Università degli Studi di Torino si aggiudica il secondo posto nel ranking GreenMetric 2019, una classifica internazionale che valuta la sostenibilità ambientale e sociale dei campus universitari. Unito si riconferma al secondo posto tra le 29 università italiane analizzate.
A livello internazionale l’Ateneo torinese migliora la sua posizione, rispetto al 2018, classificandosi al 41° posto su 780 università.

Il ranking assegna un punteggio in base ai dati inviati dagli atenei sulle azioni e sulle politiche attuate per ridurre i consumi e migliorare la sostenibilità.  La classifica prende in considerazione gli indicatori relativi a:

• Infrastrutture (dati generali dell’ateneo, aree verdi e budget dedicato alla sostenibilità): 15%

• Energia (consumi e politiche per ridurne l’impatto) 21%

• Rifiuti (trattamento e riciclo): 18%

• Acqua (conservazione e riciclo): 10%

• Trasporti (politiche per la mobilità sostenibile nelle sedi universitarie): 18%

• Didattica e ricerca (corsi, progetti e prodotti di ricerca in materia di sostenibilità e diffusione delle conoscenze alla società): 18%

L’università di Torino nel 2016 ha creato il progetto UniTo Green Office con l’obbiettivo di promuovere, progettare e realizzare azioni e iniziative verso una maggiore sostenibilità ambientale nelle sedi universitarie, collaborando inoltre con enti e attori del territorio.