla rete wifi di ateneo. Si tratta, ha spiegato oggi il rettore Gianmaria Ajani – in presenza di Loredana Segreto, direttrice generale dell’Università, di Paola Pisano, assessore comunale all’Innovazione e alla Smart city, e di Angelo Saccà, direttore dei servizi informativi dell’Ateneo – di un intervento in linea con gli obiettivi “di terza missione” dell’Università. In questo caso il target di riferimento sono i cittadini di Torino e più in generale di tutta Italia che, se in possesso dell’identità digitale Spid, potranno collegarsi al wifi di UniTo e fruire del servizio messo a disposizione dall’ateneo quando si troveranno in prossimità di uno dei 1200 access point dell’università.

Il servizio, tra le soluzioni più innovative nel Paese per creare rete, è stato premiato all’interno dell’iniziativa “Premio 10×10= 100 progetti per cambiare la pubblica amministrazione” promossa da Forum Pa, che ha raccolto progetti di digitalizzazione provenienti dalle pubbliche amministrazioni di tutta Italia. L’Università di Torino è stata fra le prime in Italia a collegare nel 2016 tutta

l’infrastruttura del portale, aprendo l’accesso ai servizi online di ateneo a tutti gli utenti di UniTo in possesso delle credenziali Spid.

I suoi 75.000 utenti, di cui circa 70.000 studenti e circa 5.000 dipendenti tra personale docente e tecnico amministrativo, tramite Spid possono accedere a tutti i servizi dell’università e contemporaneamente, con una sola chiave, ai servizi on line di tutte le pubbliche amministrazioni e imprese aderenti a Spid.

Il Team studentesco H2politO del Politecnico di Torino festeggia i suoi primi 10 anni di attività con una presentazione dei suoi prototipi e degli studenti che negli anni hanno contribuito agli ottimi risultati ottenuti nelle competizioni internazionali.

Il Team è infatti tornato vincitore dalla Shell Eco-marathon 2017 di Le Mans e da quella di Londra: il prototipo IDRAkronos ha chiuso al 2° posto la competizione che si è svolta dal 25 al 28 maggio scorsi al Queen Elizabeth Olympic Park di Londra e si è classificato al 1° posto nella competizione di Le Mans del 23-25 giugno scorsi.

In queste gare veicoli avveniristici ad alta efficienza energetica progettati da studenti delle scuole superiori e delle Università di tutta Europa si sfidano non sulla velocità, ma sulla capacità di progettare prototipi in grado di percorrere la maggior distanza possibile con l’equivalente di un litro di carburante o un kWh o un m3 di energia.

Anche il secondo prototipo del Team, XAM, ha ottenuto un ottimo 10° posto su 26 veicoli partecipanti nella categoria Urban Concept a combustione interna e il 4° posto su 7 per la categoria a etanolo, con un consumo di 110 km/L nella gara di Londra.

Ma il Team H2politO alla Shell Eco- marathon di Londra ha anche vinto il Communication Award, il riconoscimento che viene assegnato al Team con la migliore capacità di comunicare sia sui social che ai media tradizionali le caratteristiche del proprio progetto, ma anche di promuovere la competizione grazie alla collaborazione con le aziende e al coinvolgimento di studenti e giovani. Non è una novità per il Team, che si è aggiudicato questo riconoscimento già altre 4 volte (2009, 2010, 2012 e 2014).

Tanti i premi di questi 10 anni di successi e di passione, che sono stati ripercorsi dalla referente accademica del Team, Massimiliana Carello, insieme ai ragazzi, che hanno presentato per l’occasione tutti i veicoli realizzati negli anni: IDRA08 IDRA09, IDRApegasus, XAM 2.0, IDRAkronos e XAM.

“Non avrei mai immaginato 10 anni fa, quando ho fondato il Team H2politO, di arrivare dove sono arrivata oggi, cioè di essere riuscita a farlo diventare un “top Team”. I risultati in classifica ottenuti quest’anno sono il frutto di un grandissimo lavoro e tantissimo tempo, di persone che hanno fatto “squadra” affrontando problemi e trovando soluzioni, senza mai arrendersi. Forse è stato questo che ci ha permesso di ottenere grandi risultati sia a Londra che a Le Mans”, commenta la professoressa Massimiliana Carello, Faculty Advisor del Team.

In occasione dell’evento sono inoltre state consegnate 10 borse di studio destinate nel 2017 dalla Michelin Italiana a sostegno delle attività del Team H2politO. Gli studenti che hanno ricevuto la borsa di studio si sono particolarmente distinti nelle attività di progetto e realizzazione dei veicoli che hanno partecipato alla competizione.

Michelin è sponsor tecnico e fornitore unico di pneumatici della Shell Eco-marathon e anche IDRAkronos è equipaggiata con pneumatici speciali Michelin, che offrono una resistenza al rotolamento sei volte più bassa del pneumatico stradale MICHELIN Energy Saver.

Simone Miatton, Direttore del Personale Michelin Italia, ha commentato: “Seguiamo con grande passione il Team H2politO da cinque anni. È stato un crescendo di successi, che li ha portati anche quest’anno sul gradino più alto del podio della Shell Eco-marathon di Le Mans con IDRAkronos, prototipo equipaggiato con speciali pneumatici Michelin a bassissima resistenza al rotolamento.

