All posts tagged corsi

Il Cirsde, Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne e di Genere, organizza nelle giornate di venerdì 24 e sabato 25 novembre presso il Campus Luigi Einaudi il convegno “Beyond Genders. Intersezionalità tra teoria e pratiche. Sguardi interdisciplinari“.

Nato all’interno del discorso giuridico anglo-americano, dove è stato coniato dalla giurista statunitense Kimberlé Crenshaw per evidenziare come il diritto sia spesso inadeguato ad affrontare le discriminazioni fondate su più fattori e come anche inadeguate siano le politiche antidiscriminatorie a interazioni come quelle presenti nella condizione delle donne di colore, il concetto di intersezionalità mette in luce l’esistenza di gerarchizzazioni o compartimentazioni sociali descrivendo le oppressioni e discriminazioni causate dall’appartenenza a molteplici gruppi e/o categorie come sesso, genere, classe, etnia, religione, età, disabilità o orientamento sessuale. Oggigiorno, come orientamento teorico, è usato in modo trasversale negli studi di genere e delle donne per sviscerare i modi in cui gli indicatori di differenza si intrecciano con le strutture dominanti e di maggioranza.

Negli anni, la sua portata si è estesa oltre le discipline summenzionate toccando anche la sfera sociale, pedagogica, psicologica, medica o linguistica, per citare solo alcuni esempi. Un sempre maggior numero di persone che operano all’interno dell’accademia il cui interesse si estende alle disuguaglianze, alle ingiustizie sociali e alle discriminazioni si dimostra consapevole della necessità di superare binarismi o dicotomie che semplificano la complessità delle appartenenze multiple. Contestualmente alla ramificazione multidisciplinare che ha conosciuto, il concetto di intersezionalità è divenuto oggetto di divaricazioni di vario tipo. Esso costituisce l’oggetto di accesi dibattiti e di controversie epistemologiche e ideologiche, tra chi sostiene la sua natura di espressione ideologica, che non può limitarsi a un mero approccio metodologico, e chi sostiene la necessità di un’analisi che abbia come riferimento una lotta di classe, imprescindibile per qualsiasi ingiustizia sociale.

Inoltre, mentre in alcune discipline, come nei gender studies, il concetto di intersezionalità risulta noto, sia nelle sue argomentazioni teoriche sia nelle sue applicazioni pratiche, in altre resta invece un concetto nebuloso, e alla ricerca di un’identità definita, soprattutto nelle sue ricadute concrete. Considerata la natura plurale del dibattito in essere e delle sue applicazioni, per loro natura diagonali, il convegno vuole presentarsi come occasione di confronto dialogico tra diverse discipline al fine di esplorare lo “stato dell’arte” della ricerca e delle riflessioni su questo tema. Quali sono le prospettive attraverso cui è stato sviscerato negli anni, e quali le sue applicazioni? Che cosa ne rende complessa l’attuazione e quali sono le insidie alla sua effettiva applicabilità? Per quale ragione alcune aree di studio sembrano dialogare in maniera più fluida con tale concetto e altre si dimostrano ancora refrattarie? Quali i metodi di ricerca più diffusi, e perché? In che modo il concetto di intersezionalità è esplorato e dibattuto nelle diverse discipline? Come si può sviluppare una prospettiva intersezionale nei contesti globali che necessariamente devono fare i conti con un passato di colonialismo e oppressione?

Per info

www.cirsde.unito.it

beyondgenders@unito.it

Nel 1999, con la risoluzione n. 54/134, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato il 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne e ha invitato governi, istituzioni e organizzazioni, nell’ambito delle rispettive competenze, a organizzare in tale data iniziative destinate a informare l’opinione pubblica sul problema della violenza contro le donne.

Quali sono gli appuntamenti in programma per questa giornata da parte degli Atenei torinesi?

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO

Per tutto il mese di novembre, Unito Nel mese di novembre,  dedica una lezione o anche soltanto pochi minuti al tema “L’Università di Torino contro la Violenza di Genere”, analizzato secondo la propria prospettiva disciplinare. E’ pertanto stato previsto un calendario distribuito per discipline e materie che affronta da diversi punti di vista la tematica di genere e del contrasto alla violenza verso le donne.

https://www.unito.it/ateneo/organizzazione/organi-di-ateneo/comitato-unico-di-garanzia/progetti-e-attivita/giornata

POLITECNICO DI TORINO

Il Politecnico di Torino ha messo in campo una serie di eventi fino al 30 novembre sotto il titolo di “Fill in the gaps“. Dal 23 al 30 novembre il Politecnico vuole farsi parte attiva nei processi culturali e sociali che interessano la sua comunità, scegliendo di dedicare una settimana ai temi dell’inclusione, diversity e parità di genere, anche in concomitanza con due giornate internazionali: quella del 25 novembreGiornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, e del 3 dicembreGiornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità.

