All posts tagged polito

Bambini e bambine studenti al Politecnico per un giorno

Torna l’iniziativa ‘Bambine e Bambini un giorno all’Università’

Anche quest’anno torna al Politecnico l’iniziativa promossa dalla Città di Torino insieme agli Atenei torinesi “Bambine e Bambini un giorno all’Università”, il percorso di attività all’interno delle università per far scoprire ai più piccoli il mondo della ricerca scientifica e tecnologica. Il progetto è promosso dall’Assessorato all’Istruzione della Città di Torino, attraverso l’Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile (ITER).

 

Dal 7 al 9 maggio, tra le 9 e le 12.30, alcune classi quarte e quinte delle scuole elementari torinesi saranno accolte al Politecnico per una serie di attività mirate a illustrare ai più piccoli la ricerca del Politecnico. Oggi, 8 maggio, alle 9.00 ad accogliere i bambini sarà il Rettore Guido Saracco.

 

Si entrerà poi nel vivo delle attività:

Visione e colore

Il laboratorio propone la cultura della visione come momento formativo del bambino e della sua personalità; l’attività permette ai bambini di sperimentare visione e colore, misura e proporzione con semplici supporti creati ad hoc.


Origami e forme

L’attività accompagna i bambini alla lettura delle forme semplici nascoste nella forma costruita, attraverso un processo di riconoscimento e astrazione degli elementi significativi. La loro modellazione cartacea permette di coglierne i fondamenti geometrico teorici e assimilarli in modo semplice e pratico.


Rover DIANA

Sarà possibile vedere in azione un modello di un rover che verrà portato sulla Luna nei prossimi anni dal team ITALIA, un consorzio di aziende e università italiane partecipanti alla competizione internazionale Google Lunar X-Prize, scopo di questo veicolo sarà percorrere almeno 500m e inviare a Terra immagini in alta risoluzione di un sito di allunaggio Apollo o di un’altra precedente missione lunare.


La pallina sospesa

I bambini potranno effettuare un curioso esperimento.Tutti sappiamo che se prendiamo una pallina fatta con un lamierino di ferro e la lasciamo andare, questa cade per terra.

Sappiamo anche che prendendo una calamita, esiste una forza magnetica, che attira la pallina alla calamita, e quindi la pallina rimane attaccata alla calamita.

Ma cosa succede se la forza magnetica della calamita è uguale alla forza che fa cadere la pallina?

Potrebbe sembrare una magia, ma in questo caso la pallina rimane sospesa nello spazio. Far levitare un oggetto significa mantenerlo sollevato in posizione stabile, senza toccarlo, come fanno alcuni illusionisti nei loro spettacoli.


Pendolo inverso

Se appoggiate una biro in verticale sul palmo della vostra mano riuscite a farla stare in piedi come farebbe un giocoliere? Non è facile, ma per qualche secondo possiamo riuscirci.


Lego Mindstorm

Ed ecco qualcosa che a voi è più familiare…i mattoncini Lego. Ma cosa ci fanno i Lego al Politecnico?

Con la serie Lego Mindstorm non solo ci sono dei mattoncini con cui costruire oggetti, ma anche un piccolo computer che possiamo programmare per far muovere dei motorini o per leggere dei sensori (che si trovano dentro i mattoncini).

Ad esempio possiamo costruire un automobilina che quando tocca un ostacolo può tornare indietro di un po’ e sterzare, cercando così di aggirarlo.

Insomma, basta avere un po’ di fantasia e possiamo davvero inventare tantissimi progetti divertenti. Durante l’attività i bambini potranno veder muovere robottini in lego precedentemente montati.


La chimica si trasforma in elettricità

L’idea è quella di presentare come la scienza può essere applicata ed ottenere soluzioni tecnologiche che usiamo quotidianamente. Anche una materia apparentemente ostica e difficile come la chimica può essere divertente e magica.

Si propongono dunque alcune attività che possono essere realizzate direttamente dai bambini:

  • realizzare una semplice pila con le cose di tutti i giorni (rame e zinco in un limone e misurare qualche parametro elettrico o accendere un led)
  • dissociare l’acqua in idrogeno e ossigeno usando una soluzione di acqua e bicarbonato e due matite da disegno… e una pila.

Infine attività di sola dimostrazione: variazione del volume del gas contenuto in palloncini per effetto dell’abbassamento della temperatura con l’uso di azoto liquido, oppure produzione di anidride carbonica per decomposizione del carbonato di calcio con un acido.