È lo spirito di innovazione che ci lega al Team H2politO e ai suoi geniali veicoli a basso consumo di energia. Dal nostro primo pneumatico “verde” del 1992, l’impegno di Michelin nel campo dell’innovazione continua è sempre al servizio di una mobilità più sicura, efficace, sostenibile.

Quest’anno, i dieci anni del Team ci offrono un’occasione ancora più gioiosa per festeggiare insieme la nostra comune visione della mobilità del futuro.”

 

Per essere ammessi ad un corso di laurea ad accesso libero è necessario possedere una adeguata preparazione iniziale. La verifica di tale preparazione è effettuata tramite il Test di Accertamento dei Requisiti Minimi (TARM).

Per i corsi di laurea sotto elencati la procedura di immatricolazione non è consentita se non si è preventivamente sostenuto il TARM (ogni corso di laurea ha il collegamento alla pagina del sito web con informazioni sulla prova):

-Scuola di Scienze della Natura
-Chimica e tecnologie chimiche
-Fisica
-Informatica
-Matematica
-Matematica per la finanza e l’assicurazione
-Scienza e tecnologia dei materiali
-Scienze geologiche
-Scienze naturali
-Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria – SAMEV
-Produzioni e gestione degli animali in allevamento e selvatici
-Scienze e tecnologie agrarie
-Scienze forestali e ambientali
-Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco
-Tecniche erboristiche
-Il sostenimento del TARM è indispensabile anche per eventuali passaggi/trasferimenti verso tali corsi.

Le sessioni TARM si svolgono presso i laboratori informatici dell’Università degli Studi di Torino.

Sessione ordinaria: dal 30 agosto al 29 settembre 2017
Prima sessione di recupero (*): dal 13 al 17 novembre 2017
Seconda sessione di recupero(*): dal 11 al 15 dicembre 2017
La data e la sede della propria prova TARM si trovano nel presente sito web entro 4 giorni lavorativi dall’iscrizione al concorso TARM (dopo aver effettuato il login con le proprie credenziali ottenute in fase di iscrizione)

Laboratori informatici
Indirizzi (**)

LI1, LI3, LI4, LI5
CLE (Campus Luigi Einaudi) – Lungo Dora Siena, 100 A, 10153 Torino

Aule Informatica B, Informatica C
Dipartimento di Fisica – Via Pietro Giuria, 1, 10125 Torino

Aule Turing, Von Neumann
Dipartimento di Informatica – Corso Svizzera, 185 – 10149 Torino (ingresso da Via Pessinetto, 12)

Aule Informatica 2, Informatica 5
Dipartimento di Matematica – Via Carlo Alberto, 10 – 10123 Torino

(*) Le sessioni di recupero sono dedicate agli studenti immatricolati che hanno partecipato alla sessione ordinaria, ma che non hanno superato la prova TARM per il proprio corso di laurea (come indicato in precedenza la procedura di immatricolazione non è consentita se non si è preventivamente sostenuto il TARM).

(**) Clicca sul nome della struttura o del Dipartimento (ad esempio CLE (Campus Luigi Einaudi)) per ulteriori informazioni sulla sede della prova.

Le sessioni TARM si svolgono presso i laboratori informatici dell’Università degli Studi di Torino.

Sessione ordinaria: dal 30 agosto al 29 settembre 2017
Prima sessione di recupero (*): dal 13 al 17 novembre 2017
Seconda sessione di recupero(*): dal 11 al 15 dicembre 2017
La data e la sede della propria prova TARM si trovano nel presente sito web entro 4 giorni lavorativi dall’iscrizione al concorso TARM (dopo aver effettuato il login con le proprie credenziali ottenute in fase di iscrizione)

Laboratori informatici
Indirizzi (**)

LI1, LI3, LI4, LI5
CLE (Campus Luigi Einaudi) – Lungo Dora Siena, 100 A, 10153 Torino

Aule Informatica B, Informatica C
Dipartimento di Fisica – Via Pietro Giuria, 1, 10125 Torino

Aule Turing, Von Neumann
Dipartimento di Informatica – Corso Svizzera, 185 – 10149 Torino (ingresso da Via Pessinetto, 12)

Aule Informatica 2, Informatica 5
Dipartimento di Matematica – Via Carlo Alberto, 10 – 10123 Torino

(*) Le sessioni di recupero sono dedicate agli studenti immatricolati che hanno partecipato alla sessione ordinaria, ma che non hanno superato la prova TARM per il proprio corso di laurea (come indicato in precedenza la procedura di immatricolazione non è consentita se non si è preventivamente sostenuto il TARM).

(**) Clicca sul nome della struttura o del Dipartimento (ad esempio CLE (Campus Luigi Einaudi)) per ulteriori informazioni sulla sede della prova.

È possibile prenotarsi attraverso il portale dell’Università degli Studi di Torino fino al giorno dalle 9.30 del 10 luglio 2017 al 15 settembre 2017.

La procedura di prenotazione prevede:

Registrazione al portale dell’Università degli Studi di Torino
Iscrizione onlineal concorso TARM (accedere alla MyUniTO: dal menu “Iscrizioni” selezionare la voce “Test di Valutazione” e scegliere l’area di interesse)
Visualizzazione della data e della sede della propria prova TARM seguendo le istruzioni fornitein questa pagina alla voce Data e sede

Prev12345664Next