Per l’a.a. 2023-2024 UniTo supporta il diritto allo studio e la mobilità sostenibile con una nuova iniziativa dedicata al rimborso delle spese di acquisto dell’abbonamento annuale o plurimensile ai servizi di trasporto GTT. 

QUALI ABBONAMENTI SONO INCLUSI (E QUALI NO)

Sono rimborsabili solo gli abbonamenti annuali e plurimensili GTT, aventi durata compresa tra i 10 e i 12 mesi, acquistati nel periodo compreso tra il 1° luglio 2023 e il 31 gennaio 2024 esclusivamente sul sito e-commerce della GTT, oppure presso le emettitrici dei biglietti presenti nelle stazioni della metropolitana. Non sono pertanto rimborsabili altri titoli di viaggio, quali ad esempio gli abbonamenti settimanali.

IMPORTI

Il rimborso è riservato agli studenti e alle studentesse dell’Università di Torino iscritti all’a.a. 2023-2024 ad un corso di studi di I° o di II° livello e privi di posizioni debitorie nei confronti dell’Ateneo. Viene rimborsata una quota pari all’80% del costo dell’abbonamento, fino a un massimo di 400 Euro pro-capite.

SCADENZA

La domanda andrà presentata entro le ore 12:00 del 31 gennaio 2024.

La domanda può essere presentata esclusivamente attraverso la compilazione del form online presente nel bando.

Unione Industriali Torino insieme alla Fondazione S.I.A. mette a disposizione 64 borse di studio per studenti e studentesse iscritti/e al primo anno di Corsi di Laurea Magistrale STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) del Politecnico e dell’Università degli Studi di Torino nell’anno accademico 2023/2024.

REQUISITI

  • Essere iscritti/e per l’Anno Accademico 2023/2024 al primo anno di Corsi di Laurea Magistrale di un qualunque corso di studi di Ingegneria del Politecnico di Torino o essere iscritti/e per l’Anno Accademico 2023/2024 al primo anno di Corsi di Laurea Magistrale in Biologia, Biotecnologie Agrarie, Biotecnologie Industriali, Biotecnologie Mediche, Veterinarie e Farmaceutiche, Fisica, Informatica,  Matematica, Scienze Chimiche, Scienze della Natura, Scienze della Nutrizione Umana, Scienze e Tecnologie Agrarie, Scienze e Tecnologie Alimentari, Scienze e Tecnologie della Chimica Industriale, Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali, Scienze e Tecnologie Geologiche, Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e il Territorio, Scienze Statistiche, Scienze Statistiche Attuariali e Finanziarie dell’Università degli Studi di Torino;
  • Aver conseguito una Laurea di I livello entro il mese di dicembre 2023, avendo ottenuto una votazione non inferiore a 100/110.

IMPORTO

Le borse di studio del valore di Euro 3.000,00 (tremila) ciascuna, al lordo dei carichi fiscali, assicurativi, contributivi e previdenziali previsti dalla normativa in vigore.

SCADENZA

La domanda di ammissione al concorso dovrà essere presentata entro le ore 12,00 di lunedì 22 Gennaio 2024.

A questo link è possibile compilare la domanda.

Da lunedì 6 novembre arriva Eureka, il nuovo punto di accesso unificato alle risorse bibliografiche dell’Università degli Studi di Torino.
Eureka sostituisce gli attuali servizi TuttoTrova e  Bibliopass , integrando in un unico strumento tutte le funzioni di ricerca e accesso alle risorse.

Eureka è il punto di partenza ideale per ogni ricerca bibliografica. In Eureka sono presenti libri, riviste, articoli, database, siti web e molto altro materiale posseduto o reso accessibile dall’Ateneo.

Con Eureka “cercare e trovare” diventa più facile!
Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata sul sito SBA – Sistema Bibliotecario di Ateneo, in progressivo aggiornamento.

Daimom è il Master della Scuola Holden della durata due anni, e al centro c’è l’idea che narrare non sia solo un gesto artistico, ma anche un mestiere possibile e un modo per guardare il mondo.

Tre percorsi tra cui scegliere: CartografieMeridianiBussole.

Daimon è rivolto a persone tra i 18 e i 30 anni. Per iscriversi al Master non bisogna sostenere un esame, ma  ci sarà ugualmente una selezione: Il criterio sarà, appunto, il Daimon, finalizzato a conoscere chi sei e cosa immagini, aspettative e motivazioni.

Le selezioni si fanno alla Holden, vale a dire in Piazza Borgo Dora, 49. Sarà l’occasione per visitare la Scuola, conoscere la Didattica durante un colloquio,  incontrare le altre persone che sono lì per la selezione e che potrebbero diventare futuri compagni e compagne di classe. In attesa delle date della prossima campagna iscrizioni, puoi contattare la Scuola Holden e chiedere un colloquio informativo

Sono prorogati a giovedì 12 ottobre prossimo le iscrizioni ai corsi afferenti alla fondazione ITS Agroalimentare per il biennio 2023/2025.