Team H2politO

Sarà spiegato il funzionamento di un veicolo ibrido, quindi mosso grazie a un motore elettrico e uno termico, che consente di consumare meno combustibile. Il veicolo è progettato per partecipare a competizioni studentesche di bassi consumi, in cui tutti i veicoli sono pensati e realizzati da giovani studenti che vogliono pensare alla mobilità cittadina in modo più “green”.


Squadra corse

La Squadra Corse è un team studentesco del Politecnico di Torino che nasce nell’inverno del 2004 dall’idea di 10 studenti appassionati dell’ingegneria e del motorsport.

L’obiettivo è di progettare e costruire ogni anno una monoposto da competizione per prendere parte al campionato di Formula SAE provenienti dalle migliori università del mondo nata nel 1981

su idea della Society of Automotive Engineers.


POLICUMBENT

Vuoi sapere quanto fa la bici più veloce del mondo e perchè non si usa al Giro d’Italia? Vuoi scoprire che cos’è un velomobile?

Il Team studentesco Policumbent studia, progetta e realizza veicoli a propulsione umana per affrontare le sfide dei record sportivi e quelle della mobilità di tutti i giorni. Una ricerca a cavallo tra scienza, ingegneria e sport per esplorare i limiti delle abilità umane. Saranno esposti e spiegati alcuni dei prototipi realizzati e i nuovi progetti e con un po’ di fortuna si potrà anche dare qualche colpo di pedale.


GRUPPO STORICO

Verrà presentato il modello in scala del tetto del Castello del Valentino e una breve introduzione alla storia dell’architettura della dimora sabauda.

 

 

BREAK/CUPS: I bicchierini da caffè Bibo reinventati dagli studenti del Politecnico

Break/Cups è stato un progetto di Open Innovation organizzato dall’Innovation Design Lab (IDLab) per Bibo, azienda leader nella produzione di prodotti monouso di plastica nel mercato alimentare.

Il workshop ha coinvolto 28 studenti del II e III anno della laurea triennale in Design e Comunicazione Visiva e della laurea magistrale in Design Sistemico del Politecnico di Torino con l’obiettivo di sviluppare un nuovo concept moderno di bicchierini da caffè monouso, cercando di innovare il prodotto, la sua comunicazione ed i servizi per la distribuzione e l’utilizzo.

Partendo dalle esigenze, i problemi e i limiti produttivi, il lab ha accompagnato i team nella definizione di un’analisi di scenario e delle linee guida congruenti fino alla progettazione dei concept finali.

I team di progetto hanno sviluppato 7 concept sul tema della ricerca. Quest’ultimi hanno portato allo sviluppo prototipale di 3 bicchieri monouso per vending machine, oggi in fase di ingegnerizzazione per l’avvio della produzione, in cui si è riusciti a valorizzare e innovare differenti aspetti che vanno dalla gestualità alla veicolazione di contenuti, alla valorizzazione della bevanda consumata.

I risultati del workshop saranno esposti in mostraaperta dal 10 al 12 maggio, presso la Sala delle Colonne del Castello del Valentino.

 

PRESENTAZIONE

10 maggio 2018, ore 11.00

Sala della Caccia, Castello del Valentino, Viale Mattioli 39, Torino

 

Interverranno:
Paolo Tamborrini, Coordinatore del Corso di Studi in Design
Paola Villa, Responsabile Marketing Bibo Italia S.p.A.
Roberto Dal Zotto, Responsabile Vendite Vending e Dairy
Paolo Di Santo, Amministratore delegato Bibo Italia S.p.A.

Saranno presenti gli studenti del Corso di Studi in Design

 

 

Career day PoliTo

Ieri, giovedì 19 aprile, oltre 90 aziende hanno incontrato i laureandi e laureati dell’Ateneo. È stato inoltre predisposto un CV Corner a disposizione dei ragazzi per perfezionare la scrittura del Curriculum Vitae.

La capacità di garantire ai propri laureati una collocazione diretta nel mondo del lavoro è da sempre uno dei plus offerti dal Politecnico di Torino, come testimonia anche la recente classifica internazionale Graduate Employability Rankings 2018, proposta nell’autunno scorso dal prestigioso istituto britannico QS. Questa classifica certifica che il Politecnico di Torino è la prima università al mondo nel garantire prospettive occupazionali ai propri laureati, collocandola al 1°posto al mondo per l’indicatore Graduate Employment Rate, calcolato come rapporto tra la percentuale di occupazione dei laureati (pari al 94%) e la media degli Atenei italiani esaminati (pari al 76.2%).

Con queste ottime premesse, ritorna oggi il Career Day del Politecnico, appuntamento conclusivo della manifestazione Orientati al futuro,atteso da laureandi e neo-laureati per incontrare gli attori del mondo del lavoro.

Il numero delle aziende presenti al salone e interessate ad assunzioni o inserimenti in stage di ragazzi formati al Politecnico è in costante crescita, tanto che anche quest’anno si sono superate le 90 presenze con molte new entry, a testimonianza del fatto che i laureati del Politecnico di Torino sono estremamente ricercati dagli HR delle imprese.

Nel corso del Career Day, oltre a poter incontrare i reclutatori di importanti aziende nazionali e internazionali, i laureati e laureandi potranno partecipare a presentazioni aziendali specifiche. Grande attenzione sarà dedicata quest’anno alla cura del Curriculum Vitae: il personale dell’Ufficio Stage & Job dell’Ateneo sarà a disposizione dei ragazzi in un vero e proprio CV Corner, dove gli studenti potranno aggiornare direttamente il loro CV e accedere attraverso QR code ai video dedicati all’orientamento professionale. Gli studenti potranno anche inserire la foto sul CV scattata direttamente allo stand Stage&Job.

Il Career Day è però solo una delle attività di supporto al placement organizzate dall’Ateneo per i propri studenti, che durante tutto l’anno possono usufruire di iniziative volte a facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro: eventi di recruitment, percorsi di orientamento al lavoro e cicli di incontri tematici sono solo alcuni esempi. Anche le aziende trovano nell’ufficio Stage & Job il supporto e l’interlocutore per accedere in modo mirato alle figure professionali di interesse.

Il Rettore Guido Saracco e la Delegata del Rettore per gli Alumni e l’Accompagnamento al Lavoro Carla Chiasserini hanno così commentato l’evento e la sfida che il Politecnico di Torino si prepara ad affrontare: “La tradizionale qualità della formazione offerta dal nostro Ateneo continua a garantire ai nostri laureati ottime prospettive occupazionali, come testimoniano i dati relativi al loro ingresso nel mondo del lavoro, ma anche il successo di iniziative come il nostro Career Day. La sfida che ci attende è quella di rendere i profili dei nostri laureati ancora più vicini alle esigenze delle aziende, soprattutto delle piccole e medie imprese, che costituiscono l’ossatura del nostro territorio e che hanno, oggi più che mai, necessità di innovazione. Per questo, cercheremo di creare momenti di incontro ad hoc tra le PMI e i nostri laureati e di creare un canale ancora più diretto tra il Politecnico e le aziende, anche finalizzato allo svolgimento di progetti di tesi e stage e, alla fine, all’assunzione dei nostri laureati”.

Medicina e digitale: nasce il nuovo master in Telemedicina

Il nuovo Master in Telemedicina del Politecnico di Torino, realizzato in collaborazione con l’Associazione per gli Insediamenti Universitari e l’Alta Formazione nel Canavese e sostenuto da ASL TO4, Althea Group, Medical Line Consulting, 3B srl e Cooperativa Sociale EDEREC,  è rivolto a più figure professionali che lavorano a stretto contatto nell’ambito sanitario: l’ingegnere biomedico, che possiede le competenze sulla tecnologia e sugli ambiti di utilizzo, e il professionista sanitario (Medici, Infermieri e altri profili sanitari), che conosce i bisogni di assistenza della popolazione e le caratteristiche dei pazienti che possono usufruire del servizio.

Il rapido incremento dell’utilizzo delle tecnologie dell’information technology in tutti i campi delle nostre vite interessa in maniera crescente anche l’ambito della salute e della gestione sanitaria; ci si attende un rapido sviluppo dell’adozione di strumenti digitali sanitari, sia rivolti al singolo professionista che alle Aziende ospedaliere e socio-assistenziali, da qui la necessità di personale sanitario in grado di collaborare con l’ingegnere biomedico per un corretto inserimento della tecnologia nei processi socio-assistenziali.