La Fondazione piemontese ITS Agroalimentare offre percorsi biennali e gratuiti. A Torino vengono si tengono i corsi per

  • Mastro birraio
    Figura cardine nel processo di produzione della birra;
  • Gastronomo
    Figura moderna di “consulente gastronomico”;
  • Wine marketing manager
    Tecnico che possiede conoscenze e competenze per la gestione dell’azienda vitivinicola;
  • Pastry Chef
    Professionista che riunisce in sé tutte le conoscenze e le competenze tecniche del pasticcere tradizionale;
  • Sostenibilità nella filiera food
    Professionista che riunisce in sé tutte le conoscenze e le competenze tecniche necessarie a piccole e medie imprese di produzione e trasformazione agroalimentare per evolvere le tecniche di lavorazione secondo principi di sostenibilità ed economia circolare.

Si trovano vicino alle aulee S e al Bar le i servizi igienici genderless del Politecnico di Torino.  Poco più di un anno fa, a luglio 2022, l’ateneo si era impegnato per valutare la fattibilità, soprattutto strutturale, e da qualche giorno il primo bagno “genderless”, quindi senza distinzione di genere uomo-donna è realtà tra i corridoi dell’ateneo torinese.

A richiederlo, con una mozione che l’anno scorso fu approvata dal Senato Accademico, erano stati gli studenti e le studentesse del collettivo Alter.Polis parlando di «passo verso l’inclusione» e di «cambiamento di mentalità, lontana dalla logica del binarismo attualmente utilizzato nella gestione degli spazi sanitari pubblici e vicina ad una concezione più inclusiva e pragmatica».

La testata giornalistica SuperNews mette in palio anche per quest’anno una borsa di studio dal valore di 500 euro per gli studenti universitari italiani appassionati di sport e ambiente.

L’iscrizione è gratuita e potrà essere fatta sul sito istituzionale dell’iniziativa, dove sono riportati tutti i dettagli, i requisiti e la documentazione richiesta per partecipare:

https://news.superscommesse.it/iniziative/borsa-di-studio.html(link is external).

L’ultimo studente ad essere premiato lo scorso gennaio è stato Giovanni Messina, iscritto all’Università degli Studi della Basilicata, vincitore della Borsa di Studio 2023(link is external) grazie alla sua idea “The Sportbook”, una rubrica sportiva con l’obiettivo di coinvolgere il pubblico italiano ai Mondiali di Qatar 2022 nonostante l’assenza dell’Italia di Mancini.

Ideare una campagna di sensibilizzazione sulla sostenibilità ambientale in ambito calcistico

In questa nuova edizione 2024, verrà premiato il progetto che riuscirà a sviluppare un concetto estremamente importante e attuale: la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente in ambito calcistico. Nello specifico, agli studenti è richiesta la realizzazione di una campagna di comunicazione, specificatamente pensata per il web, diretta ai tifosi delle squadre di calcio, volta alla sensibilizzazione ad un comportamento rispettoso e al tema della sostenibilità ambientale.

 

La campagna potrà avere taglio satirico, narrativo, statistico o analitico. Il progetto presentato dovrà prevedere anche un logo, che diventerà il simbolo ufficiale dello spazio web che ospiterà il progetto.

I requisiti per partecipare

Per candidarsi occorre:

1. Essere uno studente o una studentessa iscritto/a ad un’università italiana

2. Inviare un documento che attesti l’iscrizione a un dei seguenti corsi di laurea triennale o specialistica: Lettere, Scienze della Comunicazione, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Economia, Scienze Ambientali.

3. Presentare il proprio piano di studi con gli esami sostenuti, fino al giorno della candidatura per la borsa di studio, e i relativi esiti

4. Sviluppare la campagna di comunicazione richiesta, presentata in formato word, pdf o ppt

5. Una lettera motivazionale di circa 500 parole che spieghi l’interesse e la passione per il mondo dello sport o per la sostenibilità ambientale. La lettera dovrà essere accompagnata dall’autorizzazione al trattamento dei dati personali: “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003

Per partecipare, è necessario inviare tutta la documentazione richiesta all’indirizzo email service-asap@catenamedia.com, indicando nell’oggetto “Candidatura per Borsa di Studio 2024”.

La domanda di partecipazione e il progetto dovranno essere presentati online entro e non oltre il 31 Dicembre 2023.