È difficile pianificare oggi l’evoluzione delle richieste di queste competenze, in quanto attualmente i servizi che impiegano queste tecnologie sono ancora relativamente pochi, ma certamente l’indirizzo dell’intera sfera sanitaria si sta orientando verso una medicina sempre più “a domicilio”, potenziando l’assistenza domiciliare che utilizza tecnologie proprie della telemedicina; queste tecnologie, quindi, potranno offrire un supporto che migliori la qualità del servizio fornito e diminuisca i costi indiretti, contribuendo a ridurre la richiesta di ospedalizzazione dei pazienti. In futuro, le competenze acquisite attraverso il master diventeranno dunque sempre più necessarie per il buon funzionamento e l’adeguata progettazione di servizi che saranno messi a disposizione dei pazienti in maniera sempre più diffusa, riducendo le distanze tra medico e paziente e ridisegnando il rapporto con le strutture sanitarie.

Il Master, che avrà sede presso il Polo Universitario Officina H di Ivrea, avrà una durata di 18 mesi, per un totale di 60 crediti formativi universitari.  Il numero massimo di partecipanti è di 25 studenti. A breve saranno aperte le iscrizioni sul sito.

2WheelsPoliTo vince le gare del 1° round del Campionato Italiano Velocità

Quello che si è appena concluso è un weekend straordinario per il team a due ruote del Politecnico di Torino, 2WheelsPoliTO. Il team prende parte, grazie al supporto della Federazione Motociclistica Italiana, al massimo campionato motociclistico italiano di velocità su pista nella classe Premoto3, con due moto di cilindrata 250 cc a 4 tempi.

La stagione è iniziata lo scorso weekend con le gare di Misano Adriatico sul circuito MotoGP “Marco Simoncelli”, nelle quali i giovani piloti del team, Alberto Surra di Torino e Nikolas Marfurt di Roma, hanno battagliato con una trentina di loro coetanei.

Alberto ha centrato, il venerdì, una strepitosa pole-position con nuovo record del circuito, mentre Nikolas si è guadagnato la quinta posizione in griglia di partenza. Nella prima delle due gare, il pilota torinese ha centrato il gradino più alto del podio. Nella seconda gara Alberto si è ripetuto, ottenendo un risultato che lo proietta in testa alla classifica generale con più di venti punti di vantaggio sui diretti inseguitori. Nikolas, è stato vittima di una scivolata senza conseguenze in gara 1, mentre stava battagliando per le prime posizioni e in gara 2 si è classificato all’ottavo posto.

Il risultato è il frutto di un duro lavoro durante il periodo invernale, in cui i membri del team, non paghi del risultato ottenuto lo scorso anno con il secondo posto finale in campionato, hanno continuato lo sviluppo del loro prototipo.

È una storica doppietta per un team universitario in una competizione semi-professionistica come il Campionato Italiano di Velocità, risultato raggiunto grazie all’entusiasmo e alla voglia di migliorarsi di tutti coloro che partecipano al progetto, lavorandoci o supportandolo.

Un risultato impreziosito anche dal primato nella classifica Costruttori, davanti a importanti aziende del settore motociclistico italiano ed internazionale.

Prossimo appuntamento a inizio maggio, presso il circuito internazionale del Mugello, in cui il team 2WheelsPoliTO con i suoi piloti dovrà difendere il primato in classifica.

Mercoledì di Nexa: Il futuro dell'istruzione e della formazione professionale (IFP): sfide e opportunità introdotte dalla trasformazione digitale

In un mondo globalizzato e in rapida evoluzione, le tecnologie digitali si sono diffuse rapidamente e l’economia, il mercato del lavoro e in generale le nostre società stanno cambiando a un ritmo senza precedenti.

Per l’economia, le tecnologie digitali sono un importante motore di crescita, produttività, competitività e capacità innovativa. Per il mercato del lavoro, le tecnologie digitali rappresentano una sfida per i posti di lavoro esistenti, specialmente per quelli che includono attività di routine e un’opportunità per crearne di nuovi, principalmente legati alla cosiddetta economia digitale.
In questo contesto, i requisiti delle competenze stanno cambiando e il fornire competenze digitali diventa sempre più importante per i sistemi di istruzione e formazione.

“Il futuro dell’istruzione ne della formazione professionale (IFP): sfide e opportunità introdotte dalla trasformazione digitale”

Appuntamento stasera, mercoledì 11 aprile, ore 18 al Centro Nexa su Internet e Società presso il Politecnico di Torino, in via Boggio 65/a, Torino (1° piano) per discutere delle sfide e delle opportunità dell’IFP risultanti dalla trasformazione digitale e introdurre le recenti iniziative della Commissione europea per migliorare la preparazione digitale delle istituzioni educative negli Stati membri.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Live streaming
More info

 

Polito: il nuovo master per esperti di reti in fibra ottica

Photonics for Data Networks and Metrology, questo il titolo del nuovo, innovativo, master del Politecnico di Torino.