 

Chi è SuperNews

SuperNews è una testata registrata presso il tribunale di Roma (n. 229/2013 del 09/10/2013) che propone news sempre aggiornate sul mondo dello sport. Realizza prodotti editoriali adatti alle esigenze dei new media ed esclusive interviste ai protagonisti del settore. Il team di SuperNews è in continua crescita. Giovani, determinati, competenti e innamorati dello sport: questi i tratti distintivi dei giornalisti che lavorano e scrivono su news.superscommesse. Crediamo fermamente nelle persone che compongono il nostro team e per questo coltiviamo le capacità di nuovi talenti, elemento fondamentale per la crescita della nostra azienda. Il programma “Borsa di Studio SuperNews” intende valorizzare e facilitare lo sviluppo di nuove professionalità in ambito umanistico, premiando studenti e appassionati meritevoli che abbiano già dimostrato, durante il loro percorso accademico, una forte propensione per nuovi media, comunicazione e giornalismo.

IUSTO (Istituto Universitario Salesiano Torino Rebaudengo) – aggregato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma – propone, in collaborazione con IUSVE (Istituto Universitario Salesiano Venezia), il primo corso di laurea triennale in Relazioni pubbliche e Comunicazione delle Organizzazioni del Piemonte.

Il corso si caratterizza per un approccio didattico innovativo, in cui i docenti uniscono una solida formazione accademica a una vasta esperienza professionale. Gli studenti affrontano le principali materie teoriche del percorso di scienze della comunicazione (filosofia e psicologia della comunicazione, semiotica, sociologia e storia dei media, etc.), le discipline fondamentali del management (economia aziendale, marketing, organizzazione e HR, etc.) e gli insegnamenti caratterizzanti il percorso di formazione professionale della comunicazione di impresa (corporate communication, public relations, media relations, event management, sponsorizzazioni, public affairs, web content management, social media management, brand management e pubblicità, comunicazione pubblica e politica, comunicazione culturale, ambientale e sportiva, comunicazione interna, etc.).

Un elemento distintivo del programma è l’attenzione specifica rivolta ai contesti digitali, preparando gli studenti ad affrontare le sfide dell’era digitale e ad utilizzare in modo professionale ed etico le opportunità che essa offre. Il tutoraggio didattico, i laboratori (business writing, public speaking, grafica, video, web, storytelling, management, etc.) e l’insegnamento intensivo dell’inglese per tutta la durata del percorso di laurea sono aspetti chiave del programma formativo. Inoltre, l’esperienza di tirocinio permette agli studenti di acquisire una preziosa esperienza sul campo. Il corso si concentra sullo sviluppo di competenze e abilità spendibili nei settori del marketing, della comunicazione di impresa (privata, pubblica e del terzo settore), nonché delle human resources e del giornalismo.

Abbiamo progettato questo corso di laurea in Relazioni Pubbliche e Comunicazione delle Organizzazioni”, ha commentato la direttrice accademica di IUSTO, Claudia Chiavarino, “capitalizzando l’esperienza dello IUSVE nel settore della comunicazione e approfondendo l’analisi delle esigenze specifiche del nostro territorio. Vogliamo che gli studenti acquisiscano conoscenze scientifiche sugli aspetti concettuali e strategici della comunicazione, ma anche che applichino queste competenze in progetti pratici, stage e laboratori. La nostra missione”, ha proseguito Chiavarino, “è formare professionisti della comunicazione altamente qualificati, con competenze che rispondono alle esigenze delle organizzazioni e che offrono dunque un’opportunità di impiego a breve termine. Allo stesso tempo, riteniamo fondamentale che i nostri studenti sviluppino un senso critico che consenta loro di valutare in modo autonomo gli stili comunicativi eticamente sostenibili, considerando le sfide attuali del settore”.

Per tutti coloro che stanno valutando di iscriversi al nuovo corso di laurea, IUSTO organizza un open day il 4 ottobre alle ore 17.30 presso la sede dell’università (Piazza Conti di Rebaudengo 22 a Torino) con un incontro – moderato dal prof. Claudio Tarditi, Responsabile Area Comunicazione di IUSTO – su “La corporate communication nelle multinazionali e la sfida del digitale” con la partecipazione del Public Relations & Communication Director di STELLANTIS Italia Claudio D’Amico e del prof. Fabrizio Vignati, docente di Public relations presso IUSTO. Per partecipare è necessario inviare una mail a info@ius.to.

La domanda di iscrizione al colloquio di ammissione deve essere presentata online sul sito dell’università entro il 5 ottobre alle ore 12.00.

L’Istituto Universitario Salesiano Torino (IUSTO), con sede in Piazza Conti di Rebaudengo 22, è aggregato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma. Fa parte della rete IUS (Istituzioni Salesiane di Istruzione Superiore), che conta una rete di 95 istituzioni nel mondo. Si occupa di formazione accademica e ricerca nei settori disciplinari delle scienze psicologiche, dell’educazione e della comunicazione, con una particolare attenzione agli ambiti di frontiera delle professioni di cura e valorizzando la dimensione etico-sociale.

Prev12345625Next