5G, video ad alta definizione, contenuti di realtà virtuale e aumentata, crescita dei servizi cloud, sincronizzazione delle reti e dell’Internet of Things: tutte tecnologie che stanno entrando in maniera sempre più diffusa nella nostra vita quotidiana, ma che comporteranno una crescita eccezionale nei prossimi anni del traffico di dati e delle richieste sulla sincronizzazione dei dispositivi, proprio a causa del loro utilizzo massiccio. Le reti fotoniche dovranno quindi essere sempre più capillari ed elastiche oltre ad offrire servizi innovativi, per supportare questa grande richiesta.

Sempre più fondamentali saranno quindi le figure professionali in grado di gestire questo cambiamento di paradigma. Proprio per questi nuovi mestieri del futuro nasce il nuovo Master di II livello in Photonics for Data Networks and Metrology del Politecnico di Torino, realizzato in collaborazione con INRiM e altre 17 istituzioni tra aziende, centri di ricerca e consorzi: AGH, Clonets, Cisco, ISMB, Juniper Networks, LPL, MenloSystems, Oclaro, PSNC, Seven Solutions, SM Optics, Synopsys, Syrte, TIM, Telecom Infra Project, Top-IX, Ustav..

Il coinvolgimento di un così consistente numero di partner che sostengono l’iniziativa testimonia la necessità di una conoscenza multidisciplinare verticale su queste tematiche. Il programma è inoltre sostenuto dall’UE attraverso il progetto H2020-INFRAINNOV-CLONETS e offrirà lezioni teoriche e pratiche e uno stage finale in realtà industriali o di ricerca europee.

Lo scopo del Master è quello di fornire conoscenze e competenze multidisciplinari sulla trasmissione e sulle reti fotoniche, nonché sui fondamenti della metrologia e della distribuzione del riferimento tempo/frequenza sulle infrastrutture di telecomunicazioni basate sulla trasmissione in fibra ottiche. Il programma è rivolto a studenti con background diversi, dai laureati in ambito ICT, a quelli nei settori della fisica e della metrologia, e formerà figure professionali ibride che saranno in grado di progettare e gestire reti fotoniche all’avanguardia, per supportare un traffico sempre più consistente, che richiederà anche  la distribuzione di riferimenti tempo/frequenza da e tra i centri di metrologia.

Il Master è diretto dal Prof. Curri del Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni del Politecnico di Torino in collaborazione con il Dr. Calonico del INRiM, ed è un programma a tempo pieno in lingua inglese della durata di un anno accademico, che avrà inizio a settembre 2018 e terminerà a novembre 2019.

I Watt You Galfer is Back

I watt you. Galfer is back!

Galileo Ferraris è tornato. Da un’idea dei docenti del Collegio di Ingegneria Elettrica del Dipartimento Energia del Politecnico di Torino nasce una giornata dedicata al fondatore dell’elettrotecnica, con la presentazione in un film-documentario sulla figura di Galileo Ferraris.

Il film presenterà la figura dell’Ingegnere Elettrico nell’attuale contesto della rivoluzione energetica, nel quale il laureato in questa disciplina può dare il proprio contributo a far crescere l’innovazione e contribuire alla tutela del pianeta, con soluzioni innovative nel campo dell’energia.

La proiezione avrà luogo domani, martedì 10 aprile 2018,nella Sala Consiglio di Facoltà del Politecnico, in corso Duca degli Abruzzi, 24. Ore 17.30.

 

Orientati al futuro 2018: tutte le opportunità del Politecnico di Torino

Orientati al Futuro

Il 16, 17 e 19 aprile torna l’appuntamento al Politecnico di Torino, con Orientati al Futuro.

Tre giorni dedicati all’orientamento in ingresso e in uscita con la presentazione dei Corsi di Laurea Triennale per gli studenti delle scuole superiori e arricchito dalla presentazione ufficiale dell’offerta formativa dei Corsi di Laurea Magistrale dedicata a laureati e laureandi.

L’evento si terrà nella sede centrale del Politecnico, in Corso Castelfidardo 39.


16 e 17 Aprile – SALONE DELL’ORIENTAMENTO
Le prime due giornate, 16 e 17 aprile, dalle ore 9.30 alle 17.00, saranno dedicate al Salone dell’Orientamento, con la presentazione dell’offerta formativa per le future matricole e per gli studenti laureati e laureandi che intendono proseguire il proprio percorso con la laurea magistrale. Sarà inoltre possibile visitare gli stand di tutti i corsi di laurea e laurea magistrale offerti dall’Ateneo e parlare con professori, studenti ed esperti di orientamento per conoscere tutte le opportunità del Politecnico.

In entrambe le giornate si terrà la Conferenza di apertura “100% PoliTo”: lauree triennali, alle ore 10.00 in Aula Magna.

Per partecipare, è richiesta l’iscrizione al link.

Partecipa all’evento anche su Facebook, per seguire tutti gli aggiornamenti e accedere a tanti contenuti aggiuntivi sul Salone dell’Orientamento. Segui anche tutte le news su Twitter, con gli hashtag #OaF2018 e #orientamento.


19 Aprile – CAREER DAY
Il 19 aprile sarà la volta del Career day (ore 9.30 – 18.00), dove i laureandi e i laureati dell’Ateneo potranno presentare i loro curricula direttamente ai responsabili delle risorse umane di moltissime aziende, che saranno presenti con stand espositivi, presentazioni aziendali e colloqui individuali.

Per maggiori informazioni consultare la sezione Stage e job del portale di Ateneo.

Segui gli aggiornamenti delle aziende partecipanti anche su Facebook e tutte le novità dal Career Day su Twitter con gli hashtag #OaF2018 e #careerday.


Il Politecnico di Torino mette a disposizione ulteriori servizi e canali elencati nella sezione Orientamento del portale di ateneo.

Polito ChinaDay

Learn Today, China Tomorrow

Si  chiama PoliTO ChinaDay (Learn Today, China Tomorrow) ed è il grande evento italo cinese in programma al Politecnico di Torino, domani 7 marzo 2018, presso la Sala Consiglio di Facoltà e l’Aula Magna (ore 10).  L’ente organizzatore, l’associazione CSSA Polito (Associazione degli studenti e studiosi Cinesi del Politecnico di Torino), ha composto un ricco programma di iniziative e interventi dedicati alla cultura cinese e al tema dell’internazionalizzazione.

La Nuova Via della Seta

La giornata si inserisce all’interno della “Nuova via della seta” (Belt and Road Initiative , BRI), piano strategico della Cina per il miglioramento dei collegamenti e della cooperazione tra paesi nell’Eurasia. Della Nuova via fanno parte le direttrici terrestri, che attraversano il continente asiatico, e quelle marittime, che dall’Indocina passano attraverso l’Africa e poi giungono al Mediterraneo. L’obiettivo dell’incontro sarà quello di divulgare e far conoscere meglio la Cina agli studenti,  ai docenti e ai ricercatori del Politecnico. Saranno inoltre presentate le possibilità di ricerca e le offerte didattiche delle università cinesi. anche l’offerta didattica insieme con le possibilità di ricerca nelle università cinesi.

Per il Politecnico di Torino, che da tempo intrattiene fruttuose relazioni con i più importanti atenei cinesi, sarà una preziosa occasione di condivisione e interscambio accademico e culturale insieme, la giornata comprenderà anche esibizioni artistiche e cerimonie culturali, come quella del tè.


Programma della giornata

10:00 – 10:40 Cina, uno sguardo sul futuro. A cura di Pan Zuoke, vicepresidente
dell’associazione CSSA
10:40 – 11:00 Esibizione Coro PoliEtnico
11:00 – 11:40 PoliTO in Cina, sfide e opportunità. A cura dell’Area
Internazionalizzazione
11:50 – 12:30 Cerimonia del tè. A cura dell’Istituto Confucio
12:30 – 13:00 Studiare in Cina, testimonianze ed esperienze
13:00 – 14:00 PRANZO (Catering offerto da CSSA) presso l’Atrio della Sala
Consiglio di Facoltà
14:00 – 14:20 Cina, uno sguardo sul futuro. A cura di Pan Zuoke
14:20 – 15:20 Rilascio dei visti per la Cina. Intervento a cura del Consolato
Cinese in Italia
15:25 – 16:05 Esibizione di Tai Ji. A cura dell’Istituto Confucio
Esibizioni musicali. Studenti cinesi del Conservatorio
16:10 – 16:30 Vivere la Cina. Intervento a cura delle Associazioni studentesche
16:30 – 17:00 Conclusione a cura di CSSA


Presso l’Atrio della Sala Consiglio di Facoltà sarà disponibile materiale informativo
sulle più importanti università cinesi e sulle diverse opportunità di mobilità e
collaborazione con la Cina.

Prev1123458Next